Notizie Sportive del Giorno

Di , scritto il 10 Aprile 2018

I 60 mila dell´Olimpico proveranno a spingere la Roma nel tentativo di ribaltare il 4-1 di Barcellona. Di Francesco senza Perotti medita il doppio centravanti con Schick accanto a Dzeko: “Niente è impossibile”, ha detto. Valverde ha ancora il dubbio Busquets, pronto Paulinho: “Un eccesso di fiducia può costarci caro” avverte il tecnico catalano. A Manchester derby di ritorno tra City e Liverpool: Reds a un passo dalla semifinale dopo il 3-0 di sei giorni fa.

 

Si aggrappa ad un sottilissimo filo di speranza la Juventus, che a Madrid cerca la miracolosa rimonta dallo 0-3 dell´andata. Allegri studia qualche modifica tattica e rilancerà Higuain, Khedira e Chiellini. “Il passaggio del turno è ancora possibile” carica il grande ex Del piero. Intanto dalla Spagna voci di un possibile ritorno di Morata.

 

Dopo la vittoria in extremis sul Chievo, in casa Napoli tiene banco il momento di tensione di Insigne. “Perché i tifosi ce l´hanno sempre con me?”, avrebbe confessato allo spogliatoio l´attaccante partenopeo. La Lazio prepara il match di ritorno in Europa League con il Salisburgo: ieri Parolo ancora a riposo, ma in recupero verso giovedì.

 

Le due milanesi riprendono la marcia con l´obiettivo Europa. Oggi torna in campo la squadra di Spalletti, così come il Milan. “Non dobbiamo dimenticare dove Gattuso ha preso la squadra”, ha detto il grande ex Paolo Maldini. Sogna ancora l´Europa League il Torino. Il Presidente Cairo, a Radio Sportiva, non esclude la possibilità: “il nostro campionato ancora non è finito”, ha detto, prima di parlare del suo ex tecnico Ventura: “Secondo me chi lo prende ora fa un affarone”, ha detto.

 

Periodo non facile per molte squadre di A. A Cagliari paga il DS Rossi, licenziato. E i giocatori di Lopez subiscono una pesante contestazione dagli ultrà. E mentre Udinese e Bologna vanno in ritiro, dopo le voci di esonero il Chievo per adesso conferma Maran. Torna a sorridere invece il Sassuolo. Ma L´AD Carnevali, ai microfoni di Sportiva, avverte Berardi: “E´ arrivato il momento che faccia il salto di qualità”.

 

La Formula Uno torna in pista già nel prossimo week end in Cina. Vettel a punteggio pieno cerca la conferma definitiva dopo il grande inizio della Ferrari, ma la Mercedes annuncia battaglia. In Motogp ancora l´eco delle polemiche post Gp d´Argentina: “Squalificare Marquez sarebbe ingiusto”, dice Giacomo Agostini a Sportiva. Ma i piloti si schierano dalla parte di Valentino Rossi.

 

E’ stato reso noto il comunicato ufficiale del Giudice Sportivo:

A) RISULTATI DI GARE

Si rendono noti i risultati delle gare sotto indica

te con riserva dell’assunzione di altre eventuali

decisioni in esito all’esame della posizione dei ca

lciatori che vi hanno preso parte:

SERIE A TIM

Gare del 7-8 aprile 2018 – Dodicesima giornata rito

rno

Benevento-Juventus 2-4

Crotone-Bologna 1-0

Hellas Verona-Cagliari 1-0

Milan-Sassuolo 1-1

Napoli-Chievo Verona 2-1

Roma-Fiorentina 0-2

Sampdoria-Genoa 0-0

Spal 2013-Atalanta 1-1

Torino-Internazionale 1-0

Udinese-Lazio 1-2

B) DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assi

stito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante

dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della ri

unione del 10 aprile 2018, ha assunto le

decisioni qui di seguito riportate:

Ammenda di € 4.000,00 : alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori lanciato, al 30° del primo tempo, due bengala nel recinto di giuoco; recidiva; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lettera b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.

b) CALCIATORI

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA ED AMMENDA DI € 1.500,00

BONUCCI Leonardo (Milan): per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; sanzione aggravata perché capitano della squadra; già diffidato (Quinta sanzione).

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA

BERESZYNSKI Bartosz (Sampdoria): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

BROZOVIC Marcelo (Internazionale): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

CAPUANO Marco (Crotone): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

GIACCHERINI Emanuele (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

PETAGNA Andrea (Atalanta): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

RIGONI Luca (Genoa): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

SILVA DUARTE Mario Rui (Napoli): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione).

PER PROTESTE NEI CONFRONTI DEGLI UFFICIALI DI GARA

AMMONIZIONE

SESTA SANZIONE

KURTIC Jasmin (Spal 2013)

AMMONIZIONE ED AMMENDA DI € 1.500,00 (TERZA SANZIONE)

INSIGNE Lorenzo (Napoli): sanzione aggravata perché capitano della squadra.

