Serie A: risultati e classifica della quinta giornata

Di , scritto il 22 Settembre 2016

Serie ASi è completato il quadro della quinta giornata di Serie A iniziata con l’anticipo di martedì, vinto dal Milan per 2-0 contro la Lazio (già analizzato ieri). Cerchiamo di fare una sintesi di ciò che è emerso globalmente: primo turno infrasettimanale della stagione, 22 le reti segnate (media 2,2 a partita), 3 i pareggi, 2 soli successi esterni, quelli dell’Inter a Empoli e del Palermo a Bergamo.

Proprio da qui vogliamo cominciare, da nerazzurri e siciliani. La squadra di De Boer inizia a prendere forma, dopo la convincente vittoria sulla Juventus è arrivato anche il colpo del Castellani. Merito di un’idea precisa che, ci scuserà, Mancini non ha saputo o voluto seguire nella passata Serie A: insistere, per quanto possibile, sugli stessi uomini. Sebbene possa sembrare alla lunga depauperante, considerato anche l’impegno europeo, in questa fase De Boer non sbaglia.

L’Inter ha bisogno di amalgama, una coesione che soltanto l’abitudine al gioco può creare e cementare. Contro l’Empoli nove undicesimi erano quelli del successo sui bianconeri, con i soli innesti di Kondogbia e Perisic a rilevare dal primo minuto Eder e Banega. Là davanti l’ha risolta il solito Icardi: doppietta e morale alle stelle, figli di una condizione mentale e fisica di alto livello. Per l’argentino sono già 6 le reti in questa prima parte di Serie A, condite da un assist e da tanti sorrisi. Ormai la sconfitta patita in Europa League è poco più che un ricordo, forse propedeutico al miglioramento.

Per quanto riguarda il Palermo, i riflettori sono tutti per Roberto De Zerbi, alla prima vittoria in carriera in Serie A. Zamparini pare averci visto giusto, la scelta dell’ex tecnico del Foggia sta cominciando a dare qualche frutto. De Zerbi è giovane ma ambizioso, con un’idea di calcio offensiva che piace al patron rosanero. Il successo contro l’Atalanta è arrivato soltanto al novantesimo, ma tutto fa brodo: intanto la classifica è sensibilmente migliorata, per essere più prolifici e fluidi ci sarà tempo.

Analizzando, invece, la parte più alta della classifica di Serie A, si torna al recente passato: la Juventus si è ripresa la vetta attraverso una prova più che convincente contro il Cagliari degli amatissimi ex Padoin e Storari. Allegri ha dato fiducia a Higuain schierandolo dall’inizio e l’argentino ha ripagato da par suo: gol e tanta intensità, a riprova che forse contro l’Inter è stato un azzardo lasciarlo a lungo in panchina. Al 4-0 finale hanno contribuito anche Rugani e Dani Alves, entrambi al primo timbro nel massimo campionato. Torna perciò il sereno su Vinovo, complice il mezzo stop del Napoli, bloccato da un Genoa in crescita e salvato da Reina, autore di due miracoli.

Ne approfitta anche la Roma che, grazie al travolgente 4-0 ai danni del fanalino di coda Crotone, si attesta al terzo posto in coabitazione con Inter e Chievo, a un solo punto dai partenopei. Sotto i riflettori dell’Olimpico hanno brillato il solito Totti (2 assist) e il solito Salah (terzo centro stagionale), cui si sono aggiunti i redivivi El Shaarawy e Dzeko: per il serbo sono già 4 le marcature sin qui, in pratica la metà del bottino totale maturato nella passata Serie A (8 centri in 31 presenze nel 2015).

Una menzione speciale va al Chievo, che affrontava un’altra bella realtà come il Sassuolo. Al Bentegodi l’hanno spuntata i padroni di casa clivensi grazie a una prova che conferma l’ottimo lavoro di tecnico e Società. Per i gialloblu 10 punti su 15 rappresentano un tesoretto importante, perché vale un quarto della salvezza. Ma, forse, dalle parti del quartiere veronese si può sognare qualche cosa in più.

RISULTATI 5° TURNO SERIE A:

Milan-Lazio 2-0 (giocata martedì), Bologna-Sampdoria 2-0, Udinese-Fiorentina 2-2, Atalanta-Palermo 0-1, Genoa-Napoli 0-0, Pescara-Torino 0-0, Empoli-Inter 0-2, Chievo-Sassuolo 2-1, Juventus-Cagliari 4-0, Roma-Crotone 4-0

CLASSIFICA:

Juventus 12, Napoli 11, Chievo, Roma e Inter 10, Milan e Bologna 9, Genoa*, Lazio, Fiorentina* e Udinese 7, Sampdoria e Sassuolo 6, Torino, Pescara e Palermo 5, Cagliari ed Empoli 4, Atalanta 3, Crotone 1

*una gara da recuperare

PROSSIMO TURNO (24-25 e 26 settembre):

Palermo-Juventus, Napoli-Chievo, Torino-Roma, Genoa-Pescara, Inter-Bologna, Lazio-Empoli, Sassuolo-Udinese, Fiorentina-Milan, Crotone-Atalanta, Cagliari-Sampdoria



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009