Sassuolo-Milan 0-2

Di , scritto il 06 Novembre 2017

Il Milan di Montella ha  battuto agevolmente  il Sassuolo per 2-0 a Reggio Emilia. Il tecnico rossonero ha cosi, per il  momento,  salvato la panchina.

Un goal per tempo ha dato tre punti, molto importanti alla squadra rossonera. Vittoria che fa bene anche al morale. Rossoneri in vantaggio con una rete di Romagnoli nel primo tempo, grazie ad una mezza indecisione di Consigli in uscita, poi nella ripresa una magia di Suso per il raddoppio.

Infortunio per Calabria.

Ma la zona Champions resta a nove punti di distacco.

Il Sassuolo, invece non riesce più a vincere, sebbene, le due ultime compagini che ha affrontato si chiamano Napoli e Milan. Quindi era anche logico attendersi una doppia debacle.

All’Agenzia Ansa, il tecnico del Sassuolo, C. Bucchi, ha rilasciato, nel dopo-partita alcune importanti dichiarazioni. Eccole evidenziate:  “Se mi sento messo in discussione dopo questa sconfitta? Io mi sento sempre in discussione, lo faccio quotidianamente perché sono un allenatore: la società mi conosce, sa come lavoro, ma deciderà in autonomia. Sono il responsabile della squadra. La classifica in questo momento non è degna di questa squadra, di questa società. Tante volte non abbiamo fatto le cose che in settimana sappiamo fare – dice ancora Bucchi -. Abbiamo una sorta di blocco, la squadra non è serena. Ci mettiamo tanto del nostro, commettiamo delle ingenuità che non ci appartengono ma che in questa categoria paghi. Ma io questi ragazzi li vedo lavorare tutta la settimana e so che possono uscire da questo momento delicato. Quest’anno la squadra è cambiata tanto, e io ho cercato di portare le mie idee senza stravolgere quelle di chi mi ha preceduto”.

Anche il tecnico milanista V. Montella, ha rilasciato, sempre all’Agenzia Ansa, alcune importanti dichiarazioni, nel dopo-partita. Eccole evidenziate: “Siamo partiti con grande impegno, provando a pressare alto. Poi, dopo un’occasione concessa al Sassuolo, abbiamo perso sicurezza: in quel frangente non mi è piaciuta la squadra, ma col passare del tempo abbiamo ricominciato a giocare e penso che alla fine la vittoria sia meritata. Per quanto riguarda la fase difensiva – dice ancora -, abbiamo concesso davvero poco, e questo mi fa piacere: diciamo che sono contento del risultato e, in parte, anche della prestazione. Poi il tecnico dei rossoneri sottolinea che “abbiamo il record di tiri in porta in serie A, e questo è sintomo che qualcosa di buono facciamo. Anche se dobbiamo ancora migliorare molto per avvicinarci alle squadre che ci precedono: dal punto di vista del gioco negli scontri diretti con le big non si è vista tanta differenza, ma abbiamo perso quindi significa che sotto alcuni aspetti dobbiamo ancora crescere. E sono convinto che lo faremo”.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009