Il day-after di Belgio-Italia è contraddistinto dai sorrisi in casa azzurra

Di , scritto il 15 Giugno 2016

Euro2016_Belgio_Italiadi Lorenzo Cristallo
Gli azzurri di Antonio Conte possono finalmente rilassarsi per ventiquattro ore. Ieri, giornata piuttosto tranquilla, nel quartier generale di Montpellier, dopo la prova assolutamente confortante e positiva della nazionale italiana al cospetto dei più quotati “diavoli rossi” del Belgio. La nazionale azzurra ha dimostrato carattere, grinta, personalità ed ottima organizzazione di gioco, frutto del lavoro meticoloso e minuzioso del c.t. Antonio Conte che ha dato il via alla spedizione francese dallo scorso 17 maggio, tenendo tutti sulla corda e motivando costantemente i suoi ragazzi. Dopo il match di Lione, la comitiva azzurra ha fatto ritorno nella sede del ritiro a Montpellier e nella mattinata di ieri, il commissario tecnico ha diviso in due il gruppo: da un lato esercizi di scarico per chi ha giocato contro il Belgio, dall’altro tutti coloro che non sono scesi in campo, effettuando un lavoro più intenso dal punto di vista atletico. Nel pomeriggio sono state concesse alcune ore libere, che i calciatori azzurri hanno sfruttato per andare in giro per Montpellier, firmare autografi e scattare selfie con i fans, oppure stare accanto alle proprie compagne o alle rispettive famiglie. In serata, di nuovo, rientro in albergo e cena tutti insieme, per poi recarsi nelle camere da letto , senza fare tardi, perché da questa mattina il c.t. Conte inizierà di nuovo a spremere i suoi ragazzi in vista dell’importante sfida di venerdì pomeriggio a Tolosa contro la Svezia di Zlatan Ibrahimovic. Un match che non dovrà cancellare quanto di buono fatto contro i “diavoli rossi” guidati da Wilmots, ma occorrerà mettere in mostra una verve ed una voglia famelica rinnovata per mettere nel mirino il primo obiettivo fondamentale, ovvero quello riguardante il passaggio del turno. Da quest’oggi sedute tattiche ed atletiche intense, oltre che la visione, in sala video, dei filmati riguardanti la nazionale scandinava, per studiare ed analizzare le contromisure da prendere per non farsi trovare impreparati. Dall’infermeria non giungono notizie preoccupanti per ciò che concerne Graziano Pellè: l’attaccante pugliese ha riportato la lussazione dell’anulare della mano sinistra ed un leggero fastidio alla caviglia ma non ci sono problemi per un suo impiego nella sfida contro la Svezia. In questi giorni che anticipano la gara di venerdì alle ore 15, capiremo se il c.t. Conte avrà intenzione di riconfermare in blocco l’undici di partenza che ha schiantato il Belgio, oppure cambierà qualche interprete. Probabile lo schieramento di De Sciglio sulla sinistra al posto di un Darmian, ammirato piuttosto sottotono, ma questa è solo una supposizione. Da oggi inizierà di nuovo il lavoro blindato da parte del c.t. , che vuol continuare ad agire a fari spenti, senza avere addosso le luci della ribalta, al fine di scrivere una storia con il lieto fine, a cui ben pochi, ad inizio spedizione, credevano, considerando il forte scetticismo che ha avvolto la compagine azzurra, etichettata come squadra con poca qualità, però in base a quanto visto lunedì sera, con una spinta propulsiva emotiva in grado di sovvertire ogni tipo di pronostico.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009