Champions, Barça-Roma 6-1: Garcia senza scuse, difesa shock

Di , scritto il 25 Novembre 2015

Barcellona-Roma-6-1Barcellona – Roma 6-1 (3-0)

15′ e 44′ Suarez (B), 18′ e 60′ Messi (B), 56′ Piqué (B), 77′ Adriano (B), 91′ Dzeko (R)

Non è tutta colpa del Bayer Leverkusen se la Roma è stata impallinata dal solito, stratosferico Barcellona. Già, perché non basta il pareggio delle 18 tra Bate Borisov e tedeschi per giustificare la terza cocente batosta europea in Champions nella storia giallorossa. Spieghiamo: il risultato di 1-1 maturato in Bielorussia nel pomeriggio di ieri, regalava alla Roma un po’ più di tranquillità in ottica qualificazione agli ottavi. Il Bayer aveva sì raggiunto a 5 punti i capitolini, ma con una gara in più e con la prospettiva dello scontro decisivo dell’ultimo turno contro i semi Dèi blaugrana, mentre alla Roma toccherà ospitare il Bate all’Olimpico. Quindi Garcia e i suoi partivano con la cattiva premessa di non avere molto da perdere al Camp Nou, di potersi giocare il passaggio del turno alla sesta giornata.

La prodezza di Florenzi che valse l’aggancio al Barça a Roma, un 1-1 bugiardo, è cosa ormai lontana; anzi lontanissima. E l’atteggiamento giallorosso di ieri sera ne è stata la deludente conferma. Naingollan & C. mai in partita, sempre schiacciati nella propria metà campo, in balia della Playstation catalana. No, non basta la relativa tranquillità di cui sopra per giustificare un 6-1 senza se e senza ma. Semplicemente il Barcellona è, al momento, la squadra più forte di tutta Europa; altrettanto semplicemente, la Roma non è pronta, non è all’altezza di una competizione come la Champions League.

Siamo duri e cattivi: non lo è mai stata davvero. Ci sono diversi indizi a supportare la nostra tesi: per cominciare, la Roma è l’unica squadra ad aver subìto in 3 occasioni 6 o più reti in gare della moderna Coppa Campioni (nel 2007 perse 7-1 a Old Trafford contro il Manchester United, lo scorso anno stesso risultato ma in casa e contro il Bayern Monaco, ieri 6-1 dal Barcellona). Poi, dando uno sguardo ai numeri – che non mentono – ci si accorge che soltanto in questa stagione i giallorossi hanno incassato 31 gol in 18 partite, di cui 16 in 5 incontri di Champions. Ad aggravare il bilancio, il fatto che sono 27 le gare consecutive nella quali la Roma prende gol in Europa (61 in totale).

Dire quindi che il Barcellona è l’avversario peggiore che la Roma potesse trovarsi di fronte in questo momento, è una verità parziale. Perché la retroguardia di Garcia ha recitato la parte del colabrodo anche contro Bayer e Bate. Figuratevi, qualora la Roma dovesse accedere agli ottavi, cosa accadrebbe se dall’urna spuntassero Real Madrid, Zenit o Chelsea. Meglio non pensarci adesso, meglio dimenticare in fretta il Camp Nou e concentrarsi sui bielorussi del Borisov.

Detto tutto ciò, merita una standing ovation la squadra dell’ex romanista Luis Enrique. Il Barcellona non gioca a calcio, lo dipinge; Messi (finalmente rientrato nei ranghi anche in Champions, dopo il Clasico), Neymar e Suarez sembrano nati per tessere poesia insieme, con un pallone tra i piedi. Da guardare e riguardare l’azione che ha portato al secondo gol blaugrana: 27 tocchi consecutivi per giungere all’apoteosi dello scavetto “made in Messi”. Roba per palati fini, beati gli abbonati del Barça che certe cose le vedono ogni settimana e alle quali, crediamo, è impossibile abituarsi.

Per l’argentino 2 reti (più l’assist a Piqué in occasione del 4-0), altrettante per Suarez. Nel mezzo soddisfazione pure per Adriano, lesto a ribadire alle spalle di Szczesny la respinta sul rigore fallito da Neymar – unica nota storta in una serata perfetta, in fondo chi se ne importa. Per la Roma un solo e misero battito di cuore, al 91′: la testa di Dzeko che trafigge Ter Stegen per il classico gol della bandiera. Ci sarebbe anche un penalty fallito dallo stesso bosniaco, ma non è il caso di infierire.

RISULTATI GARE CHAMPIONS LEAGUE 24 NOVEMBRE:

GRUPPO E: Bate B.-Bayer L. 1-1, Barcellona-Roma 6-1 CLASSIFICA: Barcellona* 13, Roma e Bayer L. 5, Bate B. 4

GRUPPO F: Arsenal-Dinamo Z. 3-0, Bayern M.-Olympiakos 4-0 CLASSIFICA: Bayern M. 12*, Olympiakos 9, Arsenal 6, Dinamo Z. 3

GRUPPO G: Maccabi T.-Chelsea 0-4, Porto-Dinamo K. 0-2 CLASSIFICA: Chelsea e Porto 10, Dinamo K. 8, Maccabi T. 0

GRUPPO H: Zenit-Valencia 2-0, O. Lione-Gent 1-2 CLASSIFICA: Zenit 15*, Gent 7, Valencia 6, O. Lione 1

*già qualificate agli ottavi di finale

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009