Pareggio fra Fiorentina-Lazio. Zidane al Real Madrid. Napoli sbiadito.

Di , scritto il 11 Marzo 2019

Clamoroso ribaltone al Real Madrid: Zinedine Zidane starebbe per ritornare sulla panchina dei blancos, in profonda crisi dopo l’eliminazione dalla Champions League. Secondo l’indiscrezione riportata da una famosa trasmissione del canale La Sexta, che aveva anticipato l’addio di Ronaldo in estate, la società madrilena annuncerà il ritorno di Zizou già oggi. La voce è stata poi confermata da tutti i media iberici, che hanno dato per certa la notizia che sconvolge totalmente il mercato degli allenatori. L’ufficialità dovrebbe arrivare al termine della giunta esecutiva del club che si terrà oggi alle 18.00: Zidane, vincitore di tre Champions League di fila, torna così a Madrid dopo quasi un anno sabbatico, in cui il Real ha stentato in campionato e in Champions e ha cambiato due allenatori, Lopetegui e Solari. Quest’ultimo, ormai ex, avrebbe già raccolto tutte le sue cose nel centro sportivo di Valdebedas e salutato i suoi giocatori. La notizia cambia totalmente le carte in tavola anche per quanto riguarda il futuro della panchina della Juventus. Secondo El Pais Zinedine Zidane fino a questa mattina era il favorito numero uno alla successione di Massimiliano Allegri, verso l’addio al club bianconero a fine stagione dopo aver centrato il quinto scudetto consecutivo sotto la sua gestione. “Zidane ha un’offerta formale per guidare la Juventus fino al 2022”, si era sbilanciato il quotidiano spagnolo, che aveva citato fonti vicine al Pallone d’Oro 1998. Ma questo ribaltone spinge ora in pole un altro pretendente alla panchina bianconera: Antonio Conte, anche lui alla ricerca di una squadra dopo l’addio al Chelsea. A bocca asciutta José Mourinho, che fino a poche ore fa era dato molto vicino al Real. Allegri sta intanto meditando sulla squadra da schierare martedì in Champions per tentare l’impresa con l’Atletico. Possibile un 3-5-2: davanti a Szczesny potrebbero giostrare Caceres, Bonucci e Chiellini. Grandi dubbi anche a centrocampo, che dovrà fare a meno di Khedira, alle prese con i problemi cardiaci (tornerà a disposizione ad aprile). Sulla fascia destra ci sarà Cancelo, a sinistra ballottaggio Bernadeschi-Spinazzola. In mediana Pjanic regista spalleggiato da Matuidi ed Emre Can. In attacco dovrebbe esserci il duo Cristiano Ronaldo-Mandzukic, solo panchina per Dybala.

SPORTAL.IT | 11-03-2019 16:05

Il futuro di Insigne potrebbe essere lontano da Napoli. Stanco di essere criticato, l’attuale capitano del club partenopeo, potrebbe decidere di fare le valigie e accettare qualche ricca offerta dall’estero. Tanti i club alla finestra. Secondo La Gazzetta dello Sport, davanti ad un’offerta da 100 milioni di euro, Insigne potrebbe lasciare il Napoli. Oltre al PSG, attenzione ad Arsenal e Liverpool, entrambe interessate al fantasista di proprietà di De Laurentiis.

