La Juventus comanda ma è l’asse Roma-Genova a divertire

Di , scritto il 15 Dicembre 2014

SerieALa Juventus continua a guardare tutti dall’alto ma le distanze dalle inseguitrici si sono sensibilmente ridotte: se prima la banda di Allegri la dovevi cercare con il binocolo, adesso ne puoi distinguere il respiro a pochi passi. Un respiro forse anche un pelo affannato visti i tre pareggi consecutivi tra campionato e Champions League, ultimo quello contro la bella e spumeggiante Sampdoria. I doriani agganciano i cugini e si affacciano all’Europa che conta dimostrando qualità, costanza e umiltà. Comunque niente di così allarmante per la Juve, dopotutto: i bianconeri hanno soltanto 4 punti in meno rispetto allo scorso anno e questa volta sono riusciti a centrare la preziosa qualificazione agli ottavi di Coppa Campioni, pur mantenendo la testa della classifica; e tra poco ci sarà la tanto agognata pausa natalizia (non prima di aver conteso la Supercoppa italiana al Napoli in un insolito ed esotico appuntamento invernale).

Se la Vecchia Signora è ancora in cima lo si deve anche al rallentamento della Roma rispetto a un anno fa: 2 punti in meno (37 contro 35) ma 6 partite in più nelle gambe, quelle del girone di Champions. Passata l’amarezza per la precoce eliminazione e la conseguente retrocessione ai sedicesimi di Europa League, però, i giallorossi hanno ripreso a marciare. Nella fattispecie lo hanno fatto sulla Genova rossoblu, raccogliendo il bottino pieno grazie al super gol di Naingollan; una rete la sua che significa due punticini rosicchiati alla capolista. Garcia può quindi rasserenarsi un po’ lasciando che il ricordo del Manchester City sbiadisca all’orizzonte, senza tuttavia troppo adagiarsi: nella Capitale sta per arrivare il Milan (rivitalizzato da un Menez in spolvero e da un Bonaventura sempre più leader) che, dopo il 2-0 al Napoli, sente profumo di terzo posto e venderà cara la pelle. Ma soprattutto Totti & C. dovranno tenere alta la tensione perché all’orizzonte si profila anche il derby, e che derby.

La stracittadina di quest’anno consegna ai pronostici anche una Lazio al top di condizione e convinzione: il gruppo di Pioli è tornato a marciare forte nelle ultime tre settimane (due vittorie e un pari), riuscendo a raggiungere il Genoa e affiancando la Samp. Per i biancocelesti c’è grande voglia di imporsi sia contro i cugini che in campionato, dove un piazzamento Champions manca ormai da troppo tempo. A conti fatti è l’asse tra Roma e Genova ad aver regalato, sin qui, le emozioni più forti. La strada verso la giornata numero 38 è lunga e tutta in salita, eppure si potrebbe scommettere sul fatto che le realtà odierne di Genoa, Sampdoria e Lazio non sono un fuoco di paglia. Roma e Juventus sono avvisate.

RISULTATI 15° TURNO SERIE A:

Palermo-Sassuolo 2-1, Lazio-Atalanta 3-0, Juventus-Sampdoria 1-1, Genoa-Roma 0-1, Parma-Cagliari 0-0, Udinese-Verona 1-2, Cesena-Fiorentina 1-4, Milan-Napoli 2-0, Empoli-Torino e Chievo-Inter oggi.

CLASSIFICA:

Juventus 36, Roma 35, Lazio, Sampdoria e Genoa 26, Milan e Napoli 24, Fiorentina 23, Udinese e Palermo 21, Sassuolo 19, Inter* e Verona 17, Empoli* 15, Atalanta 14, Chievo* e Torino* 13, Cagliari 12, Cesena 8, Parma 6.

* una gara in meno

PROSSIMO TURNO:

Cagliari-Juventus, Napoli-Parma, Sassuolo-Cesena, Roma-Milan, Verona-Chievo, Torino-Genoa, Fiorentina-Empoli, Atalanta-Parma, Sampdoria-Udinese, Inter-Lazio



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009