La Roma cade in disGarcia, il Bate la affossa

Di , scritto il 30 Settembre 2015

imagesBate Borisov – Roma 3-2 (3-0)

8′ Stasevic (B), 12′ e 30′ Mladenovic (B), 65′ Gervinho (R), 82′ Torosidis (R)

Doveva essere la serata delle conferme per la Roma, in qualche modo è accaduto. Non sono arrivate quelle positive, se non nella parte finale del match contro il Bate Borisov; perlopiù sono state conferme negative, quelle che i giallorossi in formato europeo – e non solo – spesso mettono in campo. In Bielorussia Garcia e i suoi erano chiamati a dare continuità al roboante 5-1 di campionato inflitto al malcapitato Carpi: il Bate ha un filo più esperienza e peso degli emiliani, non ci piove. Ma il pareggio con il Barcellona della prima giornata di Champions aveva in qualche modo alzato già l’asticella romanista (sebbene quel 1-1 sia stato figlio più della fortuna che del merito).

Ieri sera la Roma si è presentata sul terreno di gioco con una certa dose di apparente superficialità, unita al marasma tattico che Garcia ha permesso si materializzasse con alcune scelte discutibili. Una su tutte, l’inserimento tra i titolari di Vainqueur. Il centrocampista francese ci ha capito poco o nulla di ciò che stava accadendo, finendo per essere sostituito poco oltre la mezz’ora dall’acciaccato Iago Falque (e lo spagnolo in prestito dal Genoa ha letteralmente cambiato lo spessore all’intera manovra offensiva della Roma).

Quando poi le cose devono andare storte per forza, allora anche un piano tattico perfetto può andare a farsi benedire: Salah è la copia sbiadita del fenomeno che in realtà è la maggior parte del tempo; Szczesny ci mette tanto del suo in occasione del raddoppio di Mladenovic (e anche qui, Garcia avrebbe potuto tenere conto del buono stato di forma mostrato da De Sanctis); Gervinho galleggia a vuoto per tutto il primo tempo, riuscendo a far rimpiangere l’abulico Dzeko dell’ultimo periodo. Con il solito De Rossi sulla linea dei difensori e perennemente in preda a raptus di pericoloso nervosismo, fatica pure il folletto Florenzi.

Tutto questo nella prima parte della serata, con la Roma a vestire i panni del troppo docile dottor Jekyll, mentre il Bate recitava a mo’ del Barça. Squadra cortissima, ripartenze letali, una condizione atletica da fare invidia a Usain Bolt (e non sarebbe potuta andare diversamente, considerando che in Bielorussia mancano 5 gare al termine del campionato e da noi siamo appena ad un terzo del girone d’andata). Il 3-0 a favore dei padroni di casa è più che legittimo, è una sentenza senza possibilità di appello. Ma il riposo fa bene alla Roma: forse una lavata di capo da parte di Garcia, certamente un assetto di squadra differente nella ripresa e pian piano le cose prendono una piega a tinte giallorosse. Subito dentro Torosidis per lo spento e timido Iturbe – altra nota dolente nelle scelte del tecnico -, Naingollan un po’ più al centro della costruzione; Gervinho, Pjanic e Falque più stretti e a ridosso dell’area avversaria.

Così, dopo un quarto d’ora, la Roma macina gioca senza lasciare possibilità di respiro al Bate. I romanisti si trasformano in mister Hide e iniziano a mordere le caviglie avversarie fino a trovare il gol della speranza con Gervinho. Salah si divora un minuto più tardi il possibile 2-3, che arriva comunque con Torosidis, bravo a sfruttare un velo dell’ivoriano dopo la splendida giocata di Digne sulla sinistra, conclusa con un cross in area piccola arpionato dal greco. C’è aria d’impresa e sul destro di Florenzi, non nuovo a prodezze da cineteca, capita quella che pare essere la palla giusta per l’insperato 3-3. Peccato che la traversa non sia della stessa idea (tra l’altro, ancora sta tremando per la botta e la paura). La Roma a due facce esce dal campo ulteriormente ridimensionata e con una classifica perlomeno da brividi: nel gruppo E, infatti, i capitolini occupano l’ultimo posto. Per fortuna a soli 2 punti dalla seconda piazza. Per fortuna ce ne sono ancora 12 da assegnare.

RISULTATI 2° TURNO CHAMPIONS LEAGUE (gare del 29 settembre):

GRUPPO E:

Barcellona-Bayer L. 2-1, Bate B.- Roma 3-2

CLASSIFICA: Barcellona 4, Bayer L. e Bate B. 3, Roma 1

GRUPPO F:

Arsenal-Olympiakos 2-3, Bayern M.-Dinamo Z. 5-0

CLASSIFICA: Bayern M. 6, Olympiakos e Dinamo Z. 3, Arsenal 0

GRUPPO G:

Maccabi T.-Dinamo K. 0-2, Porto-Chelsea 2-1

CLASSIFICA: Dinamo K. e Porto 4, Chelsea 3, Maccabi T. 0

GRUPPO H:

O. Lione-Valencia 0-1, Zenit-Gent 2-1

CLASSIFICA: Zenit 6, Valencia 3, Gent e Lione 1

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009