E’ la notte delle stelle: è la notte di Barcellona-Juventus

Di , scritto il 12 Settembre 2017

Torna a riecheggiare la musichetta della Champions per gli stadi d’Europa. Questa sera, in occasione della prima giornata della fase a gironi, per quanto concerne il gruppo D si affronteranno Barcellona e Juventus, in un big match tra i più emozionanti e i più esaltanti tra le gare in programma. Sarà lo scontro tra due compagini reduci da tre vittorie consecutive nei rispettivi campionati, sarà il duello a distanza tra le due stelle del calcio internazionale, ossia gli argentini: Messi e Dybala,e sarà la sfida tra due squadre che vorranno percorrere in toto questo tragitto europeo, giungendo alla finale di Kiev. Per i blaugrana sarà la ghiotta occasione al fine di cancellare la bruciante eliminazione avvenuta nella scorsa edizione quando la Vecchia Signora si impose 3-0 allo Stadium e impattò 0-0 al Camp Nou. La Juventus, invece, non scenderà in campo nelle vesti di vittima sacrificale di turno, nutrendo sì massimo rispetto per l’avversario ma senza snaturare il proprio stile di gioco. Per la spedizione in terra catalana, Massimiliano Allegri ha dovuto rinunciare oltre a Khedira e a Marchisio, anche a Howedes, Chiellini e Mandzukic, tutti non ancora al top della forma. Non farà parte del match neanche Cuadrado che dovrà scontare un turno di squalifica dopo l’espulsione rimediata durante la finale di Cardiff del 3 giugno scorso. Al netto di ciò, il tecnico livornese è ancora alle prese con alcuni dubbi tattici, se affidarsi al consueto “4-2-3-1” apportando alcune novità in merito agli interpreti che scenderanno in campo, oppure se dare spazio ad un inedito “4-3-3”. Le prossime ore, in tal senso, saranno alquanto decisive. Nel frattempo, nella giornata di ieri, i due allenatori, per l’appunto Allegri e Valverde non si sono sottratti alle conferenze stampa della vigilia. Il tecnico bianconero ha così parlato della sfida al Camp Nou, dell’atteggiamento da mantenere, accennando qualche idea sulla formazione da schierare, senza lesinare, altresì, complimenti a Dybala: “ Non c’è niente da inventare, ci vuole entusiasmo e pura incoscienza. Sceglierò i dieci da mandare in campo per creare pericoli al Barcellona. Non ho deciso né uomini né modulo. Riuscire a non prendere goal per tre gare di fila con il Barcellona sarebbe un mezzo miracolo, quindi meglio farne uno. Bernardeschi ha chance di giocare, non so se dall’inizio. E’ una partita di grande fascino. Oramai è la dodicesima volta che affronto Messi, può cambiare le partite in qualunque momento, per noi è uno stimolo affrontarlo e cercare di ripartire dopo la cavalcata dell’anno scorso nel modo migliore”. Infine su Dybala dichiara: “Neymar e Dybala diventeranno i più forti al mondo ma credo che anche senza O’Ney il Barcellona sia insieme al Real la squadra più forte al mondo: sono le candidate per vincere la Champions”. Dalla sponda blaugrana, invece, il tecnico Ernesto Valverde si prepara così alla grande sfida del Camp Nou: “La sconfitta dell’anno scorso brucia ancora. Sappiamo che la Juve è una grande squadra, con grandi giocatori e un grande allenatore. E’ normale questo sentimento di rivincita ma il bello del calcio è affrontare subito gli stessi rivali e noi proveremo a vincerla”. Per quanto concerne Dybala, l’allenatore spagnolo afferma: “E’ un grande giocatore e dobbiamo tenerlo d’occhio. Mancheranno giocatori importanti ma c’è gente come Pjanic e Higuain, che hanno grande valore”. In merito alle qualità e alle caratteristiche dell’avversario, l’allenatore del Barca giudica così la Juventus: “L’anno scorso la Juve ci ha pressati molto alti, a Torino ha fatto tre goal. Ci aspettiamo una pressione di questo tipo anche domani (oggi ndr), perché la Juve vuole giocare così. Sarà una gara molto attraente e stimolante per entrambe le squadre”. Per quanto riguarda le probabili formazioni che scenderanno in campo, Valverde dovrebbe affidarsi al “4-3-3” con Ter Stegen tra i pali, Semedo e Jordi Alba esterni di difesa, centralmente agiranno Piquè e Umtiti. A metà campo spazio al trio Rakitic, Busquets, Iniesta, mentre in avanti Dembelè e Suarez si muoveranno ai lati della punta centrale Messi. Allegri, invece, dovrebbe rispondere con il “4-2-3-1”con Buffon in porta, De Sciglio e Alex Sandro sulle corsie esterne, Barzagli e Rugani coppia centrale. Sulla mediana fiducia al duo Matuidi-Pjanic, mentre sulla trequarti Sturaro, Dybala e Douglas Costa agiranno a supporto della punta Higuain. L’arbitro designato per dirigere il match è lo sloveno Skomina. Brilleranno le stelle, questa sera, nella maestosa cornice del Camp Nou. Da un lato Messi, dall’altro Dybala: estro, classe, tecnica allo stato puro e fantasia, al servizio di una sfida che si preannuncia di elevato interesse.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009