Avanti le big: PSG, Barcellona e Bayern non steccano

Di , scritto il 19 Ottobre 2017

Il mercoledì di Champions non regala particolari sorprese dal punto di vista dei risultati. Le big d’Europa non steccano l’appuntamento con la vittoria: il Paris Saint Germain annichilisce l’Anderlecht, il Bayern Monaco non fa sconti al Celtic e il Barcellona, seppur in inferiorità numerica per lunghi tratti del match, strapazza l’Olympiacos. Unico risultato a sorpresa è il pareggio a reti bianche tra Qarabag e Atletico Madrid, con i “colchoneros” che confermano il loro momento tutt’altro che brillante in Champions League. Nel girone D detto del successo della Juventus sullo Sporting Lisbona per 2-1, il Barcellona supera i greci dell’Olympiacos per 3-1. A passare in vantaggio sono proprio i catalani, al 18’, grazie ad un’autorete sfortunata di Nikolaou. Il raddoppio dei blaugrana avviene al 61’ con Messi, autore del suo centesimo goal in Champions, mentre la terza rete dei padroni di casa, giunge tre minuti più tardi, al 64’, con Digne abile nel capitalizzare al meglio un assist al bacio della “pulce” argentina. La rete della bandiera per i greci è firmata da Nikolaou all’ 89’. Dopo tre giornate in testa al raggruppamento vi è il Barca a punteggio pieno, segue la Juventus a sei, lo Sporting Lisbona a tre, chiude malinconicamente l’Olympiacos a quota zero. Nel girone B Chelsea e Roma danno vita ad una gara spettacolare ed emozionante conclusasi con il risultato di 3-3, mentre a Baku il Qarabag impone lo 0-0 all’Atletico Madrid del “cholo” Simeone. La situazione in tale gruppo è alquanto interessante e sorprendente con i Blues in testa con sette punti, la Roma è seconda a quota cinque, segue l’Atletico Madrid a due, fanalino di coda il Qarabag con un punto in cascina. Nel girone A successi in trasferta per il Manchester United e il Basilea. I Red Devils espugnano il Da Luz di Lisbona, battendo per 0-1 i padroni di casa del Benfica. La rete decisiva del match è firmata da Rashford, al 64’, dagli sviluppi di un calcio di punizione, complice anche l’errore piuttosto grossolano del portiere diciottenne Svilar. A Mosca, invece, il CSKA crolla per 0-2 sotto i colpi di un Basilea sfrontato. A spezzare l’equilibrio ci pensa Xhaka al 29’ con un tiro dalla distanza, mentre al 90’ su azione di contropiede, Oberlin pone il sigillo definitivo sul match. In cima alla classifica vi è il Manchester United a quota nove, segue il Basilea a sei, il CSKA Mosca è terzo con tre punti all’attivo, chiude la graduatoria il Benfica inchiodato a zero. Nel gruppo B non tradiscono le big: Paris Saint Germain e Bayern Monaco fanno di un sol boccone le malcapitate Anderlecht e Celtic. Al “Constant Vanden Stock” di Bruxelles il PSG surclassa i padroni di casa bianco-malva con un perentorio 0-4. Ad aprire le danze ci pensa al 3’ Mbappé su suggerimento di Verratti. Il raddoppio avviene al 44’ con Cavani che di testa sfrutta al meglio una sponda aerea di Mbappé. Il tris giunge al 66’ con Neymar su calcio di punizione, mentre il sigillo definitivo sulla gara lo pone Di Maria all’ 88’. All’”Allianz Arena” il ritorno in panchina in Champions League di Jupp Heynckes alla guida del Bayern è assolutamente dolce. I bavaresi schiantano il Celtic con un ineccepibile 3-0. Il vantaggio dei tedeschi è siglato da Muller al 17’, mentre Kimmich di testa, al 29’, porta i padroni di casa sul 2-0. Nella ripresa il 3-0 definitivo porta la firma di Hummels, al 51’, su assist di Robben. Dopo tre giornate comanda il Paris Saint Germain a punteggi pieno, secondo il Bayern Monaco a quota sei, segue il Celtic con tre punti all’attivo, fanalino di coda il modesto Anderlecht a quota zero e con il misero score di zero reti siglate.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009