Juventus-Spal 2-0

Di , scritto il 24 Novembre 2018

La Juventus ha battuto 2-0 la Spal nel secondo anticipo della 13.a giornata di Serie A continuando la cavalcata in testa alla classifica. Una sfida senza storia e aperta al 29′ dal sinistro vincente di Cristiano Ronaldo sugli sviluppi di un calcio piazzato calciato da Pjanic. La reazione estense non arriva e al 60′ è Mandzukic a mettere la firma sul match ribadendo a rete da pochi passi una respinta di Gomis su tiro di Douglas Costa.

Cristiano Ronaldo sta rivelandosi per quello che e’: un giocatore decisivo. Col suo nono gol in campionato (31.mo nell’anno solare) ha aperto le danze in questa partita inizialmente non facile per la Juve che e’ tuttavia fra squadre (le altre sono PSG e Barcellona) che hanno sempre segnato.

La Spal ha giocato una buona mezzora, poi ha finito per cedere l’iniziativa alla squadra di Allegri, alla dodicesima vittoria in campionato. La Juve nella ripresa ha colpito un palo con Douglas Costa (partitissima senza gol), ha sbagliato delle occasioni (anche con Ronaldo). Ma CR7 ha dato l’avvio all’azione del raddoppio bianconero, siglato da Mandzukic. E’ continuata quindi la marcia della Juve verso il traguardo dei 103 punti nel 2018 e gli altri suoi record piu’ a lungo termine, come quello dell’ottavo scudetto consecutivo.

La Spal ha cercato di opporsi, ma non le e’ riuscito il colpaccio che aveva fatto all’Olimpico contro la Roma. Ora la Juve (85 punti nell’anno solare) da qui a fine anno dovra’ affrontare la Fiorentina in trasferta, l’Inter, il derby col Torino, la Roma, l’Atalanta a Bergamo e la Samp: fare 103 punti e’ aritmeticamente possibile. E’ altrettanto raggiungibile il primato della la difesa meno battuta con soli 17 gol subiti nell’anno solare (8 in questo campionato), con una sola sconfitta.

Per i ferraresi, un avvenire incerto: le terzultime sono vicine, nonostante la squadra di Semplici giochi un buon calcio. Allegri, privo di alcuni centrocampisti (Khedira, Emre Can e Bernardeschi), in vista della Champions aveva deciso di mandare in porta Perin e in difesa De Sciglio e Rugani. Sulle corsie esterne Cuadrado e Douglas Costa. Semplici aveva utilizzato dall’inizio Bonifazi in difesa e Kurtic a centrocampo. Chi l’avrebbe mai detto che la Spal sarebbe stata cosi’ ardimentosa sul campo della Juve, da giocare nella meta’ campo bianconera per un bel po’? La Juve in realta’ alla prima occasione aveva segnato grazie ad un autogol di Felipe, che era stato annullato perche’ su rimessa la palla non era uscita dall’area o perche’ Mandzukic e’ stato considerato in area.

Un annullamento che ha lasciato dubbi. Il possesso palla della squadra ferrarese ha comunque infastidito i bianconeri che si sono svegliati dopo una ventina di minuti: Douglas Costa ha sparato da fuori, impegnando di sinistro a terra Gomis. Un’altra accelerazione del brasiliano e’ stata conclusa da un tiro di poco fuori bersaglio. La Juve ha alzato i ritmi e al 29′ su una punizione da destra di Pjanic, Ronaldo si e’ fiondato oltre i difensori insaccando di sinistro di prima intenzione, sbloccando la partita. Kurtic ha tentato di farsi sentire, ma non ha inquadrato la porta. Pjanic ha poi mandato alta una palla di Cuadrado da sinistra.

Antenucci e soci hanno creato qualche situazione pericolosa in area bianconera, ma non hanno concluso quasi mai. A parte Ronaldo, in evidenza Douglas Costa (in gran serata) e De Sciglio nella Juve, Lazzari e Bonifazi fra i ferraresi. Nella ripresa, la Juve ha cercato il raddoppio. Al 5′ un gran tiro di sinistro di Douglas Costa ha incocciato il palo interno alla destra di Gomis, ma la palla e’ tornata in campo e Ronaldo da due passi ha messo incredibilmente fuori. Anche la Spal si e’ resa attiva con Petagna.

Poi e’ entrato Valoti al posto di Missiroli. Al 15′ Ronaldo con un perentorio scatto sulla sinistra ha conquistato palla, ha dato all’indietro a Douglas Costa che ha sparato, Gomis ha respinto verso Mandzukic che ha raddoppiato. La Spal ha cercato di riaprire la partita con Cionek (testa fuori) e Kurtic (sinistro fuori). Un sinistro di Ronaldo ha costretto Gomis ad allungarsi sulla sinistra. Allegri ha fatto entrare Matuidi per Douglas Costa. Ronaldo ha tentato di arrotondare di piu’ il risultato, ma ha mancato di poco alcune occasioni. Valdifiori ha preso il posto di Schiattarella e Paloschi quello di Petagna. E’ entrato pure Chiellini al posto di Alex Sandro.

La Spal ha giocato gli ultimi minuti all’attacco, ma la partita era gia’ decisa e i suoi sforzi sono stati pleonastici. La Juve, che ha continuato la sua marcia in vetta in maniera imperterrita, e’ in un anno di grazia. Ora aspetta solo di completare l’opera in Champions.

Fonti: Rai Sport e SportMediaset



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009