Champions: amarezza Juve, gioie per Ancelotti, Cerci e Donati

Di , scritto il 23 Ottobre 2014

olympiakos_juventus_kasami_gol-8Non un turno fortunato per le italiane impegnate in Champions League, è evidente. Un po’ meglio per alcuni italiani, invece: quelli emigrati da tempo o da manciate di mesi. Alle delusioni di Roma e Juventus fanno da contraltare i sorrisi di Donati (al primo gol europeo in carriera, segnato con la maglia del Bayer Leverkusen) e Cerci (anche per lui primo assoluto in Champions e alla corte dell’Atletico Madrid). Sul fronte allenatori contento soltanto Ancelotti che ad Anfield Road prima si gode il gol numero 71 di Ronaldo (raggiunto Raul in testa alla classifica dei marcatori di sempre della competizione), poi fa piangere Balotelli infliggendo un rotondo 3-0 al suo Liverpool – forse una nuova vendetta covata nella pancia dai tempi di Istanbul, chissà. A proposito di lacrime e a proposito di Istanbul, Prandelli cade a pezzi contro il Borussia Dortmund, per giunta tra le mura amiche: uno 0-4 pesantissimo che quasi certifica il “bandiera bianca” turco in ottica qualificazione.

Si è chiusa dunque la seconda parte della due giorni dedicata alla Champions, si è chiuso anche il girone di andata. Le gare di ieri sera hanno mandato a referto altre 19 marcature che, unite al bottino di martedì, sanciscono 59 centri in 16 gare complessive; il totale abbassa la media del parziale maturato nella pazza serata di due giorni fa, riportando i numeri ad un leggermente più “terreno” 3,6 gol a partita. Poca consolazione per la Roma, nessuna per la Juventus: da Atene i bianconeri sono rientrati a bocca asciutta e, anche se restano 270 minuti da giocare e niente è perduto, la porta verso gli ottavi di finale si è ristretta – complice la manita dell’Atletico al malcapitato Malmoe. La Juve ha regalato la prima frazione all’Olympiakos e, soprattutto, in mezzo al campo ha omaggiato gli avversari consegnando loro la brutta copia di Andrea Pirlo.

Il fantasista bresciano non ha molti minuti nelle gambe, si sa; rientrato da poco dopo un lungo stop che praticamente ne ha azzerato quegli spiccioli di preparazione estiva effettuata, non si può certo pretendere che sia al top. Il suo appannamento, le sue geometrie sghembe e inusuali, hanno finito per convincere Allegri a sostituirlo dopo un’ora con Marchisio. Troppa, un’ora, secondo alcuni; ma nella restante porzione di gara Marchisio non ha comunque offerto quelle accelerazioni che ci si attendeva per recuperare il risultato. Dopo la rete di Kasami del primo tempo, la ripresa ha però visto la Vecchia Signora più propositiva – benché confusa negli attacchi sferrati -, fermata soltanto da un fantasmagorico Roberto, estremo difensore degli ellenici, in grado di parare il parabile e tutto ciò che all’apparenza non lo è. Chiedere per scrupolo a Morata, unica vera nota positiva per Allegri, stoppato dai miracoli a ripetizione del portiere spagnolo – scuola Atletico Madrid, pare una maledizione. Oltre a Pirlo, in ogni caso, la luce risulta essersi affievolita anche intorno a Vidal, Tevez e, in parte, Pogba.

Buffon ha commentato con rammarico la sconfitta, ribadendo che la reazione della ripresa è piaciuta ma che fare le cose bene a metà non serve. Una sconfitta digerita senza dubbio male anche da Allegri e Tevez: il tecnico resta comunque ottimista, è sicuro di passare il turno. L’Apache bacchetta tutti, compreso se stesso, auspicando un veloce cambio di mentalità in Europa. Serve, eccome: nelle ultime 6 trasferte fuori dai confini nazionali, la Juventus ha raccolto la miseria di un punto (un pari e 5 sconfitte). Poco, decisamente poco per un blasone come quello bianconero.

RISULTATI GARE 22/10:

GRUPPO A:

Olympiakos – Juventus 1-0 (36′ Kasami)

Atletico M. – Malmoe 5-0 (48′ Koke, 61′ Mandzukic, 63′ Griezmann, 87′ Godin, 93′ Cerci)

CLASSIFICA: Olympiakos e Atletico M. 6, Juventus e Malmoe 3

GRUPPO B:

Ludogorets – Basilea 1-0 (92′ Minev)

Liverpool – Real M. 0-3 (23′ C. Ronaldo, 30′ e 41′ Benzema)

CLASSIFICA: Real M. 9, Liverpool, Ludogorets e Basilea 3

GRUPPO C:

Monaco – Benfica 0-0

Bayer L. – Zenit 2-0 (58′ Donati, 63′ Papadopoulos)

CLASSIFICA: Bayer L. 6, Monaco 5, Zenit 4, Benfica 1

GRUPPO D:

Galatasaray – Borussia D. 0-4 (6′ e 18′ Aubameyang, 41′ Reus, 83′ Ramos)

Anderlecht – Arsenal 1-2 (71′ Najar [An], 89′ Gibbs [Ar], 91′ Podolski [Ar])

CLASSIFICA: Borussia D. 9, Arsenal 6, Anderlecht e Galatasaray 1



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009