Serie A: Solo un pari per il Milan. Inter: Icardi convocato! Analisi e commenti.

Di , scritto il 02 Aprile 2019

Il Lecce supera il Pescara per 2-0 e vola al secondo posto della classifica di serie B. Le reti di La Mantia al 13′ e Marco Mancosu al 37′ bastano ai salentini per piegare gli abruzzesi, che al 79′ restano anche in 10 per l’espulsione di Marras. In classifica la formazione di Liverani, tre vittorie nelle ultime quattro partite, spicca il volo: i giallorossi sono secondi a due punti dal Brescia e a +1 sul Palermo, che deve recuperare una partita. Il Pescara resta al quinto posto alle spalle del Verona. SPORTAL.IT | 01-04-2019 13:45

”Icardi è convocato”: lo dice il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti alla vigilia della trasferta contro il Genoa. ”Quello svolto da Marotta – continua l’allenatore nerazzurro – è stato un lavoro determinante. Chi ha voluto mettere in contrapposizione, vuole dare una lettura distorta”. “Ha avuto la reazione giusta – aggiunge – e quella nervosa è fondamentale. Gioca titolare, poi nella valutazione di quanto può essere il tempo, siccome ci manca l’attaccante, si vedrà. Se bisogna toglierlo, vedremo, altrimenti giocherà”. Cosa pensa Spalletti del comunicato della curva? “Icardi ci ha già riconquistato allenandosi come si è allenato”, risponde il tecnico. (raisport)

“Mi auguro che queste sconfitte siano la benzina che porta a una reazione: a questo ci dobbiamo proiettare”. Così Claudio Ranieri sul momento della Roma, alla vigilia della sfida di campionato contro la Fiorentina, squadra che ai giallorossi ricorda il 7-1 incassato in Coppa Italia. “Sette gol nella partita di coppa sono tanti – dice Ranieri – e tanti nella stessa zona. Palla lunga a scavalcare la difesa ed è un’arma che la Fiorentina fa molto bene e ha fatto anche gol dopo 35 secondi con l’Inter”. “E’ un modello che ripercorrono molto, al di là di chi gioca – dice ancora Ranieri parlando della Fiorentina – Dovremo stare attenti a non dare la profondità per farci male”. Ma intanto come pensa di risolvere i problemi della Roma? “Sto pensando 25 ore al giorno come aiutare questa squadra -risponde il tecnico – Non è facile, credetemi, ma ci sto mettendo tutto me stesso. Valuterò bene tutti gli uomini, il sistema di gioco e gli avversari. Dzeko e Schick? Uno potrebbe finire in panchina”. (raisport)

Il conto alla rovescia per la conquista dello scudetto – alla Juventus mancano quattro vittorie – parte in piena emergenza. Gli indisponibili per Cagliari sono 9: a Ronaldo e ai quattro convalescenti (Cuadrado, Khedira, Douglas Costa e Barzagli) si sono aggiunti Dybala -confermato lo stop per il problema al polpaccio – Spinazzola (ginocchio), Perin (spalla) e Mandzukic (attacco febbrile). Per avere un numero sufficiente di giocatori, Allegri ha attinto a piene mani dalla ‘Primavera’. Ronaldo prosegue nella corsa contro il tempo, dopo la lesione muscolare patita in Portogallo-Serbia, per essere a disposizione il 10 aprile ad Amsterdam, compito “difficile” secondo Allegri ma non impossibile, nonostante la prudenza in questo momento abbia la meglio sull’entusiasmo. “Sta lavorando, speriamo diaverlo con l’Ajax – ha aggiunto il tecnico bianconero -. E’ difficile, ma ci proviamo, lui sta lavorando bene tutti i giorni e bisogna essere fiduciosi”. Anche perché gli ultimi esami sostenuti dal cinque volte Pallone d’oro “vanno molto meglio. Ma abbiamo tempo per valutare le cose con attenzione, considerando i prossimi esami e la sintomatologia del giocatore”. Con l’attacco spuntato, a Cagliari si apre un nuovo scenario per Moise Kean, autore del gol partita con l’Empoli e in uno splendido momento di forma, come aveva dimostrato con le due reti in Nazionale: “É giovane, ha entusiasmo, ha fatto un altro gol e sta bene – spiega l’allenatore bianconero -. Per lui domani è un bel test, ha qualità importanti ma ci vuole calma. Ci vuole qualcuno che lo tenga giù, altrimenti bisogna dargli da mangiare con la balestra. Bisogna sapersi gestire, speriamo che ci sia qualcuno che lo aiuti a farglielo capire, perché si fa in fretta a perdersi per strada”. Vola alto Kean, spinto a suon di gol, ma alle sue spalle scalpitano altri giovani interessanti, convocati per la trasferta di Cagliari: “Domani dovremmo essere 13 giocatori di movimento, più tre giovani. Verranno Nicolussi, Mavididi e Kastanos. Sarà una partita difficile, troveremo un Cagliari che in casa ha fatto 24 punti su 33, ha subito solo 13 gol ed è in un buon momento di forma e vorrà fare un’impresa storica. Crossano molto, lottano in un campo piccolo, – prosegue l’analisi del tecnico bianconero – dobbiamo mantenere alta la tensione perché il Napoli non ha nulla da perdere e potrebbe anche vincerle tutte”. (raisport)

