Il Palermo vola in testa alla classifica. Rispondono Venezia, Bari e Parma

Di , scritto il 13 Novembre 2017

La quattordicesima giornata di serie B ha regalato goal, alcuni di essi di pregevole fattura, emozioni a raffica e ribaltamenti di situazione tipici della cadetteria. Il Palermo ha espugnato il “Giovanni Zini” di Cremona, imponendosi per 1-2 nei confronti dei padroni di casa grigiorossi. A passare in vantaggio è la Cremonese, al 21’, con Claiton su assist di Brighenti, ma al 23’ con Rispoli e al 52’ con Chochev, gli uomini guidati da Tedino conquistano l’intera posta in palio. Trionfo esterno anche per il Parma che si traveste da corsaro e mette al tappeto il Cittadella a domicilio. Al “Tombolato” il mattatore del pomeriggio è Emanuele Calaiò autore di una doppietta decisiva siglata al 41’ e all’ 84’, inutile il momentaneo pareggio firmato da Iori, al 73’, su calcio di rigore. Sorride anche il Bari che nel posticipo serale supera con scioltezza un Pescara intimorito ed irriconoscibile, grazie al guizzo di Brienza al 77’. Il Venezia di Pippo Inzaghi continua a sorprendere e nel lunch match delle 12:30 si sbarazza di un Perugia oramai al tracollo con Garofalo protagonista ,al 6’, di un bolide dalla distanza. Nella giornata di sabato, invece, il Frosinone non è andato oltre l’1-1 in casa dello Spezia. Al provvisorio vantaggio dei ciociari siglato dal solito Daniel Ciofani, al 56’, risponde il redivivo Gilardino, al 78’, dagli undici metri. Al “Silvio Piola” di Vercelli crolla l’Empoli superata 2-1 dalla Pro. I toscani mettono la freccia con Caputo al 29’, per poi essere riacciuffati da Firenze al 34’ e sorpassati definitivamente da Castiglia, nella ripresa, al 76’. Pareggio a reti bianche, invece, tra Avellino e Virtus Entella: buon punto in trasferta per Alfredo Aglietti, neo allenatore della compagine ligure. Tornando alle gare disputate ieri pomeriggio, termina 1-1 la sfida tra Carpi e Brescia. I lombardi siglano il vantaggio, all’ 8’, con il solito “airone” Caracciolo, per poi essere ripresi quattro minuti più tardi da un fendente dalla distanza di Verna. Spostando l’attenzione nelle zone basse della classifica, pari interno della Ternana al cospetto del Novara. I piemontesi vanno a segno con Da Cruz al 73’, mentre gli umbri rispondono al 76’ grazie ad una conclusione dall’interno dell’area di Valjent. Al Del Duca di Ascoli passeggia il Foggia che con Camporese e Chiricò stende al tappeto la compagine marchigiana, ultima in classifica. Festival del goal, invece, al Dino Manuzzi tra Cesena e Salernitana, con i padroni di casa romagnoli che siglano il doppio vantaggio al 3’ con Kupisz e al 22’ attraverso una rete da antologia di Koné. I campani tornano in carreggiata al 27’ con Rodriguez, per poi subire la terza rete di giornata, al 66’, con una sfortunata autorete di Pucino. Gli uomini guidati da Bollini non si danno per vinti e prima con Bocalon al 71’ e poi con Ricci al 78’, quest’ultimo dagli sviluppi di un calcio di punizione, escono indenni dalla trasferta in terra di Romagna. Dopo quattordici giornate, classifica corta in serie B, con il Palermo in vetta a quota venticinque, seguono Frosinone e Venezia a ventiquattro, Bari e Parma a ventitré, completano la zona playoff Cemonese, Empoli e Salernitana con ventuno punti all’attivo. In zona retrocessione troviamo il Perugia e la Virtus Entella entrambe con quindici punti, Ternana e Cesena a quattordici, fanalino di coda l’Ascoli a quota tredici. Nella speciale classifica marcatori comanda Caputo dell’Empoli con undici centri all’attivo, seguono Galano e Nestorovski a nove, Mazzeo e Pettinari entrambi a quota otto reti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009