Lulic spedisce la Lazio in semifinale di Coppa Italia

Di , scritto il 27 Dicembre 2017

Gara non particolarmente brillante né tantomeno memorabile, quella andata in scena nel Boxing Day, tra Lazio e Fiorentina, valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. I biancocelesti si sono imposti con il punteggio di 1-0 grazie ad una rete di Lulic al 5’, conquistando, così, il pass per le semifinali, dove affronterà la vincente tra Milan e Inter, gara, questa, in programma stasera, con fischio d’inizio alle 20:45. Il match dell’Olimpico ha regalato maggiori emozioni, prevalentemente, nella prima frazione, con i padroni di casa particolarmente propositivi, al cospetto di una Viola trincerata in difesa e poco efficace in avanti. Nella ripresa, invece, i ritmi sono calati vertiginosamente, dando vita ad una sfida dall’andamento blando. Poche le chance a disposizione delle due compagini ed al triplice fischio finale è la banda guidata da Simone Inzaghi ad alzare le braccia al cielo. Riavvolgendo il nastro del match, la prima occasione coincide con il gol che deciderà la partita: Milinkovic-Savic ruba palla a metà campo ad Astori, effettua uno scambio con Lucas Leiva, per poi servire sulla sinistra Lulic, il quale entra in area, ubriaca con un dribbling Bruno Gaspar ed infine estrae dal cilindro una conclusione angolata sul palo più lontano su cui Dragowski non riesce ad intervenire. Gli ospiti reagiscono con Bruno Gaspar, che servito da Chiesa, lascia partire un tiro angolato che non centra il bersaglio per una questione di centimetri. La Lazio non resta a guardare e flirta con il raddoppio attraverso un bolide da fuori area di Milinkovic-Savic respinto prontamente dall’estremo difensore della Viola. Al 26’ Caicedo è costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un problema muscolare, al suo posto entra un febbricitante Immobile. Ed è proprio quest’ultimo a rendersi pericoloso con un tiro che sorvola di poco la traversa. I biancocelesti continuano a pigiare il piede sull’acceleratore e lo fanno con Felipe Anderson protagonista di un assist invitante, indirizzato a centro area, smanacciato da Dragowski in tuffo. L’ultimo sussulto del primo tempo è con Lulic, il quale riceve palla da Immobile, ma la sua conclusione, dall’interno dell’area, viene murata dal portiere viola. Nella ripresa, come detto, poche le emozioni da segnalare. Pioli inserisce sul rettangolo verde Simeone ed Eysseric al posto di Saponara e Benassi ma la spinta d’urto sperata non si materializzerà. I gigliati ci provano con Veretout, autore di un fendente dalla lunga distanza, intercettato da Strakosha e a seguire con Chiesa, protagonista di una conclusione ficcante destinata sul palo più lontano, che non inquadra il bersaglio di un soffio. I capitolini si fanno vedere dalle parti dell’area avversaria con Immobile, il quale sfugge via in velocità a Vitor Hugo, entra in area, ma il suo tiro indirizzato in porta viene respinto provvidenzialmente, proprio dal recupero del difensore brasiliano. E’ questo l’ultimo sussulto di un match che incorona la Lazio, vittoriosa al cospetto di una Fiorentina poco propositiva nel primo tempo e timidamente aggressiva nella ripresa. In mixed zone, queste le dichiarazioni principali rilasciate dal tecnico biancoceleste, Simone Inzaghi: “Ci siamo un po’ abbassati nella seconda frazione, pertanto l’unico neo è stato il non aver chiuso la prima frazione con uno scarto più ampio. Sono molto soddisfatto della squadra che ha voluto con tutte le proprie forze la qualificazione alle semifinali di Coppa Italia. Non abbiamo rischiato nulla e sono felice d’aver vinto per 1-0. Non mi capita spesso, ma comunque mi è piaciuto. Abbiamo mantenuto la porta inviolata per la seconda volta consecutiva, volevamo fortemente questa semifinale e l’abbiamo centrata”. Stefano Pioli, invece, commenta così la sconfitta rimediata all’Olimpico che estromette la sua squadra dalla corsa in Coppa Italia: “Ci è mancato il primo tempo. Siamo stati troppo imprecisi e poco pericolosi, poi nel secondo abbiamo reagito e la squadra ha fatto la partita, ma non siamo riusciti a rimediare allo svantaggio iniziale. Ho avuto da ridire per la perdita di tempo da parte dei giocatori della Lazio. Tre minuti di recupero mi sono sembrati pochi, ma ormai questo non cambia il risultato finale. Siamo stati poco precisi e non siamo riusciti a servire i nostri attaccanti. La Lazio ha avuto il merito di approfittare dei nostri errori”.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009