Cristiano Ronaldo: cellulari, dolci incontri e un futuro al Psg

Di , scritto il 08 Luglio 2015

ronaldo-in-vacanza“C’è che si sa che si desidera ciò che si vede”, diceva una canzone degli Articolo 31 (“Così e cosà”, ndr). Vero, verissimo, a tutte le latitudine, in qualunque circostanza. Con tutta probabilità la signorina Austin Milan (cognome curioso se associato a Cristiano Ronaldo, ndr) avrà tenuto fede alla massima sopra citata nel momento in cui i suoi occhi si sono incrociati con quelli di CR7: il fenomeno del Real Madrid, in vacanza a Las Vegas dopo una stagione travagliatissima, quasi da zeru tituli, è stato protagonista di uno di quei casi nei quali il destino ci mette del suo per fare avverare un sogno. In questo caso, il sogno era della suddetta signorina Milan.

Qualche giorno fa, infatti, Cristiano Ronaldo ha trovato un cellulare e, rispondendo alla prima chiamata ricevuta, si è imbattuto proprio nella graziosa Austin, bionda e attraente, nonché proprietaria legittima del prezioso mezzo di comunicazione smarrito. Da lì la favoletta estiva in stile ‘il principe e la ragazza della porta accanto’ ha preso il via, perché il fuoriclasse portoghese non si è limitato a riconsegnare di persona il telefono, eh no. Il marpione di Madeira non si è fatto sfuggire l’occasione di invitare a cena sia la Milan che le sue amiche. La stessa Austin ha postato sul proprio profilo Instagram questo messaggio: “La cattiva notizia è che due giorni fa ho perso il mio cellulare. La buona notizia è che l’ha ritrovato Cristiano Ronaldo. E la notizia ancora migliore è che abbiamo cenato insieme a lui”.

Non sappiamo come sia stato il dopo cena, né se ce ne sia stato realmente uno, tuttavia ipotizziamo che Cristiano Ronaldo abbia immaginato più o meno lo stesso concetto espresso da J-Ax nel brano di cui sopra. Fatevi un giro in rete per ammirare le immagini che ritraggono la Milan: chi, al posto di CR7, non avrebbe desiderato ciò che stava vedendo? Gossip a parte, forse dalle parti della Tour Eiffel c’è qualcun altro che in queste ore si sta rifacendo gli occhi osservando la figurina di Ronaldo; e non per questioni legate all’attrazione fisica, tutt’al più per quella sportiva – e di marketing, ça va sans dire. Nasser Al-Khelaifi, CEO del Psg, sembra stia muovendo mari (di petrolio) e monti (di dollari) per arrivare proprio al cartellino dell’ala lusitana. Ci sarebbe già stato un primo colloquio con il Presidente del Real Madrid, Florentino Perez, in modo da sondare il terreno e, magari, iniziare a gettare le basi dell’affare del secolo.

Cristiano Ronaldo, trentenne, è legato ai Merengues sino al 2018, cosa che mette Perez e la dirigenza Blanca dalla parte giusta del coltello, quella del manico. Se il Psg volesse davvero portare il suo cartellino a Parigi, il costo dell’operazione sarebbe incalcolabile senza assumere prima un buon analgesico; gira la testa soltanto a considerare il valore attuale di Ronaldo (120 milioni di euro secondo Transfermarkt), immaginate quanto potrebbe chiedere il Real per privarsene. E, ancora, ipotizzate dove potrebbe spingersi la cifra del’ingaggio per vestire la maglia del Psg. Fantacalcio? Sicuramente se non avessimo a che fare con uno sceicco. Ma in questo caso…

Tra l’altro, caso mai dovesse davvero concretizzarsi il passaggio di Ronaldo alla corte francese, il Milan (no, non la ragazza: la società, ndr) avrebbe via libera per giungere finalmente ad una soluzione nella logorante trattativa legata a Zlatan Ibrahimovic. Se l’attuale numero 7 del Madrid approdasse a Parigi, lo svedese sarebbe libero di accasarsi altrove. Visto che la moglie di Ibra non vede l’ora di fare ritorno a Milano… sognate, amici: l’estate è appena cominciata.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009