Napoli: situazione di stallo per Simone Verdi

Di , scritto il 18 Gennaio 2018

I partenopei sono tornati al lavoro, già da qualche giorno, in vista della ripresa del campionato, che vedrà gli azzurri impegnati nel difficile campo di Bergamo, domenica 21 gennaio ad ora di pranzo, contro la temibile Atalanta. Sarri ha quasi tutta la rosa a disposizione, compreso il nuovo arrivato Zinedine Machach, il quale per circa dieci giorni resterà presso la corte del tecnico toscano, con quest’ultimo chiamato ad esprimere una valutazione se tenerlo in squadra sino al termine della stagione, oppure girarlo per sei mesi in prestito in qualche compagine, anche di B, che possa concedergli maggiore spazio. In lizza per l’ex Tolosa vi sono Bari e Carpi.

Ottime ed incoraggianti notizie giungono anche sul fronte infortunati, dove Milik e Ghoulam hanno recuperato brillantemente dai loro rispettivi infortuni. Ieri, entrambi, si sono recati presso la clinica Villa Stuart di Roma al fine di sostenere una visita di controllo al termine della prima fase riabilitativa e il quadro emerso è alquanto incoraggiante. Accompagnati dal medico sociale del Napoli, il dottor Alfonso Di Nicola, queste le parole da lui pronunciate: “ Stanno tutti e due benissimo. Hanno superato brillantemente i test, sono in una buona forma fisica e mentale. Possono tornare tutti e due a lavorare in gruppo. Il prof. Mariani ha detto che la riabilitazione è completata. Dovranno fare un lavoro di valutazione con il preparatore atletico e cominciare a fare partite, prima blande e poi più impegnative. Di solito i tempi di recupero per rientrare in campo variano tra i 100 e i 120 giorni. Spero che questo succeda e magari ne sono anche convinto, ma con le previsioni bisogna stare sempre attenti. Può esserci sempre un piccolo imprevisto che ritardi il ritorno in campo”.

Anche Roberto Inglese, futuro azzurro dal prossimo mese di giugno, si è recato a Villa Stuart a causa di una distorsione al ginocchio destro riportata durante la sfida tra Benevento e Chievo dello scorso 30 dicembre. L’attaccante dovrà restare fermo ai box per circa venti giorni. A proposito di Ghoulam, occorre sottolineare la consegna del premio, avvenuta ieri,  come migliore calciatore algerino dell’anno. Intanto sul fronte mercato è in stand-by la trattativa riguardante Simone Verdi. Dal punto di vista economico è tutto cristallizzato tra il club di De Laurentiis e il Bologna, con i partenopei pronti a versare alle casse della società felsinea 20 milioni di euro più bonus, mentre al calciatore è stato offerto un contratto quinquennale da 1,8 milioni di euro a stagione più bonus. Cifre da capogiro per l’attuale numero nove rossoblù, il quale però non ha ancora dato una risposta definitiva in quanto nutra più di qualche dubbio sulla sua reale presenza nello scacchiere tattico di Maurizio Sarri. Verdi teme di avere a disposizione scarso minutaggio, così come accadde nel recente passato a Leonardo Pavoletti, giunto anch’egli sotto l’ombra del Vesuvio durante il mercato invernale. Molti i tentennamenti, soprattutto di natura tattica, che stanno frenando la fumata bianca su tale trattativa. Sarri, però, non vuole attendere all’infinito.

Se nelle prossime ore l’attuale attaccante esterno del  Bologna non dovesse accettare la proposta messa sul piatto dal club azzurro, la dirigenza del Napoli virerà su Gerard Deulofeu, in uscita dal Barcellona. Lo spagnolo ha il desiderio di giocare, in quanto non vorrà perdere l’occasione di disputare il prossimo Mondiale in Russia con le “furie rosse”. Al Barca, però, l’ex rossonero, ha disputato poche partite da titolare e con l’arrivo di Coutinho in blaugrana, il suo impiego rischia di ridursi ulteriormente. Il tecnico Valverde ha dato il benestare su un’eventuale cessione di Deulofeu, il quale rappresenta il piano B per il Napoli nel caso di rifiuto da parte di Verdi, oppure potrebbe restare in Liga, indossando la maglia del Siviglia, club interessato a lui, grazie anche alle pressioni effettuate da Vincenzo Montella, attuale allenatore degli andalusi che ha già diretto il numero sedici blaugrana, per sei mesi, nella precedente avventura al Milan. Le prossime ore saranno determinanti in tal senso: tutti si aspettano il fatidico “sì” da parte di Simone Verdi, altrimenti si profila all’orizzonte un gradito ritorno nel campionato italiano, ovvero quello di Gerard Deulofeu.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009