Giocare ogni 3 giorni? Stress indicibile

Di , scritto il 31 Ottobre 2007

herrrNel turno infrasettimanale appena concluso, tutte le grandi hanno vinto. La spiegazione è semplice: per le squadre di media e bassa classifica diventa troppo duro giocare ogni tre giorni, e per giunta sempre in campionato. Magari un turno di coppa Italia l’avrebbero sofferto di meno: non ci sono i tre punti in palio, quindi si va in campo più sereni.

Ma stare 90 minuti ia lottare ogni 36 ore vuol dire andare a scavare nel più profondo del pozzo delle proprie energie psicofisiche. Basta guardare le statistiche: quante squadre italiane hanno vinto campionato e coppa Campioni nello stesso anno? L’Inter di Moratti papà e di Herrera (foto) a metà anni 60 (la squadra più forte che io abbia mai visto) e il Milan di Berlusconi e Capello a metà anni 90. E anche all’estero le squadre che vanno in campo ogni tre giorni faticano.

Domenica sarà ancora un turno bestiale per le medie e per le piccole, con la fortuna che Juve e Inter si scorneranno fra di loro… Dal turno successivo, le società di medio cabotaggio torneranno a respirare e a dare fastidio.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009