Verona-Juventus 1-3

Di , scritto il 31 Dicembre 2017

La Juventus ha battuto il Verona allo stadio “Bentegodi” con il risultato di 3 a 1. Dobbiamo però affermare che la squadra Scaligera ha disputato un buonissimo incontro. La Juventus Adesso è a meno 1 dal Napoli e in pratica contende alla squadra partenopea Lo scettro di squadra più forte d’Italia. Per quanto riguarda quest’anno La Juventus è sicuramente più aggressiva degli Azzurri, che però molto probabilmente hanno un gioco migliore dei bianconeri. Anche nella gara di questa sera La Juventus ha giocato in modo aggressivo ed è riuscita a realizzare tre gol soprattutto grazie all’estro di Dybala, che sembra essere tornato agli antichi splendori. Il Verona ha fatto la sua onesta partita però non è riuscito a prendere nessun punto. Sia il Napoli che la Juve Si contenderanno fino alla fine Lo scettro di squadra più forte d’Italia. L’Inter Ormai sembra staccata Anche se le sue ambizioni sono ancora vive soprattutto per quanto riguarda un posto in Champions League. Anche la Lazio che ha pareggiato con l’Inter sembra una squadra molto forte che però manca un po’ di precisione sebbene possa lottare anche ella per un posto in Champions. La Juventus ha giocato una gara molto reattiva contro un Verona che non ha demeritato ma che è mancato in fase conclusiva. E’  risultata essere molto strana  la scelta di Pecchia di non schierare Pazzini, che è forse uno dei giocatori più forti nell’organico della compagine veneta, che ancora naviga in quota retrocessione e nel prossimo turno se la dovrà vedere contro il Napoli, allo stadio “San Paolo”, mentre la Juventus giocherà a Cagliari, contro la squadra Sarda, che oggi ha battuto l’Atalanta per 2 a 1. Si auspica un torneo ancora vibrante.

 

La partita tra Verona e Juventus è terminata con il risultato di 1-3

Allegri vince a Verona e torna a -1 dal Napoli. Al gol di Matuidi per i bianconeri aveva risposto al 59’ l’ex Caceres. Dybala però restituisce il vantaggio ai bianconeri con la rete del 1-2. Ad arrotondare il risultato arriva poi il terzo gol messo a segno ancora dall’argentino. La Juventus conclude quindi al secondo posto la prima metà del campionato.

 

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium dopo la gara vinta contro il Verona:

“Importante che Dybala sia tornato al gol, dopo ha giocato anche meglio, sapeva che alcune cose non gli venivano. Ha tirato meglio anche le punizioni. Le condizioni psicologiche sono tutto. La squadra sa di non aver fatto una bella partita dopo un inizio bello, abbiamo sbagliato tanto, rischi di perdere i tre punti. Non possiamo permettercelo per non perdere punti dal Napoli che fa cose straordinarie. Le altre non sono tagliate fuori, ci sono diciannove partite, guardiamo chi sta davanti come il Napoli. Fino a stasera abbiamo cinque trasferte e due in casa, per noi e’ il momento decisivo del campionato, queste sono gare difficili da preparare e le più importanti”.

Squadra che fa fatica a ripartire con centrocampo a tre? Giocando con Dybala, Mandzukic e Higuain a destra eravamo uno in meno perdendo palloni e con ripartenze. Tolto Udine il Verona veniva da ottime prestazioni, la Juve non vinceva a Verona dal 2001. Napoli di Sarri, difficile superarlo? Dobbiamo cercare di stare in tutti gli obiettivi, il campionato si deciderà nelle ultime partite, il Napoli ha fatto 99 punti, cose straordinarie, gioca un bel calcio, un’antagonista, stiamo lì con calma, non c’è fretta, non si scappa”.

Prima del gol di Dybala lo stava per sostituire? No, con Mandzukic, in queste serate va in risparmio energetico. La testa e’ tutto quando sei a posto psicologicamente le cose vanno meglio, a Paulo dico di non pensare, i primi due tiri di Higuain ha tirato con cattiveria. Quando si è dentro il campo bisogna giocare con cattiveria, Paulo e’ cresciuto molto. Lui deve pensare solo al suo percorso senza pensare ai paragoni che gli fanno male, con Neymar sarà tra i più forti al mondo, non deve pensare a quello ma a migliorarsi giorno per giorno, ha fatto due gol di destro, senza pensare alle ansie e ad altro”.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009