Bernardeschi verso la Juve, quasi un Baggio-bis: tifosi in fermento

Di , scritto il 22 Giugno 2017

Bernardeschi Fiorentina

L’estate a Firenze è arrivata in anticipo, il clima è già torrido da un po’. Non stiamo parlando della proverbiale umidità che sul Lungarno ti si appiccica addosso, no: le temperature bollenti sono quelle della tifoseria Viola che, oltre a dover fronteggiare il caldo stagionale, è costretta a guardare impotente mentre, in apparenza, Pantaleo Corvino smembra la rosa della Fiorentina. Ultimo pezzo pregiato a rischiare di emigrare lontano dal Franchi è Federico Bernardeschi, gioiellino dell’Under 21 impegnata agli Europei polacchi e prodotto del vivaio gigliato.

Che il giovane centrocampista classe ’94 sia un fuoriclasse potenziale è noto, così come è sotto gli occhi di tutti il fatto che faccia gola ai Top Club del nostro campionato. La prima società a sondare il terreno è stata l’Inter che, già nella passata stagione, aveva messo più di un occhio su Bernardeschi. Pioli lo avrebbe voluto già nel mercato di gennaio (cosa impossibile e mai avveratasi, infatti) e ora che lo trova a Firenze, rischia di perderlo ancora prima di cominciare. La base sulla quale il d.g. Corvino parte non scende sotto i 40 milioni di euro e, mentre il Club nerazzurro prende tempo, si fa avanti la Juventus.

Marotta e Paratici sembrano disposti a mettere sul piatto i soldi richiesti, quasi senza battere ciglio. Per Bernardeschi sarebbe pronto un contratto da 3 milioni a stagione e, cosa più importante, pare che lo stesso giocatore sia stato convinto direttamente da Allegri a sposare la causa bianconera. In sostanza, per i tifosi della Fiorentina il rischio di una sorta di tragedia sportiva è concreto: dopo le contestazioni dirette a Corvino per la trattativa in atto con l’Inter che riguarda Borja Valero, ora si aggiunge l’onta del possibile passaggio di Bernardeschi in bianconero. Troppo per una tifoseria che ha visto sgretolarsi il progetto Sousa e che per il prossimo futuro vede più ombre che luci.

A saturare ulteriormente l’aria, la probabile destinazione del calciatore: sapere che il tuo gioiello più prezioso rischia di finire ai rivali più odiati, riapre antiche ferite. Con le debite proporzioni, certo, ma la storia di Bernardeschi ricorda quella di Roberto Baggio, per il quale si scatenò una sommossa popolare nel tentativo di impedirne la partenza verso Torino. Allora fu inutile, come presumiamo lo sarà casomai anche per il centrocampista di Carrara.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009