Spalletti vuol conquistare il primo derby di Milano della sua carriera

Di , scritto il 11 Ottobre 2017

La truppa nerazzurra è tornata al lavoro. Gradualmente Luciano Spalletti ritroverà i suoi uomini a disposizione dopo i vari impegni con le nazionali. Presso il Suning Training Center di Appiano Gentile si è rivisto Skriniar, tornato alla base dopo la convocazione con la Slovacchia. Quest’oggi sarà il turno degli italiani, ossia Gagliardini, Eder, D’Ambrosio e Candreva, e del croato Perisic che torneranno nuovamente agli ordini del tecnico di Certaldo. Il portoghese Joao Mario farà rientro a Milano nella giornata di domani, mentre per quanto concerne il giapponese Nagatomo e i sudamericani Miranda, Vecino e Icardi solo venerdì saranno a disposizione di mister Spalletti, il quale avrà due giorni per preparare a ranghi completi l’affascinante derby della Madonnina. I nerazzurri giungono a quest’appuntamento galvanizzati dal secondo posto in classifica, a quota diciannove punti, in coabitazione con la Juventus, a soli due lunghezze di distanza dal Napoli capolista. Nelle prime sette giornate, l’Inter, ha ottenuto ben sei vittorie ed un solo pareggio, subendo nessun goal tra le mura amiche. La retroguardia nerazzurra è la meno battuta del nostro campionato, con soli tre reti al passivo, e tutto ciò rappresenterà un monito d’avvertimento per le bocche di fuoco rossonere, consapevoli che non sarà certo una passeggiata affrontare i “cugini”. Per quanto concerne la probabile formazione che scenderà in campo, è ancora presto sbilanciarsi in previsioni, ma molto presumibilmente il tecnico toscano si affiderà al collaudato 4-2-3-1 riconfermando per dieci/undicesimi i titolari scesi sul rettangolo di gioco del “Ciro Vigorito” nell’ultimo match, prima della sosta, contro il Benevento. In porta ci sarà Handanovic, mentre la difesa sarà composta da Miranda e Skriniar, quale coppia centrale, mentre sull’out di destra spazio a D’Ambrosio, sul versante opposto Nagatomo è favorito su Dalbert. Sulla mediana sicuro di una maglia da titolare Borja Valero, invece persiste il ballottaggio tra Vecino e Gagliardini. Sulla trequarti non ci sarà Brozovic, fermo ai box a causa di un infortunio al polpaccio, al suo posto dovrebbe giocare dall’inizio Joao Mario, mentre Perisic e Candreva completeranno il reparto, con quest’ultimo galvanizzato dall’importante rete messa a segno a Scutari con la maglia della nazionale azzurra, consentendo così all’Italia di disputare i playoff nelle vesti di testa di serie. In attacco il terminale offensivo sarà Mauro Icardi, tornato dalla trasferta transoceanica in Sudamerica, con in tasca il pass per i Mondiali in Russia. Luciano Spalletti, che in queste settimane, affinché potesse far disputare una partitella in famiglia a metà campo, ha indossato anche lui la pettorina a causa della penuria di uomini a disposizione, non vede l’ora di riabbracciare per intero il suo gruppo, con lo scopo di mettere nel mirino una sfida, se non determinante, ma significativa per quanto riguarda le ambizioni e le velleità di una squadra , quella nerazzurra, rigenerata dalla cura del tecnico di Certaldo e motivata nel proseguire la sua corsa verso le zone alte di classifica, con l’obiettivo prioritario di tornare tra le quattro squadre italiane che parteciperanno alla prossima edizione della Champions League. Il Milan è avvisato, Icardi e compagni vogliono scrivere pagine importanti e sensazionali nella storia dell’Inter e la stracittadina sarà la ghiotta occasione per sfoderare tutto il proprio vigore e la fame di successo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009