Il Milan lavora sulle fasce: sirene russe per Abate e Antonini, dentro Zaccardo

Di , scritto il 25 Gennaio 2013

Ignazio_AbateMentre il presidente del Milan Silvio Berlusconi si affanna a ribadire che gli affari Kakà e Balotelli non si faranno (troppo onerosi), l’a.d. rossonero Galliani sta cercando di far quadrare i conti sulle fasce. E’ da questa zona di campo che potrebbe arrivare parte della liquidità necessaria per sconfessare le parole del Cavaliere.

La Russia è terra fertile, i talenti di mezza Europa hanno tentato l’approdo convinti dalle montagne di soldi promessi dai grandi magnati del gas. Questo aspetto non lascia  insensibili nemmeno Ignazio Abate e Luca Antonini, due degli esterni del Diavolo con le valigie in mano. Il primo è da tempo accostato allo Zenith guidato da Spalletti (che nella sua scuderia ha anche un altro esterno di casa nostra, Domenico Criscito); per una cifra vicina ai 12 milioni di euro l’affare potrebbe andare in porto. Antonini invece ha una storia diversa: con il contratto in scadenza nel 2014 e un ruolo da panchinaro fisso con Allegri, la necessità di mettersi in discussione è stata fisiologica. Per questo si è fatto avanti lo Spartak Mosca, destinazione molto gradita al giocatore.

Un’altra operazione che riguarda le fasce laterali è stata conclusa: dal Parma arriverà Zaccardo e verso la città ducale si muoverà Mesbah. Il terzino campione del Mondo si è detto entusiasta di questa grande occasione, ribadendo che la sua esperienza può far comodo, dal momento che a 31 anni ha sulle spalle diverse stagioni in Serie A; il fatto che possa ricoprire più ruoli difensivi certamente sarà gradito a Milanello. Per quanto riguarda Mesbah, il suo nuovo futuro tecnico Donadoni dovrà pazientare, perché l’esterno ex Lecce è ancora impegnato in Coppa d’Africa.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009