Il Milan trascinato da Bacca supera lo scetticismo iniziale

Di , scritto il 23 Agosto 2016

Bacca MilanDebutto incoraggiante per il Milan sotto la gestione Montella. Alla prima uscita ufficiale della stagione, i rossoneri superano 3-2 il Torino e conquistano tre punti che donano morale e autostima ad una squadra che ha trascorso un’estate tribolata tra avvicendamenti societari ed un mercato che stenta a decollare. La tripletta di Bacca è stata alquanto sensazionale. “El peluca” ,al centro di continue voci di cessione sia in Italia che all’estero, ha deciso di restare in maglia rossonera e di condurre il “diavolo” il più lontano possibile grazie ai suoi goal. La sfida contro i granata ha messo in luce un Milan che inevitabilmente dovrà registrare e migliorare i meccanismi difensivi, in quanto le reti messe a segno da Belotti e Baselli hanno evidenziato una tenuta tutt’altro che impeccabile, però, di diverso avviso è la condizione della squadra per quanto riguarda il centrocampo e l’attacco. Fra i tre presenti nella mediana è stata positiva la prestazione di Bonaventura che ha fornito assist interessanti per gli attaccanti ed ha rappresentato un vero faro e punto di riferimento per i suoi compagni. Notevole anche la performance di Montolivo che è apparso come guida d’esperienza, utile e fondamentale per l’intera squadra. In avanti, detto di Bacca, presentatosi in forma smagliante, non sono stati da meno né Niang né Suso. L’attaccante francese ha operato brillantemente lungo la corsia esterna, anche se Montella ha dichiarato a fine match, di considerare il suo calciatore molto propositivo sia in posizione defilata che di punta centrale. Così come Suso, che ha disputato una buona gara, fornendo assist invitanti per Bacca e mostrando una certa attitudine lungo la fascia, ricalcando quanto di buono fatto vedere, nella seconda parte della scorsa stagione, con la maglia rossoblù del Genoa. Un encomio particolare va attribuito a Donnarumma. Il giovane portiere rossonero ha evitato che il match terminasse sul pareggio, esibendosi in un intervento provvidenziale in pieno recupero, disinnescando brillantemente il penalty calciato da Belotti. Una parata che ha messo in evidenza la tecnica di questo diciassettenne dal futuro raggiante e una freddezza che appartiene, solamente, ai numeri uno dall’elevata caratura. Indubbiamente la compagine rossonera va rafforzata con alcuni innesti che permettano a Montella di poter avere a disposizione una buona scelta per ogni reparto. Gli arrivi di Lapadula, Gustavo Gomez e del “principito” Sosa non scaldano i cuori dei tifosi rossoneri e nemmeno consentono all’ “aeroplanino” di dormire sonni tranquilli. Anche se, Montella, è ben consapevole di dover fare i conti con il budget limitato di cui può disporre l’amministratore delegato Adriano Galliani. In queste ore è calda la pista che porta a Stambouli del Paris Saint Germain, che tornerebbe utile nel ruolo di vice-Montolivo, mentre è suggestiva l’ipotesi di un arrivo, in prestito, di Kovacic dal Real Madrid, ma per adesso il presidente dei blancos, Florentino Perez, sembra non voglia disfarsi del talento croato ex Inter. In questa fase particolare del club rossonero, con il passaggio di proprietà dal presidente Silvio Berlusconi alla cordata di imprenditori cinesi, Montella prosegue il suo lavoro sul campo, affidandosi ai suoi uomini e a un Bacca cinico e spietato sotto porta che vorrà regalare più di un semplice sorriso ai supporters rossoneri, ad oggi, delusi e distaccati nei confronti della società.

di Lorenzo Cristallo


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009