SPORTAL.IT | 11-03-2019 08:25

Grande spavento per l’attaccante della Sampdoria Gregoire Defrel. Il centravanti francese si è schiantato nella notte con la sua auto in corso Europa, a Genova. A riportare la notizia è l’agenzia ANSA. Defrel, che era in compagnia della fidanzata, è rimasto illeso: anche la ragazza non ha riportato danni fisici. La dinamica dell’incidente è in fase di accertamento da parte della polizia: la punta doriana guidava una Mercedes C63 Amg di colore nero, una fuoriserie da circa 500 cv con motore V8 biturbo, che è stata completamente distrutta nell’impatto. L’incidente è avvenuto intorno alle 3 all’altezza del civico 913 di corso Europa: nello schianto sono stati danneggiati alcuni cartelli e altre auto. Nel pomeriggio il giocatore era partito dalla panchina durante la gara di Marassi persa 2-1 dalla Samp contro l’Atalanta, ed entrato nel finale aveva sfiorato il gol del pareggio. Ora l’incidente che probabilmente costerà provvedimenti da parte del club, se il tasso alcolico e la sua condotta di guida risulteranno fuori norma da parte della polizia, che lo ha soccorso dopo lo schianto. Questa la prima reazione del club ligure: “Stiamo verificando l’esatta dinamica dei fatti, e qualora venissero confermate le circostanze, prenderemo provvedimenti nei confronti del giocatore, come prevede il codice comportamentale interno”, è la nota riportata dal Secolo XIX. Poi in serata è arrivata la nota ufficiale: “In merito a quanto accaduto nella notte al calciatore Grégoire Defrel, i dirigenti dell’U.C. Sampdoria hanno verificato con la Questura di Genova e con il proprio tesserato che non c’è stato alcun inseguimento dopo un mancato ‘alt’ a un posto di blocco. La Polizia è intervenuta in seguito all’incidente stradale in corso Europa, quindi è entrata in azione anche la Polizia Municipale. Defrel non si è sottratto ad alcun controllo, ha anzi collaborato e ha dato la propria disponibilità per i rilievi e per la verbalizzazione dell’accaduto. Qualsiasi ulteriore ricostruzione dei fatti è dunque da ritenersi priva di ogni fondamento”. SPORTAL.IT | 11-03-2019 11:15

La Salernitana continua a non riuscire a irrompere in zona playoff e perde in casa contro il Crotone, che fa 2-0 e respira nelle zone di bassa classifica. La squadra campana continua a pagare un rendimento negativo soprattutto all’Arechi, dove ha perso quattro volte nelle ultime cinque partite giocate. C’è anche qualche recriminazione per gli uomini di Gregucci, che si vedono due reti (di Jallow e Casasola) annullate per fuorigioco, mentre Simy con una doppietta fa volare i pitagorici: la prima rete arriva all’11’ con una botta da fuori area, il raddoppio al 55′ sfruttando un grave errore di Migliorini. Il Crotone, con questo successo, abbandona il terzultimo posto e sale a quota 26 punti, appaiando Foggia e Venezia. SPORTAL.IT | 11-03-2019 00:05

E’ finito in parità il posticipo domenicale della 27a giornata di Serie A: al Franchi, Fiorentina-Lazio 1-1. Un pareggio che frena le ambizioni europee delle due squadre, con la Lazio che non è riuscita a capitalizzare il vantaggio di Immobile al 23′ scontrandosi con le parate di Terracciano. Nella ripresa è arrivata la reazione della Fiorentina e la zampata del pareggio di Muriel al 61′, bravo a sfruttare un assist di Mirallas. LA PARTITA La Lazio ha fallito la prova del nove una settimana dopo la grande vittoria nel derby contro la Roma; la Fiorentina, pareggiando con una bella reazione nel secondo tempo, ha perso forse del tutto il treno per l’Europa considerando i risultati delle dirette avversario. Insomma, l’1-1 del Franchi non ha accontentato proprio nessuno pur rispecchiando a grandi linee l’andamento di un match a forti tinte biancocelesti prima dell’intervallo e viola nella ripresa. Nella difficoltà – sotto di un gol e con Chiesa ko – Pioli e i suoi ragazzi hanno saputo trovare il modo di raddrizzare la sfida, tenuti a galla da Terracciano nel primo tempo ed esaltati da Mirallas e Muriel nella seconda parte di gara. La Lazio invece tornerà a Roma carica di rimpianti per non aver capitalizzato nel migliore dei modi il netto predominio della prima frazione. A partire dal miracolo del portiere viola (aiutato dal palo) al 21′ su Immobile, la Lazio ha saputo sbloccare il match giocando sulle combinazioni sulla trequarti del centravanti con Correa trovando l’angolo giusto già al 23′. Con la Fiorentina in campo con poco equilibrio però, la Lazio ha fallito il raddoppio in almeno quattro occasioni prima del riposo: Terracciano si è esaltato su Immobile in un paio di occasioni e lo stesso centravanti laziale ha gettato al vento un paio di ripartenze in superiorità numerica sbagliando l’ultimo passaggio. Per la Fiorentina il primo squillo è arrivato solo al 41′ con una girata poco pericolosa di Benassi. Nella ripresa però è cambiato tutto. Pioli ha incassato l’infortunio di Chiesa al 35′ tornando in campo con un 3-5-2 e l’ingresso di Mirallas che a conti fatti è risultato decisivo. Appena la Lazio ha mollato un attimo il mordente in mezzo al campo la Fiorentina ha preso il sopravvento e al 61′ proprio con una giocata Mirallas si è inventata il gol del pareggio con la zampata decisiva da Muriel in mezzo all’area. Un pareggio che ha scosso la Lazio, ma senza risvegliarla da un torpore pericoloso e pagato a caro prezzo in termini di punti, nemmeno con il 4-2-3-1 rispolverato da Inzaghi. La zona Champions ora è molto distante.

