Inizia l’11ma giornata con Napoli-Empoli. Analisi e commenti.

Di , scritto il 02 Novembre 2018

Con Napoli-Empoli, in programma venerdì sera allo stadio San Paolo, prende il via l’undicesima giornata di andata della massima serie.

Gli azzurri di Ancelotti, che anticipano per preparare al meglio la decisiva sfida di martedì di Champions League con il Paris Saint Germain, sono a -6 dalla Juventus e faranno il possibile affinché il margine non si dilati. Sabato sera i bianconeri, che hanno fino a ora vinto nove delle dieci gare disputate in campionato (un solo pareggio, con il Genoa) ospiteranno il Cagliari. Nel pomeriggio di domani in campo anche l’Inter, a sua volta a -6 dalla capolista: anche gli uomini di Luciano Spalletti, reduci dalla trionfale trasferta romana (3-0 alla Lazio, con Mauro Icardi che ha risposto con una doppietta alla doppietta di Cristiano Ronaldo a Empoli), saranno di scena sul terreno amico, contro il Genoa, alla seconda gara in quattro giorni al ‘Meazza’ dopo la battuta d’arresto subita in extremis di fronte al Milan.

“Sono certo che riusciremo a fare una partita sullo stesso livello delle precedenti. Ho visto i ragazzi in allenamento, mi hanno trasmesso sicurezza, siamo in un buon momento. Ci sono parecchie squadre che vorrebbero avvicinarsi alla Juve, l’Inter è in serie positiva e si è avvicinata. Questo aumenta la competizione e, di conseguenza, si abbassa la quota scudetto. Il livello del gioco mi soddisfa anche se le insidie sono sempre dietro l’angolo. La squadra mi piace, questo è un Napoli che mi dà emozioni. Non sto pensando alla sfida di martedì con il Paris Saint Germain: avremo tempo per prepararla” ha raccontato Carlo Ancelotti, che contro i toscani riproporrà Dries Mertens: il belga, grandissimo protagonista con Maurizio Sarri, sta soffrendo il fatto di non essere impiegato con continuità e ha manifestato un certo disagio.

Un passo alla volta per il Napoli, quindi. Battere l’Empoli, per non ripetere il pareggio con la Roma, e poi pensare alla Champions League: a Parigi i francesi hanno sofferto e tanto, pareggiando solo in zona Cesarini grazie a una prodezza di Di Maria.

 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live, è intervenuto Gianni Di Marzio: “Anti-Juve? Fino a domenica è stato il Napoli, ma l’Inter ha dimostrato una forte mentalità vincendo ieri contro la Lazio. Ha una grande rosa fatta di uomini freddi, dell’est, poi c’è Icardi che fa gol a raffica. Credo però che il Napoli sia la favorita, perchè l’Inter è sempre discontinua. Partner ideale di Insigne? Higuain direi, ma anche Cavani che è poliedrico sarebbe stato l’ideale per Carlo Ancelotti. Milik doveva maturare in una squadra di media-alta classifica. L’avrei girato in prestito al Bologna o squadre simili. Mertens è quello che può sgusciare più facilmente. A questo Napoli servono attaccanti importanti e spero che Carlo Ancelotti possa entrare nell’ordine di queste idee. Hamsik? Soffre fisicamente in questo momento. Cavani a Napoli? Venerato è un collega molto serio ed è sempre molto attento se ha detto una cosa simile vorrà dire che ha fonti certe. Cavani ovviamente è l’attaccante ideale, ma non c’è solo lui. Penso che però che la questione Cavani sia solo una telenovela, a meno che Ancelotti non convinca il presidente ad acquistarlo. I 58 anni di Maradona fanno sempre un certo effetto e avremmo voluto vederlo in campo a qualsiasi età. Maradona è di un altro mondo calcistico, è dell’Olimpo e vedeva le cose prima degli altri e poi aveva una personalità incredibile e quando voleva vincere, entrava in campo e vinceva da solo. Per fare l’allenatore a certi livelli deve circondarsi di uno staff adeguato e lui deve fare come il direttore tecnico e quindi decidere la formazione e i cambi”.

 

Arrivano altre buone notizie per il Barcellona in vista della partita di Champions League contro l’Inter. Dopo il ritorno in campo di Messi, nella seduta odierna di allenamento si è rivisto anche Samuel Umtiti, che ha svolto parte della seduta con il gruppo.

 

Il Genoa pensa già al mercato e Il Secolo XIX di questa mattina parla dei possibili scenari legati alla posta. Federico Marchetti potrebbe aver già terminato la sua avventura in rossoblù e Radu è sotto esame: il rumeno ha due mesi per convincere da titolare, se ci riuscirà sarà caccia alla sua riserva ma in caso contrario il Grifone cercherà un estremo difensore di peso. Sondaggio effettuato con Emiliano Viviano ma l’ex Samp per ora ha declinato l’offerta. L’altra pista porta invece a Orestis Karnezis del Napoli.

 

“Cavani infiamma Napoli”. Questo il titolo de Il Mattino di oggi in vista della sfida di Champions League che vedrà il centravanti far ritorno nella città che lo ha reso grande con il suo PSG. Il Matador ha affermato: “La Champions è la nostra priorità, se perdiamo sarà complicato passare”. Stasera il Lille e l’uruguaiano potrebbe riposare.

 

Ciccio Graziani è intervenuto nel Processo di Sportiva: “L’Inter con questa continuità di risultati e gioco può ambire a traguardi importanti. È una squadra costruita per stare in alto ed è consapevole dei propri mezzi, ha accorciato molto il gap e occupa una posizione ottimale. Inter e Napoli non possono permettersi passi falsi. Solo la Juventus può perdere il campionato, che però gli interessa meno rispetto alla Champions. Il fatto che Gattuso inizi a cambiare qualcosa mi piace. Una squadra non può avere solo un assetto tattico. Al Milan servirebbe un’alternativa a Higuain e Cutrone, uno alla Quagliarella. Ibrahimovic? No, verrebbe per fare la primadonna”.

 

Carmine Gautieri, doppio ex di Napoli e Empoli, ha parlato a Radio Sportiva durante Diretta Sportiva: “Napoli-Empoli sarà una bella partita. La squadra di Ancelotti farà la partita e non avrà la testa al PSG. Il Napoli è una squadra che può giocare con qualsiasi modulo, ma con il 4-4-2 si esprime al massimo. Bravo Ancelotti a capirlo subito. L’Empoli gioca un buon calcio e dispiace vederlo nei bassifondi della classifica. Ma alla lunga il lavoro pagherà e verrà fuori”.

 

Graziano Battistini, ex portiere e oggi agente tra gli altri anche di Alessio Cragno, numero uno del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva durante Diretta Sportiva: “Alessio sta facendo bene, deve continuare così. Essere il portiere del Cagliari ti fa crescere. Sta vivendo la stagione con determinazione e serenità. Offerte per lui? Il passato è passato. Bisogna sottolineare che gioca con una squadra importante come il Cagliari. A gennaio non si muove. Il Cagliari può fare una partita gagliarda e magari portare via punti dallo Stadium contro la Juventus”.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009