A.Bilbao-Napoli 3-1: Hamsik illude, Maggio e Rafael tradiscono

Di , scritto il 28 Agosto 2014

hamsik-napoli-620x400Athletic Bilbao – Napoli 3-1 (and. 1-1, qualificato A.Bilbao)

47′ Hamsik (N), 61′ e 69′ Aduriz (A), 74′ Gomez (A)

Rafa Benitez aveva messo le mani avanti prima del match di andata con l’Athletic Bilbao, dichiarando che non sarebbe stata una tragedia se il Napoli non avesse superato il preliminare di Champions. Non finisce il mondo, certo, ma il modo con cui gli azzurri sono retrocessi in Europa League lascia perlomeno attoniti. Forse Benitez, allenatore navigato, aveva già misurato i battiti al proprio spogliatoio; magari aveva compreso che molti dei suoi condottieri (Higuain, Callejon e Mertens su tutti) non potevano far girare al massimo il motore; può darsi che l’occhio gettato al mercato lo avesse obbligato a fare i conti con la realtà. Il Napoli, così com’è, manca di qualità in mezzo al campo e mostra preoccupanti crepe in difesa: impossibile andare avanti in Champions, difficile farlo anche in Europa League.

La sonora batosta rimediata al San Mames di Bilbao – che, è bene ricordarlo, è un teatro da cui pochi sono usciti con le ossa indenni – ha confermato i sospetti del tecnico spagnolo. I partenopei sono lontani dall’essere competitivi in ambito internazionale, i suoi alfieri di punta sembrano scarichi e troppo nervosi. E la mancata qualificazione con la relativa perdita di un introito sostanzioso (una trentina di milioni con cui dare gli ultimi assalti al mercato estivo) potrebbe avere strascichi anche alla vigilia di una Serie A nella quale altre società paiono più attrezzate.

Ieri sera il Napoli ha giocato male sin dal fischio d’inizio, poche storie. Higuain ha polemizzato con tutti e tutto, Callejon e Mertens non hanno mai dato l’accelerata decisiva sulle rispettive fasce di competenza, chi è entrato nella ripresa (Insigne, in polemica aperta con il tifo azzurro, e Britos) non ha offerto il cambio di passo auspicato. Al resto hanno pensato amnesie difensive purtroppo ricorrenti ed errori individuali grotteschi.

Eppure è stato proprio il Napoli a passare in vantaggio, illudendo l’ambiente: quando Hamsik, ad inizio ripresa, ha pescato l’angolino giusto per battere il portiere basco, si è avvertita per un istante la sensazione che il vento fosse girato dalla parte giusta, che l’apparente staticità del gioco partenopeo fosse stata sin dall’inizio un’impostazione premeditata di contenimento. I successivi dieci minuti sono sembrati poter condurre verso il delitto perfetto: spazi aperti nei quali costruire il contropiede per assestare il colpo del ko. La condizione atletica precaria (unita a banali errori negli appoggi) è però servita a ringalluzzire i propositi di rimonta dei padroni di casa (che già nella prima frazione si erano divorati due palle gol clamorose). Così, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ecco servita la prima frittata: Maggio perde Aduriz che infila Rafael da pochi passi. Il Napoli si scioglie e l’Athletic dilaga: ancora Aduriz approfitta di un difetto di comunicazione tra Albiol e l’estremo difensore azzurro che sbaglia clamorosamente l’uscita al limite dell’area, permettendo alla punta basca di appoggiare comodamente in porta; poi Gomez scappa alle spalle di Maggio, reo di aver creduto ad un fuorigioco inesistente (colpevole comunque l’intera retroguardia napoletana) e infila per la terza volta in rete.

Alla fine Benitez ha dichiarato che la gara è stata contraddistinta da errori non normali e che ora è fondamentale guardare avanti. Ma di fronte all’allenatore iberico ci sono tanti punti di domanda: uno si chiama mercato e il solo a poterlo cancellare è Aurelio De Laurentiis, obbligato dall’evidenza a metter mano al protafogli. Tra oggi e domani, al Grimaldi Forum di Montecarlo, ci saranno i sorteggi per i gironi delle due competizioni continentali e la sessione del calciomercato estivo ha i giorni contati: in casa Napoli serve risolutezza.

ALTRI RISULTATI PRELIMINARI CHAMPIONS:

Giocate martedì 26/08

Zenit – Standard Liegi 3-0 (and. 1-0, qual. Zenit)

Celtic – Maribor 0-1 (and. 1-1, qual. Maribor)

Porto – Lilla 2-0 (and. 1-0, qual. Porto)

Apoel Nicosia – Aalborg 4-0 (and. 1-1, qual. Apoel)

Bate Borisov – Slovan Bratislava 3-0 (and. 1-1, qual. Bate)

Giocate mercoledì 27/08

Arsenal – Besiktas 1-0 (and. 0-0, qual. Arsenal)

Bayer Leverkusen – Copenaghen 4-0 (and. 3-2, qual. Bayer)

Malmoe – Salisburgo 3-0 (and. 1-2, qual. Malmoe)

Ludogorets – Steaua Bucarest 1-0, 7-5 d.c.r. (and. 0-1, qual. Ludogorets)

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009