LE PAGELLE Immobile 6 – Ha il merito di segnare un gran gol, ma se ne divora almeno altri tre con errori a conti fatti decisivi. Inoltre getta nel vento due ripartenze in superiorità numerica con scelte sbagliate. Correa 7 – Danza sulla trequarti con qualità. La combinazione con Immobile per il gol del vantaggio è una perla, ma dà sempre la sensazione di poter inventare qualcosa. Terracciano 7,5 – Tiene in vita la Fiorentina nel primo tempo con almeno tre interventi miracolosi. Milinkovic-Savic 5 – Non trova mai la posizione per colpire, fuori dal gioco e con poco agonismo. Muriel 6,5 – Il gol è una perla di classe nell’unica occasione del match: piatto aperto di sinistro in controbalzo per beffare Strakosha. Mirallas 7 – Il suo ingresso dà la scossa a tutta la Fiorentina. Si inventa l’azione del gol del pareggio con una grande giocata su Radu e un assist perfetto per Muriel.

LE STATISTICHE – Tredicesimo pareggio in questa Serie A per la Fiorentina; è la squadra che ne ha collezionati di più nel torneo in corso. – Quattro pareggi di fila in casa per la Fiorentina in questo campionato. Non succedeva da novembre 2016. – La Fiorentina ha segnato con il suo unico tiro nello specchio del match. – Ciro Immobile è, al pari di Lorenzo Insigne, il giocatore che ha colpito più legni (sei) in questa Serie A. – Tre degli ultimi cinque gol di Immobile in questa Serie A sono arrivati su assist di Correa. – Correa ha servito tutti gli ultimi tre assist per i gol di Immobile fuori casa in questo campionato. – Dall’inizio del 2019, è la prima volta che Immobile segna in due gare consecutive di campionato (nel derby con la Roma e oggi). – La Fiorentina ha concesso almeno un gol in otto delle ultime nove gare casalinghe in questa Serie A. – Nel 2019 Muriel ha segnato otto gol in tutte le competizioni. Solo Duvan Zapata ha fatto meglio tra i giocatori che militano in Serie A (10). – Luis Muriel ha segnato sei gol con sei tiri nello specchio con la maglia della Fiorentina in Serie A. – Luis Muriel ha realizzato sei gol con la Fiorentina in Serie A in otto presenze. Lo stesso numero di reti segnate con la maglia del Siviglia nelle ultime 30 presenze in Liga.

IL TABELLINO FIORENTINA-LAZIO 1-1

Fiorentina (4-3-3): Terracciano 7,5; Milenkovic 6, Pezzella 6,5, Ceccherini 6 (35′ st Vitor Hugo sv), Biraghi 6; Benassi 6, Edimilson 5 (1′ st Mirallas 7), Veretout 5,5; Chiesa 5,5 (35′ Simeone 6), Muriel 6,5, Gerson 5,5. A disp.: Lafont, Brancolini, Hancko, Laurini, Dabo, Norgaard, Graiciar. All.: Pioli 6,5.

Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Patric 6, Acerbi 6, Radu 5,5 (38′ st Bastos sv); Marusic 5, Milinkovic-Savic 5, Leiva 5,5, Luis Alberto 5,5 (29′ st Romulo 6), Lulic 6 (23′ st Badelj 6); Correa 7, Immobile 6. A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Jordao, Durmisi, Cataldi, Parolo, Caicedo, Neto. All.: Inzaghi 6.

Arbitro: Orsato Marcatori: 23′ Immobile (L), 16′ st Muriel (F) Ammoniti: Ceccherini, Veretout, Simeone (F); Immobile (L) Espulsi: nessuno (sportmediaset)



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009