Sassuolo-Napoli 1-1

Di , scritto il 10 Marzo 2019

La mercanzia del calcio, di questo calcio, ha fatto scaturire il risultato di 1-1 fra Sassuolo-Napoli. Ci è mancato poco: gli azzurri se la sono vista brutta contro una compagine emiliana molto motivata. L’1-1 finale è merito di Insigne che finalmente, dopo il rigore sbagliato contro la Juventus, ha realizzato su svarione difensivo avversario, il pareggio che non risolve, comunque i problemi del Napoli. Ormai a -18 dalla Juventus, sempre più campione d’Italia. Per dover di cronaca, i campani, devono assolutamente stare attenti al secondo posto, poichè il Milan, viene da una sfilza di risultati positivi e di vittorie e può davvero soffiare il posto d’onore ai partenopei. Sono 6 i punti di distanza che separano le due squadre, tenendo presente che c’è sempre di mezzo l’Inter a -7 dal Napoli stesso. E nella prossima giornata di campionato c’è il derby di Milano, che potrebbe significare molto per entrambe le squadre e in un certo senso, favorire proprio gli uomini di Ancelotti, che invece, se la vedranno in casa, con l’Udinese. Ma prima c’è il ritorno di Europa League fra Salisburgo-Napoli e fra Inter-Francoforte. D’altronde, la classifica del Napoli, parla chiaro: 57 punti, in 27 partite, frutto di 17 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte. 48 reti realizzate e 21 subite. Il Sassuolo, grazie a questo pareggio e alla rete di Berardi, fa un altro passo verso la tranquillità. Con 36 punti in graduatoria.

Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli, dopo il pareggio contro il Sassuolo è intervenuto al microfono di Sky Sport: “Per come s’era messa la partita il pareggio va bene, anche se ci va un po’ stretto. Siamo stati poco cattivi, abbiamo avuto poca personalità, tutti. L’importante è comunque il risultato. Dopo la partita ero solo un po’ provato per il risultato, voglio sempre vincere, come tutta la squadra. Siamo stati bravi a reagire e trovare il pareggio, poi abbiamo cercato una vittoria che non è arrivata. Testa al Salisburgo, dobbiamo qualificarci ai quarti”. Ti ha fatto male qualche critica? “Io vengo sempre criticato. Non voglio fare polemica, ma sono l’unico che viene sempre preso di mira quando non segna o non fa prestazioni di livello. Questa cosa mi fa un po’ male, ma lavoro per crescere e spero di tornare al meglio”. Sul Salisburgo: “Andiamo in trasferta e col 3-0 non bisogna stare tranquilli. Negli ultimi 10 minuti al San Paolo ci hanno messo in difficoltà. Abbiamo fiducia nel nostro gruppo, chi sostituirà Maksimovic e Koulibaly non li farà rimpiangere. L’importante è entrare in campo con la cattiveria giusta”. In campionato vi guardate le spalle? “Stiamo facendo il nostro campionato come ogni anno. Se vediamo le griglie degli opinionisti ci davano per spacciati, invece siamo dietro alla Juve. Abbiamo perso qualche punto per strada, ma l’importante è non mollare”. Quarto gol al Sassuolo e tutti e quattro a giro. “Mi porta bene. Mi dispiace per il risultato, ma conosco la forza del nostro gruppo, abbiamo una gran volontà. Quale mi è piaciuto di più? Quello dell’andata”.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009