Canta il Napoli, conta la Juventus (fino a 10), cresce il Milan

Di , scritto il 18 Gennaio 2016

CallejonUn tempo la Serie A era considerata, senza troppi dubbi, il campionato più bello del pianeta. Forse perché la capillarità dell’informazione non aveva ancora conosciuto Internet e la Tv satellitare; forse perché, in effetti, nel nostro Paese arrivavano fenomeni e campioni a badilate. Certo è che le cose sono cambiate, e non poco, nel corso degli ultimi anni, specie da un decennio a questa parte. Perché dirvi quel che sapete già? Semplicemente in virtù del fatto che sì, non sara il torneo più ricco, come un tempo era, ma la Serie A non smette di essere emozionante, incerta e affascinante. Parola di Napoli e Juventus, innanzitutto.

Dalle parti del Vesuvio, a dispetto di un Sarri apparentemente allergico alla parola “scudetto”, si sogna e si gode. Una settimana fa il Napoli si è laureato campione d’Inverno grazie ai propri strabilianti mezzi e allo sgambetto del Sassuolo nei confronti dell’Inter. Sabato sera al San Paolo, gli azzurri hanno surclassato lo stesso Sassuolo (3-1 finale) chiudendo un cerchio apertosi un girone fa, giusto con la sconfitta all’esordio patita per mano degli stessi emiliani. Una sorta di consacrazione, una ennesima prova di maturità superata dal Napoli. Manco a dirlo, ci ha pensato il tenore principe dello scacchiere partenopeo, Gonzalo Higuain: quinta doppietta in campionato, altri 2 sigilli per arrivare a quota 20 in altrettante gare disputate. Un mostro, al momento inarrivabile anche per interpreti blasonatissimi di altri campionati e Continenti.

Se a Napoli si canta di gioia e si saluta il +4 sull’Inter (per i nerazzurri del Mancio pari scialbo contro l’Atalanta), a Torino sponda Juve si conta con avidità e fame: i bianconeri hanno demolito l’Udinese con un secco 4-0, centrando così la decima vittoria consecutiva in campionato. Una prova di forza ennesima che per la prima volta in stagione issa la Juventus al secondo posto solitario a sole 2 lunghezze dalla capolista Napoli. Il manifesto dello straordinario momento di Allegri & C. non poteva che essere il volto del nuovo corso, Dybala. Argentino come Higuain, prolifico come il Pipita: 13 reti stagionali (10 in A, una in Coppa Italia e Supercoppa), un impatto sbalorditivo considerando età (22 anni) ed esperienza del baby attaccante ex Palermo. Pare che la sfida al connazionale sia già partita: tra meno di un mese, il 13 febbraio, andrà in scena lo scontro diretto tra Napoli e Juventus. Non diciamo altro.

Ma la giornata numero 20 non ha avuto come protagoniste soltanto Napoli e Juventus. Anche il Milan ha vissuto la sua personale domenica di gloria, mettendo il sigillo su una settimana partita bene con il passaggio alle semifinali di Coppa Italia e finita meglio con il 2-0 inflitto alla Fiorentina. Mica robetta, tenuto conto del fatto che i gigliati, fino a ieri sera, avevano sempre segnato almeno una rete da quando al timone c’è Sousa. Mica robetta, considerando anche i 38 punti della Viola, oggi scivolata al quarto posto. Mihajlovic traballa sempre meno, anche Berlusconi ha detto la sua in merito lasciando al tecnico serbo qualche speranza in più di finire la stagione (poi si vedrà). E pare anche giusto: ora il Diavolo è al sesto posto, a 3 lunghezze dalla Roma e con l’Europa inquadrata un pochino meglio. Sabato ci sarà l’Empoli, poi il derby: l’Inter, reduce da 4 punti raccolti nelle ultime 4 partite, spaventa meno.

RISULTATI 20° TURNO SERIE A:

Atalanta-Inter 1-1, Torino-Frosinone 4-2, Napoli-Sassuolo 3-1 (giocate sabato), Genoa-Palermo 4-0, Bologna-Lazio 2-2, Carpi-Sampdoria 2-1, Chievo-Empoli 1-1, Roma-Verona 1-1, Udinese-Juventus 0-4, Milan-Fiorentina 2-0

CLASSIFICA:

Napoli 44, Juventus 42, Inter 40, Fiorentina 38, Roma 35, Milan 32, Sassuolo* ed Empoli 31, Lazio 28, Chievo 27, Torino* 25 e Atalanta 25, Udinese 24, Sampdoria e Bologna 23, Genoa 22, Palermo 21, Carpi 17, Frosinone 15, Verona 9.

* una gara da recuperare.

PROSSIMO TURNO (23 e 24 gennaio):

Frosinone-Atalanta, Empoli-Milan, Fiorentina-Torino, Inter-Carpi, Lazio-Chievo, Palermo-Udinese, Sampdoria-Napoli, Sassuolo-Bologna, Verona-Genoa, Juventus-Roma.

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009