Napoli-Benfica: pari livello per il primato nel Gruppo B

Di , scritto il 28 Settembre 2016

napoliAncora poche ore e il San Paolo di Napoli riassaporerà l’inno della Champions League, con tutto ciò che si porta dietro: emozioni, grandi sfide e, soprattutto, la caccia ai tre punti.

La seconda giornata, per il Gruppo B di cui fa parte il Napoli, coinciderà con l’esordio stagionale europeo dello stadio partenopeo. La tensione è palpabile sia in tutta la città che nei pressi dell’impianto e, naturalmente, c’è grande concentrazione nel gruppo guidato da Sarri.

La sfida tra la formazione azzurra e il Benfica vale già parecchio, non proprio l’intera qualificazione, ma una bella fetta forse sì. Per il Napoli vincere contro i lusitani significherebbe staccarli di cinque punti, dal momento che all’esordio la squadra di Rui Vitòria non è andata oltre il pari (1-1) contro i turchi del Besiktas. Sarebbe un bel colpo, certo, ma non sarà una passeggiata. E per un sacco di motivi.

Sia il Napoli che il Benfica arrivano alla gara delle 20:45 con un biglietto da visita niente male: entrambe, infatti, sono ancora imbattute in questa stagione. Tra Serie A e Superliga portoghese, le due squadre hanno saputo fare la voce grossa: il Napoli è secondo a 14 punti (uno solo in meno della capolista Juventus), il Benfica comanda con 16. La prima giornata di Champions ha sorriso certamente più agli azzurri (2-1 sul campo della Dinamo Kiev), ma le Aquile di Lisbona sono certamente in corsa per giocarsi la vetta del girone. Non va dimenticato, tra l’altro, che il Benfica ha già in bacheca un trofeo stagionale, la Supercoppa del Portogallo strappata al Braga (3-0).

Sarà una gara presumibilmente equilibrata, in considerazione dei numeri che accompagnano le squadre: escludendo la sopracitata Supercoppa, tra Champions e campionati Sarri e Rui Vitòria hanno messo insieme rispettivamente 16 e 14 gol fatti, 6 e 5 subiti. Un dato che sottolinea sia come la fase offensiva risulti efficace per entrambe (il Napoli conta sulla forma di Milik, Callejon e Hamsik), sia quanto quella difensiva sia difficile da soverchiare.

I precedenti sono pochi: al di là del test amichevole del 2013 vinto dai lusitani, negli unici due confronti ufficiali si registra un successo per parte: era il primo turno della Coppa Uefa 2008-2009, a Lisbona si imposero i padroni di casa per 2-0, al San Paolo ebbe la meglio il Napoli per 3-2. Ma, a conti fatti, al turno successivo passò il Benfica. Questa sera sarà tutta un’altra storia, specie in considerazione dei valori espressi globalmente dal ranking Uefa: Sarri e i suoi sono al decimo posto, Rui Vitòria al ventesimo.

Se si volesse fare un pronostico sulla base del ranking, la logica suggerirebbe il Napoli, se dovessimo affidarci a blasone e palmarès, beh, la Storia del calcio direbbe Benfica. Si sa, però, che poi a parlare dovrà essere necessariamente il terreno di gioco.

PROBABILI FORMAZIONI:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Milik, Mertens.

All. Sarri
BENFICA (4-4-2): Julio Cesar; Semedo, Lisandro Lopez, Lindelof, Eliseu; Pizzi, Fejsa, Horta, Salvio; Mitroglou, Gonçalo Guedes.

All. Rui Vitoria

 


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009