Napoli: Per Meret recupero lento. Italia: Mancini non convoca Balotelli e Belotti. Torino: Mazzarri contro tutti!

Di , scritto il 06 Ottobre 2018

Dalla certezza di tornare a disposizione di Ancelotti per la terza giornata di campionato, contro la Fiorentina, la prima dopo la sosta di settembre, al mistero più fitto e a un ritorno in campo oggi senza data.

Il calvario di Alex Meret non sembra avere fine dopo la frattura dell’ulna subita nel primo allenamento del ritiro di Dimaro. Dopo un inizio balbettante, Karnezis e Ospina stanno fornendo le certezze necessarie, ma l’investimento nel ruolo il Napoli in estate l’ha fatto per l’ex Spal e Udinese, il cui recupero dall’infortunio procede in maniera molto più lenta del previsto. Per questo la presenza tra i convocati per la trasferta di Belgrado contro la Stella Rossa rischia di essere l’unico “segnale di vita” dato da Meret ancora per molto tempo.

Come riporta Il Mattino, infatti, il portiere è alle prese con la lenta calcificazione del callo osseo. Il 15 ottobre Meret sarà sottoposto ad una nuova visita di controllo, ma nella migliore delle ipotesi il rientro tra i disponibili non avverrà prima della partita dell’11 novembre contro il Genoa. Altrimenti ci sarà da aspettare il ritorno del campionato dopo la sosta della settimana successiva, quindi la partita contro il Chievo del 21 novembre.

 

Durante il dialogo con gli ascoltatori nel Microfono Aperto, Bruno Longhi ha risposto alle domande in diretta. Ecco alcuni estratti principali del suo intervento:

Sulla situazione di Cristiano Ronaldo: “Pensare che ci sia la longa manus dietro l´espulsione e le accuse per CR7 mi sembra impossibile. Non penso che Florentino Perez possa arrivare a fare in modo di riaprire un processo, stiamo esagerando”.

Sulle romane: “La Roma doveva pagare lo scotto a centrocampo e sugli esterni ed è un po´ altalenante. Ha tentennato con il 4-3-3 mentre sta andando meglio con il 4-2-3-1. Gli attaccanti hanno segnato meno perché arrivano pochissimi palloni. La Lazio mi sorprende: ha iniziato con due sconfitte, poi con cinque vittorie e altri due pesanti K.O.. Ha esaurito i bonus o al cospetto di squadre forti non è più all´altezza come la scorsa stagione? Propendo per la seconda”.

Sulla lotta retrocessione: “Su Chievo e Frosinone sono quasi sicuro dell´addio alla Serie A. Le vedo in difficoltà e sono le meno attrezzate. Ce ne sono però tante altre che lotteranno per evitare il terzo posto”.

Su Kean: “Avrà poche possibilità di giocare. Anche nel caso in cui la società facesse man bassa di punti la Juventus gioca sempre per vincere e difficilmente avrà molto spazio. Magari potrà andare ancora in prestito”.

Sulla speranza Champions della Fiorentina: “Si può, gioca bene e si fa apprezzare però è una squadra che può approfittare di errori delle altre. Le serve la giusta continuità e non è sempre facile”.

 

Finalmente sta per cominciare il campionato di basket. Nello spazio di approfondimento legato alla palla a spicchi il collega di Eurosport Mario Castelli ha presentato le gerarchie della stagione:

Sul campionato: “La distanza dell´EA7 appare ancora più ampia: sembrano decisamente avanti a tutti e in Supercoppa già lo hanno mostrato. Hanno migliorato il roster e acquistato campioni di valore assoluto”.

Su Torino di Brown: “Una squadra che al momento va ad alti e bassi, l´Eurocup lo ha dimostrato. Colpisce il potenziale che la formazione ha perché dà l´idea di avere margini di miglioramento assoluti. Influisce il poco tempo che hanno avuto a disposizione ma con un autentico fenomeno in panchina può succedere di tutto”

Sulle altre: “Venezia è la contendente più importante, due anni fa ha vinto il titolo e l´anno scorso la Regular Season. Sassari è squadra interessante e da seguire. Reggio Emilia parte un po´ in ritardo anche per l´addio di Menetti”.

