Liga, Zaza e Messi da urlo: tripletta e poker, Valencia e Barça volano

Di , scritto il 20 Settembre 2017

Non solo Serie A in questa settimana senza le Coppe, ma anche tanto calcio europeo che, almeno in parte, parla comunque la nostra lingua. In Bundesliga, per esempio, il Bayern di Ancelotti ha schiantato 3-0 lo Schalke prendendosi la vetta della classifica; in Coppa di Lega inglese, Ogbonna ha siglato il 3-0 del suo West Ham sul Bolton; ma a farci felici più di tutti è stato Simone Zaza, autore di una tripletta-lampo nel 5-0 con cui il Valencia ha regolato il Malaga.

In Liga, a ogni modo, a farla da padrone è il Barcellona: i blaugrana hanno passeggiato sul malcapitato Eibar (6-1 finale) conquistando la quinta vittoria in altrettante giornate. Come sempre accade, sugli scudi Lionel Messi: l’argentino ha firmato un poker che lo porta a 302 reti segnate al Camp Nou (ennesimo record raggiunto) e che permette ai suoi di scappare a +5 sul Siviglia, secondo in classifica ma con una partita ancora da giocare.

Di Barcellona però, per ovvie ragioni, si parla fin troppo; di Simone Zaza e del suo Valencia, invece, troppo poco. Ecco perché per noi i riflettori sono tutti puntati sul ventiseienne attaccante di Policoro, che nella città del Cauce del Tùria sta trovando la propria dimensione. Da gennaio, momento in cui arrivò dopo la fallimentare esperienza con gli Hammers in Inghilterra, fino a oggi, Zaza ha totalizzato 25 presenze condite da 10 reti, 3 delle quali siglate ieri contro il Malaga. Una tripletta da sogno piazzata lì in 8 minuti: 10′, 15′ e 18′ della ripresa, numeri che forse oggi qualcuno qui in Italia deciderà di giocare al Lotto.

Anche grazie all’hattrick di Zaza il Valencia viaggia ai piani alti della Liga: attualmente è terzo a quota 9, ma con una partita in più rispetto a una decina di squadre che potrebbero raggiungerlo o superarlo. Il campionato è soltanto all’inizio, ma i Taronges valenciani hanno tutta l’intenzione di riprendersi la scena di casa dopo l’anonimo dodicesimo posto della scorsa stagione e, più in generale, dopo l’oblio degli ultimi anni. Con un attaccante come il nazionale azzurro, specie se in forma come lo è ora (chi non avesse visto i gol, vada a gustarsi la rapidità di passo di Zaza), niente è precluso.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009