Italia, una notte da Arance…

Di , scritto il 10 Giugno 2008

AranciaL’Italia orribile delle riserve – assenti per scelta tecnica Grosso, De Rossi, Cassano e Del Piero – si schianta contro il muro arancione senza nemmeno provare a rialzarsi.

Il primo gol, è vero, verissimo, è viziato da un fuorigioco netto e clamoroso. Il resto è nei piedi molli degli azzurri e nella voglia degli avversari.

Voglia di giocare, voglia di vincere, voglia di provarci. Una voglia che l’Italia ha smarrito dopo la sbornia mondiale.

Un peso riaffiorato in diversi schiaffioni – la rivincita dei galletti francesi a Parigi durante le qualificazioni, e questo bruciante trittico d’arance olandesi – da cui gli azzurri possono liberarsi soltanto grazie ai talenti in campo.

Ma l’importante è che i talenti, in campo, possano esprimersi. Il meglio dell’Italia all’esordio di Euro 2008 è arrivato dalla panchina: le sgroppate di Grosso, i lampi di Del Piero, gli assist di Cassano.

Quattro occasioni in venti minuti grazie ai due pibe de oro che Donadoni considera dei semplici panchinari, da sbattere in campo per l’ultima mezz’ora.

Io a quest’Italia senza classe e idee dico no: voglio Del Piero e Cassano in campo con la Romania!


1 commento su “Italia, una notte da Arance…”
  1. olandesina ha detto:

    Forse era una fortuna per gli olandesi che Del Piero e Cassano sono entrati in campo solo all’ultimo…e speriamo che contro la Romania possono giocare di più!
    Però, non ho mai visto gli olandesi così in forma, così forte e gli italiani così molli e spaesati. Sarà anche perché aspettavamo questa “spremuta d’arancia” da 30 anni!!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009