Barcellona e Bayern versione uragano. Per il Paris Saint Germain è solo un pareggio

Di , scritto il 14 Settembre 2016

messi-barcellonaLa prima serata della Champions League, stagione 2016/2017, si apre con i successi roboanti di Bayern Monaco e Barcellona. I bavaresi guidati da Carlo Ancelotti si impongono contro i russi del Rostov per 5-0 grazie alle reti di Lewandowski e Muller nel primo tempo, mentre nella ripresa si scatena Kimmich autore di una doppietta. A chiudere i giochi ci pensa Bernat. Nello stesso girone, l’Atletico Madrid, vice campione d’Europa in carica, supera al “Philips Stadion” di Eindhoven il Psv, con la rete, al 43’, di Niguez. Da segnalare il penalty calciato da Guardado, a favore degli olandesi, e brillantemente neutralizzato da Oblak. Il gruppo D, dopo i primi novanta minuti, si chiude con il Bayern e i “colchoneros” in testa alla classifica a quota tre con PSV e Rostov a zero. Nel gruppo C, la sfida tra Manchester City e Borussia Moenchengladbach è stata rinviata a stasera a causa dell’intenso temporale che si è abbattuto sulla città inglese. L’altro match tra Barcellona e Celtic si è chiuso con un pirotecnico 7-0 a favore dei blaugrana . Ad aprire le danze ci pensa Messi al 3’ minuto, a seguire sono gli scozzesi ad avere la palla per pareggiare con Dembélé dagli undici metri, ma l’attaccante francese si lascia ipnotizzare da Ter Stegen, facendosi respingere la conclusione indirizzata in porta. Gli uomini di Luis Enrique, a quel punto, dilagano trovando il raddoppio con Messi. Nella ripresa lo show continua con Neymar al 50’ ed Iniesta al 59’. Un minuto più tardi su assist di Suarez è Messi a mettere a segno la sua tripletta personale, mentre nell’ultimo quarto d’ora si scatena il “pistolero” uruguaiano che al 75’ e all’ 88’ fissa il punteggio sul 7-0. Nel gruppo A un Paris Saint Germain sciupone non va oltre l’1-1 al cospetto dell’ Arsenal. I transalpini passano in vantaggio dopo appena un minuto con Cavani, per poi non sfruttare con cinismo le molteplici occasioni avute a disposizione. I “gunners” trovano l’inaspettato pari al 78’ per merito di una rete siglata da una vecchia conoscenza del calcio italiano: Sanchez. Nello stesso girone, finisce in parità anche il match tra Basilea e Ludogorets. Al “St. Jakob-Park” è la compagine bulgara a portarsi momentaneamente in vantaggio con Cafu per poi essere riagguantata all’ 80’ da un guizzo di Steffen. Nel girone A, quindi, tutte le quattro squadre sono ferme ad un punto e con la medesima differenza reti. Nel gruppo B, ossia quello del Napoli, finisce in pareggio la sfida al “da Luz” tra i padroni di casa del Benfica e i turchi del Besiktas. Al vantaggio lusitano di Cervi, risponde su calcio di punizione al 93’, l’ex Talisca. Dopo i primi novanta minuti è il Napoli a guidare la classifica con tre punti all’attivo, mentre Benfica e Besiktas seguono a quota uno. Chiude la Dinamo Kiev a zero.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009