Modulo che vince non si cambia?

Di , scritto il 12 Settembre 2007

Roberto DonadoniIl continuo saltare da un modulo all’altro di Donadoni fa strada ad un dibattito sempre aperto: i tifosi di calcio preferiscono gli allenatori fedeli ad un unico modulo, oppure quelli che variano spesso e lo adattano alle contingenze (avversario, infortuni, obiettivi) addirittura nel corso della stessa partita?

Pensando all’incerto Donadoni, potremmo essere indotti a ritenere vincenti quegli allenatori che nascono e muoiono senza mai cambiare.
Eppure non sono pochi gli episodi che testimoniano il contrario: l’albero di Natale di Ancelotti (scuola sacchiana, nato a pane e 4-4-2) insegna.

Voi cosa ne dite? Vorreste un ct rigido o camaleontico?



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009