Europa League: Inter eliminata. Champions League: L’Ajax per la Juventus.

Di , scritto il 15 Marzo 2019

In Spagna tanti tifosi dell’Atletico Madrid non hanno ancora digerito la sconfitta e l’eliminazione della squadra di Simeone dalla Champions League ad opera della Juventus. Nelle ultime ore sul web sta circolando un video che dimostrebbe un errore evidente della Goal Line Technology in occasione del gol del momentaneo 2-0 dei bianconeri, firmato di testa da Cristiano Ronaldo. La ricostruzione analizza tre elementi principali, come la linea di porta, il pallone e la posizione della sfera al momento della parata di Oblak. Secondo il video, riportato dai media spagnoli e della durata di due minuti e mezzo, nell’elaborazione usata dalla Goal-Line Technologyla linea di porta sarebbe più stretta rispetto alle reali dimensioni e lo stesso discorso riguarderebbe il pallone, più piccolo del 12,4% rispetto alla realtà. La mano di Oblak che sarebbe diventata parte della palla al momento del contatto con la sfera sarebbe il terzo errore che falserebbe il risultato finale, ovvero la convalida della rete di CR7. E sui social è già polemica, con alcuni tifosi dei colchoneros sdegnati ed altri a sbeffeggiare la ricostruzione, che effettivamente pare priva di basi solide. Intanto il vicepresidente Nedved a Sky ha commentato il sorteggio che ha appaiato la Juve con l’Ajax: “Non sono né contento, né scontento. Hanno fatto fuori il Real Madrid, mi sono piaciuti tantissimo. Dovremo stare attenti. Mi aspetto due bellissime partite. L’effetto Stadium? C’è, ci troviamo molto bene in casa, si è visto quanto entusiasmo hanno messo, abbiamo messo cuore, è troppo bello vivere queste serate di Champion, per tutta la gente dovrebbe essere una festa in Italia. La squalifica di Ronaldo? Non temo la squalifica, perché dovrei, è stato un gesto fatto sul campo e deve rimanere lì. si è sfogato dopo essere stato insultato tantissimo a Madrid, lo capisco e andiamo avanti, non penso che ci sarà una squalifica”.

SPORTAL.IT | 15-03-2019 17:20

Sorteggio fortunato per la Juventus di Allegri e Cristiano Ronaldo, che è stata abbinata all’Ajax nei quarti di finale di Champions League. La squadra olandese è da prendere con le molle dopo la clamorosa vittoria a Madrid contro il Real campione d’Europa da tre anni, ma ai bianconeri poteva andare decisamente peggio. Inoltre i campioni d’Italia affronteranno la partita di ritorno in casa. Urna molto sfortunata invece per il Napoli, che ha pescato l’Arsenal. I Lancieri fanno tornare alla mente dei tifosi della Juventus dolci ricordi: nel 1996 i bianconeri di Lippi vinsero la Champions League battendo in finale ai rigori proprio gli olandesi. Definito anche il tabellone fino alla finale: se la Juventus elimina l’Ajax, affronterà in semifinale la vincente del derby inglese tra Tottenham e Manchester City. Dall’altra parte del tabellone Liverpool-Porto e Manchester United-Barcellona. “Credo che saranno due bellissime partite con l’Ajax. Loro hanno dimostrato a Madrid di meritare di stare qui. Non sono contento né scontento. Dovremo affrontare l’impegno con un grandissimo entusiasmo. Il gesto di Cristiano Ronaldo? Si è sfogato per i fischi di Madrid, lo capisco e non credo ci saranno sanzioni”, questo il commento di Pavel Nedved. L’andata delle partite dei quarti di finale si disputeranno il 9 e il 10 aprile; ritorno in programma il 16 e 17 aprile.

Ecco i quarti di finale di Champions League: AJAX-JUVENTUS LIVERPOOL-PORTO TOTTENHAM-MANCHESTER CITY MANCHESTER UNITED-BARCELLONA PRESENTAZIONE In programma a Nyon alle ore 12 il sorteggio dei quarti di finale di Champions League, che deciderà il destino della Juventus, l’unica squadra italiana rimasta grazie alla spettacolare rimonta ai danni dell’Atletico Madrid nella magica serata di martedì. Alle 13 invece il sorteggio di Europa League, a cui partecipa il Napoli.

