Fiorentina di rigore contro il Chievo: decide Bernardeschi

Di , scritto il 12 Gennaio 2017

È la Fiorentina di Paulo Sousa a strappare il pass qualificazione per i quarti di finale di coppa Italia, dove se la vedrà contro il Napoli al San Paolo. I viola superano, seppur soffrendo, per 1-0 il Chievo al termine di una gara piuttosto equilibrata che ha visto, entrambe le compagini, non risparmiarsi, tentando di prevalere l’una sull’altra con spiccato spirito combattivo. Nella prima frazione di gioco a creare i maggiori pericoli ci pensano Bernardeschi e Zarate da una parte, Floro Flores e Inglese dall’altra. Il primo episodio che spezza l’equilibrio avviene con l’espulsione, per somma di ammonizioni, decretata dall’arbitro Celi, ai danni di Radovanovic, al 48’ minuto del primo tempo, reo di aver commesso un’entrata fallosa da dietro nei confronti di Tomovic. Clivensi in inferiorità numerica e dallo sviluppo del susseguente calcio di punizione, Bernardeschi centra in pieno l’incrocio dei pali. Nella ripresa sono i gigliati a rendersi immediatamente pericolosi con un’incursione in area di Chiesa, che va al tiro da posizione defilata, con la palla che colpisce la parte interna del palo ma non supera la linea di porta. Al 71’ si ristabilisce la parità numerica in campo: Zarate commette un fallo da dietro ai danni di Bastien, per Celi non ci sono dubbi e scatta il cartellino rosso nei confronti dell’attaccante argentino. I gialloblù prendono di nuovo coraggio e si fanno vedere dalle parti di Tatarusanu con Inglese che con un colpo di testa tenta di mettere fuori tempo il portiere gigliata, che però non si lascia sorprendere ed intercetta la palla. Il match sembra indirizzarsi verso i tempi supplementari, fino a quando, al 93’, a seguito di un’incursione in area di Kalinic, il direttore di gara Celi ritiene falloso il contatto di Gobbi con Bernardeschi, decretando il penalty a favore dei padroni di casa. Dalle parti della panchina dei veneti esplode la rabbia per una decisione, definita dal tecnico Maran, alquanto ingiusta e piuttosto rivedibile. Dagli undici metri si presenta Bernardeschi che non fallisce l’appuntamento con il goal. Fiorentina-Chievo termina qui, con la rete decisiva al fotofinish del numero dieci viola, che permette alla sua squadra di accedere ai quarti di finale di coppa Italia, cancellando l’amarezza ottenuta nella passata stagione, quando nella medesima occasione, il Carpi uscì trionfante dal Franchi. Al termine della gara, il tecnico dei clivensi, Rolando Maran, esprime un parere positivo per quanto concerne la reazione dei suoi ragazzi dopo la sconfitta poco gratificante rimediata al Bentegodi contro l’Atalanta, nell’ultimo turno di campionato, per poi aggiungere di aver visto i suoi uomini lottare fino all’ultimo secondo, alimentando concrete possibilità di passare il turno. Per quanto concerne il rigore concesso ai viola, l’allenatore trentino mostra più di una semplice perplessità in merito alla decisione presa dall’arbitro Celi, lasciando intendere che il contatto di piede di Gobbi ai danni di Bernardeschi non fosse certo da sanzionare con la massima punizione. La Fiorentina apre il 2017 con una vittoria di prestigio che fornisce un’importante autostima in vista del delicato impegno di campionato, quando domenica sera i viola affronteranno, in casa, la Juventus, in una sfida mai banale e dai mille contenuti anche extacalcistici. Nel frattempo, per quanto riguarda il mercato di gennaio, è oramai ufficiale il passaggio, in prestito, del portiere Sportiello dall’Atalanta al club dei Della Valle, restando sempre in attesa su ciò che sarà il futuro di Kalinic, richiesto a peso d’oro dalla società cinese del Tianjin, squadra allenata da Fabio Cannavaro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009