Berardi arresta l’Honda Milan, Juve sempre più sola ma la Roma c’é

Di , scritto il 13 Gennaio 2014

Berardi-poker-MilanLa diciannovesima giornata di Serie A è sembrata una rassegna di Texas Hold ‘em: su tre campi (Cagliari, Roma e Sassuolo) è stato servito il poker, ma è quello emiliano, ancora oggi, a fare più rumore. Al Mapei Stadium di Reggio Emilia si sono incrociati i destini di due allenatori a corto di fiches, costretti a giocarsi il tutto per tutto in uno scontro che sapeva tanto di ultima spiaggia.

L’all in vincente è del Sassuolo, Di Francesco pesca l’asso e il poker lo serve un solo giocatore: Domenico Berardi, all’anagrafe diciannove anni e (forse) un futuro in bianconero. Il piccolo talento scuola Juve affonda il Milan con quattro sigilli da incorniciare e condanna Massimiliano Allegri; Barbara Berlusconi, infatti, tuona a fine gara il proprio disappunto e Galliani è costretto ad allertare Pippo Inzaghi – antico nemico del tecnico toscano. Oggi probabilmente arriverà l’annuncio dell’esonero di Allegri, anticipando così il termine contrattuale di giugno ribadito proprio settimana scorsa. Brutta tegola per i rossoneri che incappano nella settima sconfitta su diciannove partite di campionato e vedono allontanarsi ancora di più la chimera di riagganciare il treno europeo. Resta aperta la porta sul retro, quella che passa dalla Coppa Italia – mercoledì  il Diavolo se la vedrà con lo Spezia. Non è bastato dunque l’esordio del nipponico Honda a invertire la rotta di un gruppo apparentemente allo sbando, nonostante i segnali positivi sorti a seguito della vittoria casalinga sull’Atalanta.

Prosegue invece senza intoppi la marcia della Vecchia Signora: Antonio Conte demolisce un altro record (vecchio di quasi ottant’anni) centrando l’undicesima vittoria consecutiva e chiudendo il girone d’andata con la bellezza di 52 punti. Di questo passo, la previsione porta ad ipotizzare l’abbattimento di quota 100 a fine torneo – niente male per una squadra data per smarrita dopo l’eliminazione in Champions. Il Cagliari si è dovuto inchinare alla doppietta di Llorente e alla magistrale prestazione di Lichtsteiner (due assist e un gol per lui), oltre alla prima rete stagionale di Marchisio – e che rete! -, centrocampista troppo spesso considerato ai margini dell’ombra di Pogba.

La Roma di Garcia non molla, anche se il distacco dalla capolista resta immutato. Dopo la cocente batosta dello scontro diretto, i giallorossi hanno ripreso a macinare gioco e a seppellire gli avversari: prima la Sampdoria in Coppa Italia, poi il Genoa, crollato sotto i colpi di Totti (231 marcature in Serie A), Maicon, Benatia e Florenzi (spettacolare la sua vincente rovesciata). Tiene il passo anche il Napoli, uscito con i tre punti dal difficile campo di Verona; contro la rivelazione dell’anno targata Mandorlini, i partenopei non si spaventano e impongono il loro gioco andando a segno con Mertens, Insigne e Dzemaili.

Negli anticipi del sabato, da segnalare il rotondo successo del Parma sul campo del Livorno, fanalino di coda insieme al Catania: all’Armando Picchi brilla la stella di Amauri, bomber piacevolmente ritrovato dopo un letargo lungo una vita. Il gol ammazza pensieri di settimana scorsa ha sbloccato l’attaccante italo brasiliano, che aggiunge al carniere la doppietta contro gli amaranto; forse non basteranno tre centri in due gare per considerarlo da Nazionale, ma è certo che il suo talento, se davvero è riemerso definitivamente dagli abissi, potrà spingere il buon Parma di Donadoni verso le zone più nobili della classifica.

RISULTATI 19° TURNO SERIE A:

Livorno-Parma 0-3, Bologna-Lazio 0-0, Torino-Fiorentina 0-0, Cagliari-Juventus 1-4, Verona-Napoli 0-3, Roma-Genoa 4-0, Atalanta-Catania 2-1, Sassuolo-Milan 4-3. Sampdoria-Udinese e Inter-Chievo si giocheranno quest’oggi.

CLASSIFICA:

Juventus 52, Roma 44, Napoli 42, Fiorentina 37, Verona 32, Inter 31*, Torino e Parma 26, Lazio 24, Genoa 23, Milan 22, Atalanta e Cagliari 21, Udinese 20*, Sampdoria 18*, Sassuolo 17, Chievo* e Bologna 16, Livorno e Catania 13.

* una partita in meno

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009