L’Arsenal supera 2-0 il Newcastle nel monday night della 32ª giornata di Premier League, portandosi al terzo posto a quota 63. Alla mezzora Ramsey porta in vantaggio i gunners. Nella ripresa, al 38′ la seconda rete ad opera di Lacazette. (raisport)

Francesco Baiano parla a Marte Sport Live: “Ho visto un ottimo Napoli e una Roma in confusione che non corre. Gli azzurri sono stati bravi ad evidenziare tutti i problemi dei giallorossi. Il Napoli ha giocato da grande squadra e ha avuto vita facile. La sfida con l’Empoli? I toscani hanno bisogno di punti, questa è l’insidia per la squadra di Ancelotti. L’Empoli proverà a mettere in difficoltà il Napoli e conquistare almeno un punto. Con il ritorno di Andreazzoli, si punta soprattutto al gioco, poi ovviamente bisogna concretizzare le occasioni. (radiomarte)

Il Napoli si è ritrovato questa mattina al centro tecnico di Castel Volturno in vista della sfida contro l’Empoli, in programma mercoledì alle 19 al Castellani. Terapie per Hysaj e Mertens: il terzino è uscito a scopo precauzionale all’Olimpico per un fastidio all’adduttore, Mertens ha riportato un lieve trauma contusivo alla tibia. E’ tornato in gruppo David Ospina. (radiomarte)

Si è appena concluso il primo tempo di Milan-Udinese, primo anticipo della 30esima di campionato. Rossoneri in vantaggio con Piatek. Da segnalare per i rossoneri l’infortunio a Donnarumma, costretto ad uscire al minuto 11 e sostituito da Reina. Per lui fastidio muscolare. Non solo Gigio. A fine primo tempo out anche Paqueta. (tuttonapoli.net)

Queste le parole dell’attaccante del Napoli, Arek Milik, rilasciate ai microfoni di Dazn: “Ho rivisto un po’ di volte il mio gol contro i giallorossi, i tifosi me lo mandano anche su Instagram. E’ un bel gol, lì per lì non ci ho pensato, ho pensato solo a vincere la partita. Se lo avessero fatto Messi o Ronaldo? Sono chiacchiere tra tifosi, non mi interessano: so che i tifosi in tutto il mondo parlano, per loro uno è scarso, per un altro magari è fortissimo. Io non mi sento sottovalutato solo perché mi chiamo Milik. Gioco nel Napoli! Sono abituato alle critche, non mi danno fastidio. Mi sono allenato tanto sui calci da fermo. Ognuno ha la sua maniera di batterle: Ronaldo, David Luiz, Drogba. Io ho visto tanti video di tiratori forti, magari qualcosa ho preso. Ancelotti ci concede sempre un giorno per provarle, ha visto che in allenamento facevo bene e mi ha dato fiducia. Contro il Parma ha detto a Koulibaly di dirmi di batterla sotto la barriera, ci ho pensato: poteva funzionare e infatti è andata bene. La cosa piu’ importante e’ la rincorsa, se non la faccio bene, non riesco a calciare bene. So che assomiglia a un passo di danza, ma non dite che parea quella di Lewandowski, perché io sono stato il primo. La chiamerei la Polka di Milik, è un nome che mi piace. Quella contro la Lazio la punizione più bella. Ajax? Contro i bianconeri sara’ difficilissimo, loro sono favoriti, ma io tifo Ajax. Ad Amsterdam ho tanti ex compagni: occhio a Lasse Schone, lui le punizioni le batte benissimo”. (tuttonapoli.net)

In campo alle 21 Cagliari-Juventus per il secondo anticipo della 30esima giornata di campionato. Diverse assenze per Allegri costretto a schierare una formazione inedita contro i sardi. Ecco le scelte ufficiali dei due allenatori: Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Lykogiannis, Ceppitelli, Pisacane, Srna; Faragò, Cigarini, Ionita; Barella; Joao Pedro, Pavoletti. All. Maran. Juventus (3-5-2): Szczesny; Caceres, Bonucci, Chiellini; De Sciglio, Can, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Kean, Bernardeschi. All. Allegri (tuttonapoli.net)

Nel primo anticipo della 30a giornata di Serie A, il Milan conferma il suo momento no e non va oltre l’1-1 casalingo contro l’Udinese. Nel finale di un primo tempo avaro di emozioni, Piatek di testa porta in vantaggio i rossoneri (44′), che avevano perso Donnarumma e Paquetà per infortunio. Nella ripresa Tudor inserisce Okaka che cambia il match: dai suoi piedi nasce il contropiede finalizzato da Lasagna (65′). Ora il 4° posto è a serio rischio.

(sportmediaset)



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009