TERZA SANZIONE

DZEMAILI Blerim (Bologna)
FREULER Remo (Atalanta)
NUNES JESUS Juan Guilherme (Roma)

PRIMA SANZIONE

DA SILVA PERES Bruno (Roma)
TOROSIDIS Vasileios (Bologna)

PER COMPORTAMENTO SCORRETTO NEI CONFRONTI DI UN AVVERSARIO

AMMONIZIONE

UNDICESIMA SANZIONE

FARES Mohamed Salim (Hellas Verona)

OTTAVA SANZIONE

GAGLIARDINI Roberto (Internazionale)
VALOTI Mattia (Hellas Verona)

SETTIMA SANZIONE

DE MAIO Sebastien (Bologna)
KESSIE Franck Yannick (Milan)

SESTA SANZIONE

MANDRAGORA Rolando (Crotone)
MIRANDA DE SOUZA Filho Joao (Internazionale)

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (QUARTA SANZIONE)

DE PAOLI Fabio (Chievo Verona)
DI FRANCESCO Federico (Bologna)
LAZZARI Manuel (Spal 2013)
PANDEV Goran (Genoa)

TERZA SANZIONE

CIONEK THIAGO Rangel (Spal 2013)
FOSSATI Marco Ezio (Hellas Verona)
FRANCHESCOLI Vitor H (Fiorentina)
LAURINI Vincent Alain (Fiorentina)
MAZZITELLI Luca (Sassuolo)

SECONDA SANZIONE

INGLESE Roberto (Chievo Verona)
MUSACCHIO Mateo Pablo (Milan)
OLIVEIRA DA SILVA Rogerio (Sassuolo)

PRIMA SANZIONE

BELOTTI Andrea (Torino)
BIANCHETTI Matteo (Hellas Verona)
CAICEDO COROZO Felipe Salvador (Lazio)
EL SHAARAWY Stephan (Roma)
MURGIA Alessandro (Lazio)

PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE IN CAMPO

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (NONA SANZIONE)

BASELLI Daniele (Torino)

AMMONIZIONE

SETTIMA SANZIONE

PAVOLETTI Leonardo (Cagliari)

SESTA SANZIONE

DZEKO Edin (Roma)

TERZA SANZIONE

MANDZUKIC Mario (Juventus)

c) ALLENATORI

AMMONIZIONE CON DIFFIDA

IACHINI Giuseppe (Sassuolo): per avere, al 51° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale, uscendo dall’area tecnica nonostante fosse stato richiamato più volte.

d) DIRIGENTI

INIBIZIONE A SVOLGERE OGNI ATTIVITA’ IN SENO ALLA F.I.G.C. A RICOPRIRE CARICHE FEDERALI ED A RAPPRESENTARE LA SOCIETA’ NELL’AMBITO FEDERALE A TUTTO IL 20 APRILE 2018

FOGGIA Pasquale (Benevento): in quanto, in qualità di dirigente addetto all’Arbitro, uscendo dal terreno di giuoco al termine del primo tempo, si avvicinava con fare minaccioso al Direttore di gara proferendo ad alta voce un’espressione gravemente offensiva.

 

“Abbiamo vinto una gara che sembrava stregata. Il pubblico ci ha dato la spinta decisiva”. Maurizio Sarri è stremato al termine della rocambolesca vittoria sul Chievo: “Meritavamo di vincerla prima del 93′: abbiamo effettuato 23 tiri contro 1 e giocato 86 palle in area avversaria contro 5. E ancora pali, un rigore sbagliato…Sembrava una di quelle partite in cui pur facendo bene non si arriva al risultato. stavamo subendo un’ingiustizia, agguantarla sembrava nell’ordine delle cose. Il finale ha dato una logica allo svolgimento della partita. Sono felice per il pubblico, senza di loro non ci saremmo riusciti: dopo l’1-1 il San Paolo era una bolgia, era quasi nell’aria che avremmo dovuto segnare “.

Al Napoli sono mancati i migliori Mertens e Insigne: “Lorenzo mi sembra abbia fatto una discreta partita”, ribatte il tecnico azzurro. “Ma siamo in un momento in cui sbagliamo qualche scelta di troppo negli ultimi 20 metri. Ci sta, fa parte dell’ordine delle cose in un campionato così lungo. L’importante è che la squadra continui a produrre. Quando entriamo in campo vogliamo vincere, con chiunque e dovunque, spesso ce la facciamo, a volte no. Stavamo subendo la partita come un’ingiustizia, sono contento del fatto che fino alla fine la squadra ci abbia provato. Non era semplice con questo caldo”.

Decisivi Milik e Diawara, non certo ‘titolarissimi’: “Mi fa piacere che abbiano segnato loro. L’ingresso di Arek ci fa capire quanto sia stato disastroso per noi il suo doppio infortunio. C’è mancato tanto. Diawara invece dopo una stagione da sorpresa ha faticato più dell’anno scorso ma ero sicuro che avrebbe fatto una gran partita perché ultimamente l’ho visto rasserenato e vicino al suo livello”, commenta Sarri che si definisce infine “carico e soddisfatto. Aver fatto contento questo pubblico che contro una squadra di medio-bassa classifica riempie lo stadio per noi è gratificante”.

Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, ha anticipato anche i temi della sfida al Diavolo ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Italia’: “Milan? Sono una squadra diversa dall’andata, hanno trovato la loro fisionomia e stanno facendo risultati. Una trasferta a San Siro contro una squadra in salute, sarà dura”, il commento dell’allenatore toscano.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009