Italia – Cipro: 3-2, ma non fatevi ingannare dal risultato

Di , scritto il 15 Ottobre 2009

gilardino_tripletta_ciproAnche se l’Italia di Lippi era già qualificata ai mondiali del Sudafrica, grazie anche al pareggio con l’Irlanda di sabato scorso, ieri sera ci si aspettava una prestazione ben diversa dal gruppo italiano. Se analizzassimo solo il risultato, il 3 a 2 potrebbe anche essere “soddisfacente”, ma se andiamo a guardare la partita notiamo quanto la vittoria in realtà non è meritata.

Il fatto che dopo pochi minuti dall’inizio della partita, il Cipro conducesse per due gol di vantaggio è già tutto dire. L’Italia sembrava più una squadra di provincialotti che non riuscivano a tenere gioco, tanto che il pubblico del Tardini nell’intervallo e all’inizio del secondo tempo ha cominciato a fischiare i nostri giocatori.

Nel finale di gara, quando la sconfitta sembra ormai arrivare, entra Gilardino e la squadra pare rinascere. In pochi minuti, ben tre gol di Alberto riportano il sorriso sulle labbra degli Azzurri, che riescono così a portarsi a casa un’altra vittoria.

Dopo la partita, Lippi ha sbottato ai microfoni della stampa contro i fischi e le contestazioni del pubblico.

Abbiamo guadagnato sabato la qualificazione matematica a Dublino e potete immaginare la grande felicità, abbiamo anche festeggiato un po’. Ho cambiato questa sera la squadra per undici undicesimi, una particolarità che non esiste al mondo. Siamo campioni del mondo, veniamo qui a giocare una gara che non conta nulla e appena abbiamo un po’ di difficoltà, visto che in campo c’era un’Italia che non ha giocato insieme una volta, la gente invece di incitare i ragazzi comincia a gridare il nome di altri calciatori. È una cosa vergognosa: la gente deve amare la Nazionale perché è capace di fare queste cose.

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “Italia – Cipro: 3-2, ma non fatevi ingannare dal risultato”
  1. Gianni ha detto:

    Ieri sera al tardini c’ero pure io e faccio parte di quelli che gridavano andate a lavorare. Quel pirla di Lippi che ha detto in conferenza stampa che a lavorare ci dobbiamo andare noi, forse ha dimenticato che NOI CI SPACCHIAMO IL CULO A LAVORARE mentre i calciatori per dare due calci ad un pallone ricevono milioni di euro inc ambio! Andasse a fanculo sto allenatore del cavolo!


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009