LE REGOLE A partire dai quarti di finale, non esistono più teste di serie e limitazioni nella fase di sorteggio: potrebbero essere abbinate ai quarti di finale anche squadre che si sono già affrontate nel girone di qualificazione, e squadre che militano nello stesso campionato nazionale. La prima sorteggiata giocherà la prima partita in casa, e al termine dell’abbinamento dei quarti di finale verranno stabiliti anche gli accoppiamenti delle semifinali, creando così un tabellone. AVVERSARIE In lizza per la vittoria finale ci sono: Ajax (Olanda), Barcellona (Spagna), Juventus (Italia), Liverpool (Inghilterra), Manchester City (Inghilterra), Manchester United (Inghilterra), Porto (Portogallo), Tottenham (Inghilterra). Le insidie principali per la Juventus sono il Barcellona di Lionel Messi e il Manchester City di Pep Guardiola, oltre al Liverpool finalista nella scorsa stagione. LE DATE Le date di quarti di finale e semifinali: 9/10 aprile: andata quarti di finale 16/17 aprile: ritorno quarti di finale 30 aprile/1 maggio: andata semifinali 7/8 maggio: ritorno semifinali Finale in programma all’Estadio Wanda Metropolitano di Madrid il primo giugno. SPORTAL.IT | 15-03-2019 11:00

Infortuni pesanti per il Napoli dopo il ritorno dell’ottavo di finale di Europa League contro il Salisburgo. La squadra di Ancelotti dovrà fare a meno di tre settimane del suo capitano, Lorenzo Insigne. L’attaccante azzurro ha subito un’elongazione dell’adduttore destro. Stop anche per Vlad Chiriches: per lui una distrazione di primo grado al bicipite della coscia sinistra, ne avrà anche lui per 3 settimane. Il terzo infortunato, il più grave, è Amadou Diawara: l’ex Bologna, subentrato a Zielinski, ha riportato una infrazione dell’osso navicolare del piede destro. Le sue condizioni saranno ricontrollate tra 20 giorni. SPORTAL.IT | 15-03-2019 15:00

Inutile girarci attorno: non è andata bene. Il Napoli pesca l’Arsenal nei quarti di finale di Europa League e indubbiamente si tratta di un avversario molto ostico. Vale lo stesso discorso anche per gli inglesi, che tra l’altro per il fatto che anche il Chelsea aveva il ritorno in casa sono costretti all’inversione di campo (si giocherà prima a Londra e poi in terra partenopea quindi). I tifosi azzurri come prevedibile non hanno gradito molto l’esito del sorteggio. Bolgia al San Paolo – Il fatto di affrontare una grande squadra come l’Arsenal porterà comunque un beneficio secondo molti, ovvero riempire lo stadio. Il motto comune sembra essere “facciamo buon viso a cattivo gioco e affrontiamoli”, considerando anche il fatto che soprattutto fuori casa i Gunners si sono dimostrati tutt’altro che imbattibili. I tifosi del Napoli quindi sognano di fare l’impresa contro la squadra di Emery ed una trasferta nella capitale inglese fa gola dal punto di vista del prestigio. A Baku con Sarri – In tanti sperano una cosa: visto che il tabellone ha disegnato anche le eventuali semifinali (se passa il Napoli prenderenne la vincente di Villarreal-Valencia) in finale a Baku ci potrebbe essere il Chelsea di Maurizio Sarri, per quella che sarebbe una sfida veramente incredibile e dai mille significati. E sebbene molti lamentino il fatto che i sorteggi siano pilotati (“Il Chelsea becca sempre gli avversari più scarsi” scrivono in tanti) sembra essere diffusa la voglia di giocarsi la coppa in gara secca in Azerbaigian e…alzarla in faccia a Higuain. SPORTEVAI | 15-03-2019 13:33

