La notte della sfida infernale: Real Madrid-Napoli

Di , scritto il 15 Febbraio 2017

La grande attesa sta per volgere al termine. Questa sera ,alle ore 20:45, presso l’incantevole scenario del Santiago Bernabeu andrà in atto il match d’andata, valevole per gli ottavi di finale di Champions League, tra Real Madrid e Napoli, sfida dai connotati suggestivi e dal fascino particolare. Il caloroso pubblico partenopeo attendeva da mesi questa gara che proietta gli azzurri nell’olimpo del calcio europeo, con la speranza di ricalcare i fasti vissuti ai tempi di Diego Armando Maradona. Al Bernabeu sono attesi circa 10.000 tifosi partenopei, un numero elevatissimo che rende l’idea sull’esodo di massa avvenuto per seguire le gesta di Mertens e compagni. Già dalla giornata di ieri, per le vie della capitale spagnola è un susseguirsi di cori e canzoni al fine di sostenere i propri idoli in questa missione che non appare più così impossibile. Durante la conferenza stampa della vigilia, Maurizio Sarri ha tenuto a ribadire che il Real Madrid sia una squadra di altissimo livello. Il recente palmares ne è la prova tangibile: campione d’Europa in carica, campione del mondo per club, primo in classifica nella Liga e tra le propria fila annovera il vincitore del Pallone d’Oro. Elementi che indiscutibilmente non possono che cucire addosso ai blancos l’abito dei favoriti. Il tecnico toscano, però aggiunge, che gli azzurri non scenderanno in campo nelle vesti di vittima sacrificale di turno. I partenopei dovranno essere abili nel mettere in evidenza determinazione, carica agonistica, sfrontatezza e voglia di pungere, fattori determinanti per tenere testa ad un avversario a dir poco temibile. Sarri non stravolgerà affatto il suo modulo tattico, facendo affidamento al collaudato “4-3-3”, sottolineando l’importanza di sfoderare una prestazione altisonante per testare il proprio grado di maturità in un banco di prova di questo genere ed anche in segno di rispetto nei confronti delle migliaia di tifosi che sono partiti da Napoli e zone limitrofe per sostenere a gran voce i propri colori. Da segnalare, inoltre, la presenza in tribuna di Diego Armando Maradona che è giunto a Madrid per stare accanto agli azzurri. È probabile che nella giornata odierna, nelle ore che anticiperanno il fischio d’inizio, l’ex “pibe de oro” terrà un discorso per caricare la squadra di Sarri, per donare loro quel “sacro fuoco” al fine di scendere in campo senza avvertire alcun tipo di paura o timore reverenziale. Dal versante delle merengues, Zinedine Zidane afferma di aver recuperato in vista di questa sfida delicata sia Carvajal che Marcelo, mentre per quanto concerne Cristiano Ronaldo, che negli ultimi giorni si è allenato a parte, non ci sono problemi in vista di un suo impiego dal primo minuto. Sicuro assente sarà invece Bale non ancora in perfette condizioni. Zizou esprime parole d’elogio nei confronti della compagine partenopea, affermando che gli azzurri sciorinino un calcio propositivo ed arrembante, il migliore nel campionato italiano. Inoltre, tiene a ribadire che si attende una sfida dall’elevato valore tecnico e per ciò che concerne la presenza di Maradona in tribuna, il tecnico francese dichiara che l’ex numero dieci argentino sia l’espressione massima del calcio, un campione assoluto che resta indiscutibilmente il punto di riferimento per ogni generazione. Zidane ,infine, conclude ricordando con affetto la sua esperienza calcistica in Italia con la maglia della Juventus, in cui afferma che maturò molto dal punto di vista professionale, vestendo la casacca di un club che mira a vincere su ogni fronte, aspetto che ricalca in buona sostanza la mentalità cardine del Real. Aggiungendo che nelle vesti di tecnico dei blancos sia cresciuto tantissimo dal punto di vista umano e non nasconde la chiara intenzione di proseguire lungo la striscia positiva di risultati che conducano verso trionfi prestigiosi. Per quanto riguarda le probabili formazioni, Zizou dovrebbe affidarsi al “4-3-3” con Navas in porta, Varane e Sergio Ramos centrali difensivi. Lungo le corsie esterne spazio a Carvajal e Marcelo. A centrocampo fiducia al trio Modric, Casemiro e Kroos mentre in avanti Cristiano Ronaldo e Vazquez agiranno ai lati della punta centrale Benzema. Modulo a specchio anche per Sarri che schiererà Reina tra i pali, Albiol e Koulibaly coppia centrale di difesa. Hysaj presidierà la corsia di destra, mentre Ghoulam quella opposta. A metà campo sicuro di un posto da titolare Hamsik con Diawara e Zielinski leggermente favoriti su Jorginho ed Allan nel partire dall’inizio. In avanti confermato il tridente delle meraviglie composto da Callejon, Mertens ed Insigne. L’arbitro della gara sarà lo sloveno Skomina. Non resta che attendere il fischio d’inizio di questa sfida infernale, stellare, dall’elevata posta in palio che metterà di fronte la forza d’urto e compattezza dei campioni d’Europa in carica contro la voglia di emergere, la sfrontatezza e la rapidità di un Napoli vivace e spinto dall’orgoglio di un popolo che attende questo match per far risplendere i colori azzurri nella notte magica e sensazionale del Bernabeu.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009