Garcia ai saluti. È Spalletti l’uomo nuovo per la Roma

Di , scritto il 13 Gennaio 2016

spalletti romadi Lorenzo Cristallo
Aria nuova in casa giallorossa. Il pareggio subito in rimonta dal Milan, sabato scorso, ha indotto il presidente Pallotta coadiuvato dai massimi dirigenti del club capitolino, Zanzi e Baldissoni, a prendere una decisione definitiva in merito alle sorti di Rudi Garcia. Il tecnico francese è oramai ai saluti, nella giornata odierna si attende molto presumibilmente la comunicazione ufficiale del suo esonero dalla guida dei giallorossi. Il rapporto tra l’allenatore transalpino e i vertici societari è oramai ai minimi storici. Non c’è più feeling tra le due parti, gli ultimi risultati in campionato non giovano a Garcia che tra l’altro al termine del match contro i rossoneri si è lasciato andare ad un commento poco positivo nei riguardi della preparazione atletica dei suoi uomini, un modo per puntare il dito verso parte dello staff scelto proprio dal presidente giallorosso. Un altro indizio che lascia presagire ad un addio immediato è stato fornito dal post su face book della fidanzata di Garcia, Francesca Brienza, giornalista di Roma Channel, che nelle sue righe ha lasciato intendere , nemmeno in maniera poi tanto velata, di augurare “buona fortuna” a chi verrà dopo il tecnico francese, rimarcando però quanta volontà e orgoglio abbia messo Garcia nel dare sempre il meglio per la sua squadra.
Il nome nuovo per la guida dei giallorossi è quello di Luciano Spalletti. Il tecnico toscano oramai libero contrattualmente dallo Zenit San Pietroburgo, è ad un passo dal dire “sì” al corteggiamento del presidente James Pallotta. Nella mezzanotte, ora italiana, presso la residenza di Miami del numero uno giallorosso, è avvenuto un incontro decisivo tra Spalletti e i massimi vertici dirigenziali della Roma e a questo punto la fumata bianca pare essere dietro l’angolo. Per l’ex allenatore di Udinese e Zenit è pronto un contratto di un anno e mezzo e per lui sarebbe un gradito ritorno nella Capitale. Spalletti ha guidato i giallorossi dal 2005 al 2009, conquistando una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Lasciò il segno nella sua esperienza capitolina, il “4-2-3-1” fu il suo marchio di fabbrica, e in quelle stagioni si rese protagonista di un duello rusticano con l’Inter per la conquista dello scudetto. Il suo primo capitolo con la società giallorossa si chiuse il 1 settembre 2009 dopo un Roma-Juventus: 1-3 per poi volare in Russia e guidare con successo lo Zenit San Pietroburgo. Il tecnico nato a Certaldo, è pronto nuovamente a prendere in mano la squadra capitolina per dare una sterzata ad una stagione che sembra ricalcare quella deludente dell’anno scorso. Attualmente la Roma è posizionata al quinto posto in classifica a quota trentaquattro ma ciò che più preoccupa è l’involuzione tecnico-tattica dei giallorossi negli ultimi due mesi. Spalletti dovrà essere abile non solo a dare nuovo smalto e linfa ai suoi ragazzi, in un gruppo in cui ritroverebbe Totti e De Rossi, protagonisti assoluti nelle sue stagioni precedenti nella Capitale, ma soprattutto dovrà fare in modo con il bel gioco e i risultati di riconquistare un pubblico da tempo in piena contestazione verso la squadra, cercando di riavvicinarli allo stadio, considerando che l’Olimpico appare sempre più terribilmente spettrale. Nella giornata odierna con ogni probabilità dovrebbe esserci la comunicazione ufficiale dell’avvento dell’era Spalletti, con tanti saluti per Garcia che fino all’ultimo ha eseguito con solerzia i compiti di allenatore serio e rigoroso ma oramai il suo rapporto con la piazza e con il presidente Pallotta era giunto irrimediabilmente al capolinea.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009