Psg fuori dalla Coppa di Francia. City vince 9-0! Per Mou congedo da 17 milioni di euro! Analisi e commenti.

Di , scritto il 10 Gennaio 2019

Mario Mandzukic è in dubbio per la Supercoppa italiana che si giocherà tra sei giorni a Gedda, in Arabia Saudita, tra Juventus e Milan. L’attaccante bianconero nell’allenamento di questa mattina alla Continassa ha accusato un problema ai flessori della coscia sinistra. L’entità del problema muscolare sarà valutata nei prossimi giorni.

“Il mio rinnovo avverrà nel momento in cui l’Inter mi sottoporrà un’offerta corretta e concreta”. Così Mauro Icardi su Instagram ribadisce la sua posizione in merito alle voci sulla trattativa con l’Inter per il rinnovo. “Voglio chiarire a tutti i tifosi che leggono pseudo giornalisti e giornali ‘seri’, che scrivono senza sapere o danno istruzioni di scrivere senza avere una reale idea dei fatti – aggiunge il capitano nerazzurro – che il mio rinnovo avverrà quando l’Inter mi sottoporrà un’offerta corretta e concreta”. “Solo allora si potrà parlare di rinnovo con verità eludendo le menzogne gratuite che ad oggi vengono diffuse” Poi sulla moglie-procuratore:”Ci tengo a precisare che sono molto ma molto felice e soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto insieme finora. Per questo sarà sempre Wanda Icardi a curare i miei e i nostri interessi fino a fine carriera”. Con queste parole sul proprio profilo Instagram il capitano dell’Inter Mauro Icardi ribadisce la sua fiducia nella moglie e agente Wanda Nara dopo le polemiche per le difficoltà nel rinnovo di contratto. Il capitano nerazzurro ha in particolare risposto a indiscrezioni di stampa, secondo cui l’Inter sarebbe intenzionata a trattare il rinnovo con un altro rappresentante perché Wanda Nara non sarebbe più gradita. “Da dove vengono queste frasi? Ma è possibile che un giornale come La Gazzetta scriva queste c….e?”, il duro commento di Icardi allegando l’immagine dell’articolo in questione.

“Sono sicuro che possiamo vincere l’Europa League. Siamo stati sfortunati in Champions League, abbiamo perso solo col Liverpool in un girone con due candidate alla vittoria finale. Ma abbiamo fatto ottime partite, anche senza superare il turno”. Lo ha detto l’attaccante del Napoli Dries Mertens in un’intervista a Radio Kiss Kiss. Il belga ha parlato anche dell’obiettivo scudetto: “Noi vogliamo continuare – ha detto – a stare dietro alla Juve. Ci abbiamo provato anche l’anno scorso. C’è anche uno scontro diretto. Non si sa mai, la Juventus può perdere punti e fiducia e noi dobbiamo essere qui”.

José Mourinho non è più a tutti gli effetti un tesserato del Manchester United. Secondo quanto riporta il Daily Mail, l’allenatore portoghese avrebbe intascato una liquidazione di 17 milioni, dopo essere stato esonerato il 18 dicembre dell’anno scorso. Mourinho, a questo punto, può ambire a una nuova sistemazione e diventano sempre più insistenti le voci che lo vorrebbero vicino a un clamoroso ritorno sulla panchina del Real Madrid. ‘Mou’, infatti, è sempre molto ammirato dal presidente del club ‘blanco’ Florentino Perez.

Esonerato nonostante il primato in classifica. E’ un destino più unico che raro quello toccato all’ex azzurro Luigi Apolloni, da oggi ex allenatore del Modena, nobile decaduta, capolista nel girone D di serie D. La conduzione tecnica della squadra è stata affidata ad Alberto Bollini, allenatore con una lunga carriera cominciata a livello professionistico proprio a Modena. Fatale ad Apolloni è stata la sconfitta di domenica scorsa a Carpaneto, dopo la quale il Modena è stato raggiunto in vetta dalla Pergolettese. L’ex difensore del Parma e della Nazionale era stato scelto dalla rinata società gialloblù in estate dopo il fallimento. Paga i malumori della piazza e un certo rallentamento nelle ultime partite, dopo un inizio campionato da rullo compressore. Bollini, 52 anni, attualmente commentatore Tv di Rai Sport, ha allenato fino al dicembre 2017 la Salernitana in serie B. I risultati migliori li ha ottenuti nella Primavera della Lazio e della Fiorentina.

Il gigante Manchester City ha seppellito sotto una valanga di gol, bel 9, un Golia con le sembianze del Burton allenato da Nigel Clough, figlio del mitico Brian, l’uomo del doppio successo nell’allora Coppa dei Campioni alla guida del Nottingham Forest. I ‘citizens’ guidati invece da Pep Guardiola hanno ipotecato la qualificazione alla finale della Coppa di Lega inglese, stravincendo la seconda semifinale (la prima, ieri sera, era stata appannaggio del Tottenham sul Chelsea per 1-0). I gol sono stati messi a segno da De Bruyne, Gabriel Jesus (4), Zinchenko, con un tiro dalla lunghissima distanza (magari voleva solo crossare), che ha sorpreso il portiere ospite, poi ancora Foden, Walker e Mahrez. Il Burton, che è nono in League One, nulla ha potuto contro la valanga celeste.

Incredibile al Parco dei Principi in un match valido per i quarti di finale della Coppa di Lega di Francia: il Psg e’ stato eliminato dal Guingamp, ultimo in classifica della Ligue 1, che ha realizzato due dei tre rigori concessi durante il match. La squadra di Tuchel era anche passata in vantaggio grazie alla rete di Neymar al 63′, ma ha subito nel finale due penalty trasformati da ‘Ngbakoto all’81’ e Thuram (che al 61′ aveva fallito il primo tiro dal dischetto) al 93′. Nel finale convulso, gialli per condotta antisportiva a Verratti, Cavani e Neymar. Avanza in semifinale il Bordeaux che piega Le Havre grazie alla rete di Kalu al 70′.

Il Real Madrid interrompe la crisi di risultati e ritrova la strada della vittoria, che peraltro è la prima nel 2019. La squadra di Santiago Solari ha battuto 3-0 il Leganes, squadra che nella passata stagione lo aveva clamorosamente eliminato dal torneo, aggiudicandosi l’andata degli ottavi di finale della Coppa del Re. Di Sergio Ramos al 44′ del primo tempo su rigore, di Lucas Vazquez al 23′ e di Vinicius Junior al 32′ della ripresa i gol del successo dei ‘blancos’. L’altra squadra della capitale, l’Atletico Madrid, avversario della Juve negli ottavi di Champions, ha pareggiato 1-1 sul campo del Girona, ma rischiando molto. I ‘Colchoneros’ erano andati in vantaggio con il solito Griezmann dopo 9′, ma sono stati raggiunti al 34′ da Lozano. Nell’andata degli altri due ottavi odierni, Villarreal-Espanyol 2-2 e Getafe-Valladolid 1-0.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009