 

Grande cuore e conoscitore del mondo granata, Renato Zaccarelli ha analizzato la prestazione del Torino contro il Frosinone nell´anticipo dell´ottavo turno di campionato:

Sullo sfogo di Mazzarri: “Mi ha sorpreso, ha giustificato dicendo che ha vinto però a velocità normale ero più preoccupato che l´intervento di Godaniga avesse impedito a Sirigu di intervenire, il resto era un´azione normale. Credo che l´arbitro si sia consultato con il VAR e pensato che l´ostruzione non fosse degna di nota”.

Sulla gara con il Frosinone: “Prima parte di gara meritatamente in vantaggio, poi ha abbassato il baricentro e ha permesso all´avversario di rimettersi in gioco. Loro la sentivano tanto anche per la situazione dell´allenatore. È un passaggio che deve far riflettere: se vuoi essere fra quelli che competono queste situazioni vanno gestite meglio”.

Su Belotti non convocato in azzurro: “Non conosco le dinamiche della Nazionale, probabilmente Mancini vuole testare giovani come Cutrone che stanno facendo bene. Belotti non ha brillato fin qui e un turno di riposo ci può stare ma credo che non avrà problemi a riconquistare la nazionale”.

 

Si è riaperta l’inchiesta che vede protagonista Cristiano Ronaldo, accusato di stupro ai danni di una modella a Las Vegas nel 2009. Per difendersi l’attaccante della Juventus ha ingaggiato David Chesnoff, il cosiddetto avvocato dei vip, che in passato ha difeso Tyson e Agassi tra gli altri e che per su questa vicenda s’è espresso con un comunicato: “Ronaldo respinge categoricamente ogni accusa. La Polizia indaga dal 2009 e non ha formulato accuse, abbiamo la fede più completa nel sistema giudiziario”.

 

Fuori da inizio luglio, da inizio stagione, dall’inizio della sua avventura al Napoli. Ma ora vuole riprendersi. “Lavorando per rientrare al più presto”, ha scritto su Instagram Alex Meret, portiere azzurro di belle speranze ma ancora indisponibile per Ancelotti. L’estremo difensore classe ’97 ha postato una foto in allenamento. È ai box per infortunio dal primo giorno di ritiro dopo un problema alla mano sinistra.

 

Walter Mazzarri visibilmente nervoso al termine della vittoria del suo Torino col Frosinone. Nel post-partita, davanti ai microfoni, il tecnico è sbottato in diretta: “Calo di tensione dopo il 2-0? È l’allenatore che non è buono. Tecnicamente sono stanco di perdere punti. Gli arbitri influiscono sui risultati e ci hanno provato anche oggi. Ed è arrivato il momento di parlarne. Con la Roma ci hanno tolto punti, oggi su Sirigu il fallo è clamoroso. Ma è stata così tutta la conduzione di gara, poi i punti non ce li restituisce nessuno. Ora basta. Meritiamo attenzione. Se avessi perso non avrei parlato ma adesso basta. Accanimento contro il Torino? Vedo atteggiamenti strani, brutti. Anche contro il Napoli andava espulso Koulibaly sul 2 a 1 ma nessuno ha visto nulla”.

