Grande attesa al “Franchi” per il debutto dal primo minuto di Giuseppe Rossi

Di , scritto il 12 Settembre 2015

di Lorenzo Cristallo
Oggi pomeriggio alle ore 18.00 con Fiorentina-Genoa avrà il via la terza giornata di campionato di serie A. Sfida gustosa quella tra i viola e i rossoblu, due compagini che stanno ben figurando in questo avvio di stagione. La squadra di Paulo Sousa è reduce dalla sconfitta rimediata all’ “Olimpico” di Torino contro i granata e vorranno rimediare a quella debacle con una prova magistrale e maiuscola davanti il proprio pubblico. Le ultime operazioni di mercato in casa viola hanno portato all’addio di Joaquin che è tornato nella sua squadra del cuore, ovvero sia il Betis Siviglia ed è giunto lungo le sponde dell’Arno per sostituirlo, il polacco ex Borussia Dortmund, Blaszczykowski, giocatore dalla grande esperienza internazionale ed ottimo esterno destro d’attacco. Dalle sue dichiarazioni durante la presentazione, ha sottolineato che si sente benissimo e gli infortuni patiti negli ultimi anni appaiono come uno sbiadito ricordo. Il polacco è pronto a dare una grossa mano alla squadra di Sousa.
Per la sfida di quest’oggi, la grande novità consiste nell’inserimento dal primo minuto di Giuseppe Rossi che dopo una stagione fuori dal rettangolo di gioco per risolvere i consueti guai fisici, è pronto a riassaporare l’ebbrezza del “Franchi” e i tifosi viola non vedono l’ora di vedere all’opera il fiore all’occhiello della rosa gigliata, quel “pepito” Rossi che fino ad ora per via dei numerosi infortuni non ha potuto brillare al meglio ma le cui caratteristiche tecniche sono note a tutti. In ottica formazione, il tecnico lusitano opterà per il consueto “4-2-3-1” con Astori centrale difensivo in coppia con Gonzalo Rodriguez, la linea mediana sarà composta da Mario Suarez e Borja Valero mentre in avanti Gilberto, Bernardeschi ed Ilicic agiranno alle spalle dell’unica punta Rossi. In corso d’opera non è da escludere l’inserimento in campo della punta Kalinic e del nuovo arrivato Blaszczykowski.
Sul fronte Genoa invece Gasperini è stato molto chiaro. La sua squadra per adesso assomiglia ancora ad un cantiere aperto. Nelle ultime ore di mercato sono giunti molti giocatori nuovi che dovranno inserirsi gradualmente con il resto della rosa. In queste settimane l’allenatore del “Grifone” ha dovuto fare a meno di alcuni giocatori impegnati con le nazionali ed altri come Munoz, Perin e Pavoletti alle prese con infortuni. Per questa sfida predica grande umiltà dagli uomini che scenderanno in campo e si augura che possano ripetere la prova convincente vista contro il Verona due settimane fa. Per ciò che riguarda chi scenderà in campo, il Gasp si presenterà con il marchio di fabbrica “3-4-3” con il recupero in difesa di De Maio; Cissokho e Laxalt lungo le fasce e in avanti Lazovic e la rivelazione Ntcham agiranno alle spalle della punta centrale Pandev. Diego Perotti che sembrava totalmente recuperato dall’infortunio non partirà dal fischio d’inizio, il tecnico rossoblu non vorrà rischiarlo immediatamente visto che comunque da oggi al prossimo 4 ottobre il Genoa sarà chiamato in campo cinque volte e quindi occorrerà che tutti gli uomini a disposizione si facciano trovare pronti e con uno stato di forma invidiabile.
Fiorentina-Genoa storicamente è sempre stata una gara ricca di goal ed emozioni e chissà che anche in questo sabato di campionato le attese non vengano deluse.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009