I nerazzurri hanno perso in casa per 0-1 contro la squadra tedesca e dunque abbandonano l’Europa Un’Inter ampiamente rimaneggiata perde in casa contro l’Eintracht Francoforte. Decisivo il gol di Jovic dopo solo sei minuti. Imperdonabile in questo episodio l’errore di de Vrij che ha lasciato campo aperto all’avversario dopo un colpo di testa debole all’indietro. Da segnalare l’esordio in Europa League per il classe 2002 Esposito. Spalletti in panchina aveva solo giocatori della Primavera a causa dei tanti infortuni. In Europa League quindi resta soltanto il Napoli in rappresentanza del calcio italiano. (fiorentina.it)

Il Napoli affronterà l’Arsenal ai quarti di finale di Europa League. L’andata è in programma all’Emirates Stadium l’11 aprile, il ritorno al San Paolo il 18 aprile. (radiomarte.it)

Carlo Ancelotti commenta la prestazione del Napoli contro il Salisburgo: “Partivamo da una situazione di vantaggio, non volevamo farci schiacciare in avvio e ci siamo riusciti. Abbiamo segnato e la qualificazione si è chiusa lì, da quel momento in poi abbiamo gestito. Siamo ai quarti e sappiamo che sarà una sfida molto impegnativa. Da rivedere il secondo tempo? Il Salisburgo ci ha costretto a giocare in questa maniera. Abbiamo avuto qualche difficoltà, ma potevamo contare su un vantaggio larghissimo. Ottima la partita di Chiriches e Luperto, sicuri e lucidi soprattutto nella prima parte”. Ancelotti, insomma, è più che soddisfatto: “Eravamo in emergenza in difesa, abbiamo chiuso questa doppia sfida senza quattro centrali. I momenti decisivi sono stati il finale della gara di andata e il gol di Milik. Insigne? Ha accusato un fastidio nel riscaldamento, non abbiamo voluto forzare anche se probabilmente poteva giocare. Per Chiriches credo si tratti di un problema muscolare”. Ora l’obiettivo diventa ritrovare la vittoria in campionato: “Non siamo in una posizione tranquilla, si stanno avvicinando le squadre che lottano per la Champions. Dobbiamo riprenderci e chiudere al secondo posto”. (radiomarte.it)

Missione compiuta: il Napoli è ai quarti di Europa League. Sconfitta indolore per gli azzurri a Salisburgo, un 3-1 che non evita l’eliminazione ai generosi austriaci. Di Milik al 14′ la rete che blinda subito la qualificazione per il Napoli, che poi incassa il pari di Dabbur al 25′ – dopo un errore di Allan – e gioca sulla difensiva la restante parte di gara. Al 20′ della ripresa Gulbrandsen in spaccata porta in vantaggio i suoi, poi si fa male Chiriches e Hysaj deve adattarsi centrale con Luperto. Il 3-1 arriva a tempo scaduto, autore Leitgeb, e il Napoli fa festa lo stesso.

Salisburgo-Napoli 3-1 TABELLINO Salisburgo (4-3-1-2): Walke: Lainer, Ramalho, Onguéné, Ulmer; Mwepu (14’ st Gulbrandsen), Samassekou, Szoboszlai (29’ st Leitgeb); Wolf; Minamino (41’ st Haaland), Dabbur. A disp.: Stankovic, Vallci, Todorovic, Daka. All.: Rose Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Chiriches (33’ st Malcuit), Luperto, Rui; Callejon, Allan, Fabian, Zielinski (28’ st Diawara); Milik, Mertens (43’ st Younes). A disp.: Ospina, Ghoulam, Diawara, Verdi. All.: Ancelotti Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna) Reti: 14’ pt Milik, 25’ pt Dabbur, 20’ st Gulbrandsen, 46’ st Leitgeb Note: ammoniti Onguéné, Milik, Samassekou. Angoli 10-5. Recupero: 0′ pt, 4′ st. Spettatori 30mila circa. (radiomarte.it)

“Una sfida difficile ma molto affascinante per noi, per la società e per i nostri tifosi”. Questo il primo commento di Carlo Ancelotti dopo il sorteggio di Nyon che mette di fronte Napoli e Arsenal nei quarti di finale di Europa League. Lo ha diffuso il Napoli attraverso il suo profilo Twitter. (tuttonapoli.net)



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009