 

“La convocazione in Nazionale gratifica il giocatore che la ottiene con il lavoro nel club. Non ho parlato con Andrea, ma evidentemente deve dare di più, dimostrando così a Mancini di avere sbagliato”. Il direttore sportivo del Torino, Gianluca Petrachi, commenta così l’esclusione di Belotti dalle convocazioni di Mancini per l’amichevole della prossima settimana contro l’Ucraina e la sfida di Nations League in Polonia

 

“È stata una settimana come le altre dal punto di vista il lavoro, poi è normale che Roma sia un capitolo importantissimo della mia vita. Parliamo di un ambiente dove sono accolto bene e trattato ancora bene e trattato ancora meglio, dove ho amici fraterni e dove ho trovato una società che mi ha trattato con i guanti di velluto, dimostrando nei mei confronti sempre la massima considerazione”. Così il tecnico dell’Empoli Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Roma. “Rivedere Totti? Ritrovo lui e molti altri: abbiamo visto crescere tanti ragazzi, alcuni maturare e altri invecchiare. Quando vivi a contatto con loro per 12 anni ti rimane molto, anche al di là dell’aspetto professionale e sono moltissimi gli aneddoti che mi sono rimasti dentro, quasi tutti belli”. Sulla sfida: “Sarà difficile ma ce la giochiamo”.

 

 

Il tribunale del Riesame di Palermo, accogliendo il ricorso della Procura, ha disposto gli arresti domiciliari, negati in prima istanza dal Gip, per il patron del Palermo Maurizio Zamparini accusato tra l’altro di riciclaggio e autoriciclaggio. L’inchiesta è coordinata dai pm Dario Scaletta e Francesca Dessi’, dall’aggiunto Salvo de Luca e dal procuratore Francesco Lo Voi. Il provvedimento non è esecutivo fino alla pronuncia della Cassazione

 

 

Sebastian Giovinco ha commentato con poche parole il suo ritorno in Nazionale. “Felice di tornare”, ha scritto su Instagram la “Formica Atomica” postando una sua foto in azzurro.

 

Storico accordo raggiunto tra la CONMEBOL, Confederazione Sudamericana del Calcio, e Facebook. Quest’oggi, tramite un comunicato, è stato ufficializzato l’accordo per i diritti di trasmissione della Copa Libertadores per il ciclo commerciale 2019-2022. Facebook si è aggiudicata i diritti delle gare del giovedì in esclusiva nei paesi membri della confederazione (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perú, Uruguay e Venezuela) e di una partita a settimana del martedì o mercoledì in contemporanea sugli altri media di lingua spagnola della stessa lega.

 

 

Dopo la società, Pioli e i compagni di squadra anche i tifosi hanno voluto inviare un messaggio d’affetto a Federico Chiesa, finito al centro delle polemiche per il rigore conquistato contro l’Atalanta e le dure parole del tecnico della squadra bergamasca Gasperini che gli ha dato di simulatore. Oggi sulle cancellate dello stadio Franchi è apparso uno striscione a firma 1926, il gruppo di riferimento della curva Fiesole: “Fede non ti curar di loro ma guarda e passa”, il testo del messaggio che si rifà a un celebre verso di Dante Alighieri nel III canto dell’Inferno.

 

 

Questi i convocati del ct Mancini per le due partite contro Ucraina e Polonia. Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino). Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Genoa), Danilo D’Ambrosio (Inter), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan). Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Federico Bernardeschi (Juventus), Giacomo Bonaventura (Milan), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Marco Verratti (Paris Saint Germain). Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Sebastian Giovinco (Toronto FC), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Simone Zaza (Torino).

 

 

Assente dai convocati della Nazionale del Gambia a settembre per problemi familiari, il difensore blucerchiato Omar Colley è stato escluso nuovamente dai convocati del ct Tom Saintfiet. Capitano degli africani non sarà dunque presente per la doppia sfida al Togo. Intervistato dalla BBC Colley non ha saputo spiegare i motivi dell’esclusione: “Sono scioccato da questa situazione perché sono un fedele ambasciatore del mio paese e non ho fatto nulla per essere punito. La priorità massima l’ha sempre la mia famiglia, non è giusto non convocarmi anche perché ho rappresentato il Gambia a tutti i livelli e sono sempre pronto a difendere i colori nazionali. Gioco in uno dei massimi campionati europei”.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009