La Sampdoria ha il suo nuovo numero 10: Bruno Fernandes

Di , scritto il 17 Agosto 2016

Bruno Fernandesdi Lorenzo Cristallo
Volto nuovo in quel di Bogliasco, quartier generale della Sampdoria. Nella giornata di ieri, si è messo agli ordini di mister Giampaolo, il neo arrivato Bruno Fernandes. Il centrocampista portoghese proviene dall’Udinese con la formula del prestito oneroso (1 milione di euro) con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro. Dinnanzi ai fotografi, accorsi al centro sportivo blucerchiato, Bruno Fernandes si è lasciato immortalare con la maglia numero 10 in mano. Numero che ha contraddistinto le gesta di vari campioni che hanno vestito la casacca doriana, a partire da Roberto Mancini, un simbolo da queste parti. Il lusitano si è messo subito a disposizione del tecnico blucerchiato che per lui ha intenzione di cucirgli addosso il ruolo di trequartista. Infatti nell’idea tattica dell’allenatore ex Empoli, ossia il “4-3-1-2”, non vi era ancora la figura di un calciatore abile ad agire dietro le due punte che molto presumibilmente saranno Quagliarella e Muriel. Bruno Fernandes rappresenta la soluzione ideale, l’uomo in grado di rivestire questo ruolo in quanto dotato di un’ottima visione di gioco e di una tecnica cristallina. Il calciatore portoghese è altresì predisposto a giocare anche da mezzala, nel trio di centrocampo, oppure come esterno, essendo molto rapido nei movimenti e non disdegnando le incursioni all’interno dell’area avversaria. La sua fantasia, la sua genialità, le sue ottime qualità balistiche dai calci da fermo e la spiccata caratteristica nei tiri da fuori area, potranno essere armi taglienti a disposizione di Marco Giampaolo che con l’arrivo di Bruno Fernandes, trova la pedina tanto attesa. Il portoghese classe 1994, muove i primi passi nella sua carriera, nelle giovanili del Pasteleira e del Boavista. Nel 2012 vi è il suo approdo in Italia, con la maglia del Novara in serie B. Dopo una sola stagione in cadetteria con i piemontesi, compie il salto di qualità, abbracciando la causa dell’ Udinese. Con i friulani disputa tre stagioni da protagonista, mettendo in evidenza le sue doti e le sue qualità. Tra le fila dei bianconeri, colleziona tra campionato e Coppa Italia, 95 presenze mettendo a segno 11 goal. Con la nazionale del suo Paese ha disputato sette partite con la maglia dell’under 21 e negli ultimi giochi olimpici di Rio, è stato attore protagonista con la rappresentativa portoghese, giungendo fino ai quarti di finale, gradino in cui il Portogallo si è dovuto arrendere, a causa dello 0-4 subito per mano della Germania. Bruno Fernandes ora è a completa e totale disposizione di mister Giampaolo e fin da ieri, si è immediatamente allenato con i suoi nuovi compagni di squadra, perché la Sampdoria non può più attendere, in quanto il centrocampista lusitano, che molti paragonano per movenze e stile di gioco al celebre Rui Costa, rappresenta una pedina fondamentale da cui partire per ottenere buoni risultati in campionato e vivere una stagione dai connotati tranquilli.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009