È la sera di Italia-Irlanda: gli azzurri vogliono chiudere a punteggio pieno

Di , scritto il 22 Giugno 2016

Nazionale italianadi Lorenzo Cristallo
Siamo giunti all’atto conclusivo del girone E. Questa sera, a Lille, l’Italia già qualificata agli ottavi di finale e sicura del primo posto in classifica, se la vedrà contro l’Irlanda del c.t. O’Neill, in un match da non sottovalutare e da non affrontare come se non fosse affatto importante. Il c.t. azzurro, Antonio Conte, è stato chiaro in questi giorni e lo ha ribadito alla vigilia: l’Italia dovrà dare il massimo in campo, giocare con intensità ed agonismo perché attende risposte confortanti da parte dei suoi ragazzi. Anche se verrà applicato un sostanzioso turn-over, il tecnico salentino attende una prestazione sopra le righe dagli uomini che scenderanno in campo e tra l’altro, ha tenuto a precisare, che nella comitiva italiana non vi sono titolari fissi ed inamovibili, piuttosto si tratta di un gruppo ,di ventitré elementi, in cui tutti hanno le medesime chance di scendere in campo per sentirsi fondamentali per la causa azzurra. Conte ha poi aggiunto che è tanta la fame di vittorie e la concentrazione dovrà essere alta perché non vuole che la sua squadra lasci punti per strada. Inoltre, conclude affermando, che una performance positiva questa sera, possa rappresentare un importante viatico per i prossimi impegni, a partire dagli ottavi di finale, dove la compagine azzurra affronterà la Spagna. Si preannuncia ,fin da adesso, una gara delicata e suggestiva contro le “furie rosse”, avversario storicamente ostico per i nostri colori. L’Italia non batte gli iberici, in una competizione ufficiale, dal lontano 1994, durante i mondiali negli Stati Uniti, e in quel caso i ragazzi allenati dall’allora c.t. Arrigo Sacchi, si imposero grazie alle reti di Dino Baggio e Roby Baggio. Erano i quarti di finale di un mondiale che poi ci vide perdere ai rigori, in finale, contro il Brasile di Romario-Bebeto-Rai. Questa è storia passata, ora occorrerà aggiornare l’album dei ricordi e preferibilmente con una vittoria che dia lustro al nostro calcio. Nel frattempo il c.t. Conte non vuol sentire parlare di altro ma l’attenzione è tutta rivolta sull’Irlanda, per una sfida utile per testare lo stato di forma dei suoi ragazzi e dosare le energie di chi non giocherà, per non incappare in inutili rischi. Dal punto di vista della formazione, prende sempre più piede l’opzione per il “3-5-2” con Sirigu tra i pali, difesa a tre con Barzagli, Bonucci e Darmian. A metà campo Thiago Motta nel ruolo di playmaker davanti la difesa, Sturaro e Florenzi interni. Lungo le corsie laterali spazio a El Shaarawy sulla sinistra e De Sciglio sulla destra, anche se non è da escludere un impiego in quella zona di campo di Bernardeschi. In attacco fiducia al tandem, cosiddetto “ignorante”, Immobile-Zaza. Questa sera, il popolo italiano è chiamato nuovamente a tifare azzurri davanti la tv, per chiudere al meglio una spettacolare e positiva fase a gironi per poi iniziare a scaldare i motori in vista dell’appassionante ottavo di finale contro la Spagna che andrà in scena lunedì 27 giugno, alle ore 18 presso lo stadio Saint Denis di Parigi, per continuare a coltivare un sogno dai connotati tricolore.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009