Manolas al Napoli, cos’altro serve?

Di , scritto il 10 Luglio 2019
Carlo Ancelotti

Dopo l’arrivo di Manolas al Napoli, arriva una forte scossa all’interno della società partenopea che da tempo chiedeva un top player già affermato e non semplici scommesse.

Manolas è una scossa molto forte che, oltre a rafforzare il Napoli, va a danneggiare una rivale storica.

Ma dopo questo arrivo, come dovrebbe operare la squadra di De Laurentiis sul mercato?

Portieri:

Il Napoli in questo momento possiede 4 portieri: Meret, Ospina, Karnezis e Sepe.

Meret è il titolare senza alcun’ombra di dubbio con Ospina che lo farà rifiatare.

Sepe si potrà rimandare in prestito e Karnezis potrebbe essere venduto cercando di guadagnare qualche milione.

(In caso di urgente necessità si potrebbe chiamare uno tra D’Andrea e Contini dalla primavera.)

Terzini:

In questo momento i terzini titolari del Napoli sono Malcuit a destra e Ghoulam a sinistra.

I tifosi non sono contenti di Hysaj e Mario Rui che dovranno essere venduti.

Di Lorenzo ha l’occasione di fare esperienza e far rifiatare Malcuit mentre a sinistra, dato che non si possiedono sostituti, si dovrà operare sul mercato.

In questi casi DeLa può agire in due modi:

  • Prendere un giovane per fargli fare esperienza (Di Lorenzo docet.)
  • Prendere un calciatore di livello per fare il definitivo salto di qualità anche sulla fascia sinistra.

Centrali difensivi:

Koulibaly è imprescindibile insieme al nuovo compagno di reparto Manolas.

Luperto e Maksimovic, potendo anche operare come terzini (rispettivamente a sinistra e a destra), andranno tenuti, con la priorità su Luperto che essendo giovane ha ampi margini di miglioramento.

Rimangono Chiriches ed il rientrante dal prestito doriano Tonelli.

Qui le cose che si potrebbero fare sono varie:

  • Tenerne uno e vendere l’altro
  • Venderli entrambi
  • Tenerli entrambi

Mediani:

Il Napoli, dopo la cessione di Diawara alla Roma, possiede un solo mediano, ovvero Allan.

Qui la scelta si farà in base al modulo da cui deciderà di partire Ancelotti, ma quella più plausibile sarebbe vendere Allan (Valore di mercato transfermarkt: 60 milioni, si potrebbe arrivare anche intorno agli 80) e investirli sul mercato in 2 mediani giovani di medio livello, che con il tempo potranno crescere ma che allo stesso tempo siano già pronti per un posto da titolare in una squadra che punta allo scudetto.

Mezz’ali/ali/esterni/trequartisti/punte:

Ho deciso di fare una sezione unica per svariati ruoli in quanto tutto si deciderà dal modulo di Ancelotti ed, in base a ciò, bisognerà operare in modo diverso.

Andiamo a vedere le varie combinazioni:

433 e 4321: Per i titolari ci servono 2 mezz’ali, 2 esterni offensivi e una punta.

La scelta migliore sarebbe tenere i 3 di centrocampo invariati con mediano x davanti la difesa affiancato da  Fabian Ruiz e Zielinski.

Per le riserve abbiamo il giovanissimo Gianluca Gaetano e mediano y.

Come esterni offensivi abbiamo tanti nomi come Ounas, Verdi, Callejon, Mertens, Younes, Insigne (che in ogni modulo verrà usato come pedina di scambio per Icardi) e, in caso di arrivo, James Rodriguez.

A destra opereranno Callejon e James Rodriguez mentre a sinistra toccherà a uno tra Verdi e Mertens.

Ounas e Younes risultano superflui e per ognuno si può scegliere se mandarlo in prestito, tenerlo per il turnover oppure venderlo definitivamente per monetizzare.

Come punte abbiamo Arek Milik, Icardi e il ritornante Inglese.

Con l’ausilio di una sola punta averne 2 di grande spessore come Icardi e Milik potrebbe causare grandi problemi, sia nel rapporto tra i 2, sia nel conto in banca intestato alla società campana, la scelta migliore sarebbe quella di mandare in prestito Milik (Per richiamarlo in caso di necessità), altrimenti bisognerà dirgli addio. É plausibile che dopo aver giocato in una squadra come il Napoli non voglia tornare indietro, bensì voglia continuare a lottare per qualcosa di importante da protagonista, cambiare aria non gli può fare che bene.

4411 e 4231: I moduli più provati da Ancelotti quest’anno dove ci servono 2 ali, un centrocampista che spinga, un mediano, una mezza punta e una punta.

Per le ali la scelta si fa semplice avendo in squadra giocatori come Callejon e Zielinski che rappresenteranno i titolari della formazione partenopea, tenendo Ounas e Younes come riserve.

Come interni avremo Fabian Ruiz per la spinta e mediano x in fase di difesa (mediano y e Gaetano in panchina). Come mezza punta opteremo per James Rodriguez e come punta avremo bomber Mauro Icardi (Mertens e Inglese in panchina).

Ovviamente da napoletano spero di non rinunciare a giocatori del calibro di Allan e Milik, ma per rientrare nei canoni del Financial Fair Play e per aumentare il numero di calciatori a disposizione di Ancelotti bisogna fare questo sacrificio. Secondo voi come sarà il Napoli quest’anno? Riuscirà ad imporsi sulla torinese o rimarrà ancora al di sotto?


1 commento su “Manolas al Napoli, cos’altro serve?”
  1. FrA 24 ha detto:

    Hsay anche secondo me sarà venduto, più probabile al estero ma non da escludere la Juve vista la presenza di Sarri e la situazione di Cancelo. La
    trattiva con James Rodríguez si è rallentata visto l’infortunio di Asensio e il prezzo del cartellino del colombiano. Per quanto riguarda Icardi e solo certa la permanenza
    in A stando alle sue dichiarazioni .
    Ma si trattasse di Juve o Napoli lo sapremo tra un mesetto quado ci saranno i saldi di fine mercato.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009