In campo le stelle d’Europa per la finale di Supercoppa

Di , scritto il 08 Agosto 2017

Si alza ufficialmente il sipario sulla stagione internazionale 2017/2018 con l’attesissima finale di Supercoppa Europea, in programma stasera alle ore 20:45, nella cornice dell’“Arena Filippo II” di Skopje, tra Real Madrid e Manchester United. Si affronteranno le due vincitrici della precedente edizione di Champions League ed Europa League sotto un clima, dal punto di vista atmosferico, caldissimo. In Macedonia si sono toccate punte di 40 gradi e questa sera se ne prevedono 31/32, tant’è che l’Uefa ha vagliato l’opportunità di inserire un time break all’interno dei quarantacinque minuti, per permettere ai calciatori di rinfrescarsi. Le due compagini sono giunte a Skopje trascinate da elevate motivazioni. I blancos hanno alzato per tre volte al cielo la Supercoppa ed hanno tutta l’intenzione di bissare il trionfo messo in cantiere, lo scorso anno, contro il Siviglia, mentre i Red Devils vorranno interrompere il lungo digiuno, in questa competizione, che persiste dal lontano 1991, guidati da uno Josè Mourinho come sempre famelico e determinato nel non lasciare nulla per strada. Durante la consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico francese del Real, Zinédine Zidane ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Prima partita ufficiale, siamo contenti che arrivi. Fisicamente abbiamo lavorato molto bene e ci siamo riposati allo stesso tempo, ora inizia tutto. Sarà un anno difficile per noi, ogni anno si alza l’asticella”. L’allenatore transalpino ha poi aggiunto: “Prepariamo la nostra partita, come sempre sappiamo molto dell’avversario ma quello che ci importa sarà quello che andremo a fare noi”. Su Cristiano Ronaldo ha dichiarato: “ Molte cose attorno a lui come al solito, ma sta tranquillo, mi impressiona come fisicamente stia come il giorno della finale, già due mesi fa. Quello che interessa a me è tutto questo, il fatto che sta con noi significa molto”. Spostando l’attenzione su un altro singolo, ossia Bale, Zidane spiega: “Molta continuità negli allenamenti, questo è il più importante. A fine stagione non è stato facile per lui, quasi quattro mesi fuori dalla squadra e ora lo vedo bene, si allena con noi”. Infine, rispondendo alla domanda su un paragone tra il suo Real e quello guidato in passato da Mourinho, Zizou afferma: “Ha fatto un buon lavoro e io lo sto facendo. Ognuno fa il massimo a modo suo, nel Real Madrid tutti gli allenatori hanno grandissimi giocatori”. Dall’altro sponda, invece, Josè Mourinho, tecnico dei Red Devils ha così presentato la partita: “ I giocatori devono godersi questo momento, una Supercoppa Europea non capita spesso a meno che tu non sia Real o Barcellona, proveremo a vincere contro i campioni d’Europa. Si giocherà con un gran caldo, ho provato ad abituare la squadra ma a Manchester pioveva ogni giorno”. Sull’interesse di mercato nei confronti di Bale, Mou afferma: “ Se giocherà domani, significa che vorrà stare a Madrid”. Effettuando il punto della situazione su coloro che saranno assenti per infortunio, il tecnico dello United dichiara: “ Gli infortunati sono quelli di lungo termine che sapete: Luke Shaw, Ashley Young e Marcos Rojo. A parte questi, gli altri sono disponibili. Ovviamente Matic è disponibile ma non come gli altri”. Su un possibile ritorno di Ibrahimovic a Manchester, nonostante alcuni rumors lo affianchino al Milan, il tecnico portoghese rilancia: “ Chissà, magari rimane con noi…siamo qui anche grazie a lui”. Infine, esprime il suo parere sulla sua ex squadra, ovvero l’Inter, che si appresta a vivere una nuova era con Spalletti in panchina: “ Tutti hanno avuto un messaggio da parte mia, voglio che abbiano fortuna e vincano titoli per gli interisti. Il suo messaggio non è diverso da quelli di Gasperini, Mazzarri…spero possa rimanere per dare stabilità e vincere qualcosa”. Per quanto riguarda le probabili formazioni, Zidane dovrebbe affidarsi al collaudato “4-3-3” con Navas in porta, Carvajal e Marcelo lungo le corsie esterne di difesa. Centralmente agiranno Varane e Sergio Ramos. A centrocampo fiducia al trio composto da Modric, Casemiro e Kroos , mentre in attacco Bale e Cristiano Ronaldo agiranno ai lati della punta centrale Benzema. Mourinho, invece, dovrebbe disegnare lo United con l’abito tattico del “3-5-2“ affidandosi a De Gea tra i pali, linea di difesa a tre formata da Lindelof, Smalling e Blind. A centrocampo il playmaker basso sarà Matic, coadiuvato da Herrera e Pogba. Lungo le fasce fiducia a Valencia e Darmian. In avanti spazio al tandem Lukaku-Mkhitaryan. L’arbitro designato per dirigere il match è l’italiano Gianluca Rocchi. Si inizia subito a fare sul serio, il primo trofeo internazionale è pronto ad essere assegnato ad una tra le due squadre che più si misero in luce nella passata stagione. Da un lato il Real Madrid dei galacticos, intenzionati a fare incetta di titoli, dall’altro il Manchester United diretto da uno stratega inossidabile, quale è Josè Mourinho, chiamato a compiere l’ennesima impresa nella sua gloriosa e vincente carriera.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009