Notizie sportive del giorno

Di , scritto il 16 Luglio 2018

La Francia ha vinto il suo secondo titolo Mondiale: 4-2 nella finale contro la Croazia. I transalpini raggiungono nell´albo d´oro Argentina e Uruguay, dietro solo a Brasile, Italia e Germania. Autorete di Mandzukic, gol di Perisic, poi Griezmann su rigore, Pogba, Mbappè e Mandzukic i marcatori dell´ultimo atto.

Cala il sipario sulla Coppa del Mondo ed è tempo di bilanci. Francia campione, Croazia seconda, Belgio sul podio. Modric premiato come miglior giocatore del torneo, Mbappè eletto miglior giovane.

 

Novak Djokovic rientra tra i grandi del tennis dalla porta principale. Il serbo trionfa per la quarta volta a Wimbledon in una finale senza storia contro Anderson. “Non c´è posto migliore dove vincere”, la gioia del serbo. Al Tour de France, la tappa di Roubaix va al tedesco Degelkolb: Nibali resta coperto e arriva assieme agli altri big.

 

Mark Marquez vince per il nono anno consecutivo al Sachsenring: lo spagnolo in Germania ipoteca il titolo allungando in testa alla classifica del Mondiale su un Valentino Rossi ottimo secondo: “il mio segreto? Ho dieci anni in meno”, scherza il Dottore. Sul podio anche Vinales, altro passaggio a vuoto di Dovizioso che chiude settimo.

In casa Milan il Fondo Elliott, nuovo proprietario del club, ha iniziato le manovre per il nuovo corso rossonero: Paolo Scaroni, ex AD di Eni ed Enel sarà il nuovo presidente, mentre per il ruolo di Direttore Generale spunta un ritorno, quello del brasiliano Leonardo, mentre resta caldo il ruolo di Maldini in società come DS. Intanto, sul mercato, i rossoneri devono blindare Leonardo Bonucci, mentre Locatelli è sempre più vicino al Sassuolo.

 

 

“Mendes, in una chiacchierata, disse: ‘Prenderesti Ronaldo?’. Io gli ho detto che ero spiazzato, gli avrei detto subito di sì. Poi, riflettendo, gli ho fatto una proposta: avevo bisogno dei primi 250 milioni di fatturato che rappresentano il borderline per noi”. Lo ha detto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli.Fabian Ruiz? Tutti quelli che noi scegliamo alla fine sono dei top player. Vengono selezionati con grande cura sul piano dell’immagine. E’ straordinario, perché può essere estremamente potente sia a destra che a sinistra, chiaramente a centrocampo”. Lo ha detto Aurelio De Laurentiis a Radio Kiss Kiss Napoli, commentando l’esordio del centrocampista spagnolo nella prima amichevole del Napoli. De Laurentis ha smentito per il momento un possibile scambio con il Milan fra Callejon e Suso. “A me non risulta – ha detto – ora abbiamo due amichevoli, poi le sfide contro Liverpool e Borussia Dortmund. Dall’8 agosto avremo due settimane buone piazzare quelli che Ancelotti non dovesse considerare ottimali per il gioco Napoli e, in quel caso, dovremo vedere se ci sarà spazio per un nome sostitutivo, ma soltanto da lì in avanti vedremo”.

 

 

Il Chievo, accusato di plusvalenze fittizie, e il Parma, a giudizio per tentato illecito sportivo, rischiano la serie A: dalla Procura della Figc, apprende l’Ansa, sono infatti in arrivo ai processi di domani al tribunale federale nazionale richieste pesanti in termini di penalizzazione, “afflittive” ovvero da applicare sulla stagione appena conclusa.

 

 

Marek Hamsik, centrocampista e capitano del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Lo slovacco si è confessato rivelando alcuni particolari della sua estate bollente passata tra le sirene di mercato e la vicenda legata all’addio di Sarri e l’arrivo di Ancelotti. Il classe ’87 ha poi rivelato anche un retroscena relativo alla reazione del presidente De Laurentiis riguardo la possibilità di lasciare Napoli e partire per la Cina.

“Con il mister ci siamo lasciati normalmente. Mi ha mandato un messaggio al primo giorno del ritiro come capitano del Napoli, chiedendomi di diffonderlo alla squadra. Ci faceva gli auguri per il futuro”.

“Il cambio di ruolo deciso da Ancelotti? È una cosa che mi intriga ed incuriosisce. Mi ci calo con interesse ed ottimismo. Può allungarmi la carriere? Non ho pensato a questo. Quando Ancelotti mi ha detto che avrebbe voluto provarci, mi ha dato altri stimoli”.

“Cosa mi aveva spinto a pensare alla Cina? Non era la prima volta che nasceva questa possibilità, diciamo che avrei sistemato la famiglia definitivamente. Mi ero dato come data il 9 luglio, se entro la data del ritiro non fosse successo nulla avrei lasciato perdere. Anche dopo l’Europeo di due anni fa c’erano state richieste. De Laurentiis? A maggio avevo parlato al presidente di questa offerta dalla Cina, ne avevo subito parlato con lui. Abbiamo un rapporto speciale e diretto. Come aveva reagito? Mi disse ‘Ma ndo’…va, questa è casa tua?!”.

Su Ronaldo: “Ora loro più forti? Un giocatore, uno solo, non vince mai niente. Anche se sei il più forte al mondo… Rettifico: se non sei Maradona, non vinci da solo”.

Un ultimo pensiero alla passata stagione e allo scudetto andato in fumo nelle ultime giornate, specie nel fine settimana di Inter-Juventus e Fiorentina-Napoli: “Più che vincerlo la Juve, il campionato lo abbiamo perso noi ma in quel week-end si sono miscelate due situazioni che ci hanno demoralizzato. Abbiamo avvertito il mondo caderci addosso”.

 

 

“Devo dire grazie alla gente di Napoli, che mi ha aiutato in ogni modo in questi tre anni. Li amo molto, li amerò per sempre”. Il primo atto da tecnico del Chelsea, per Maurizio Sarri, è un pensiero rivolto al passato, un addio a quei tifosi che lo hanno sostenuto per anni. Il nuovo manager dei Blues, nel giorno della presentazione concessa in esclusiva alla tv del club londinese, è ottimista in vista della stagione: “Sono stato fortunato a trovare dei giocatori adatti al mio stile di gioco. Ho voluto con me Jorginho che non è forte fisicamente ma ha una velocità di pensiero incredibile, oltre a un grande talento tecnico. Arrivo in una grande squadra, il problema è che in Premier League ce ne sono altre quattro-cinque”.

 

Cristiano Ronaldo, nuovo attaccante della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso della sua conferenza stampa di presentazione

“La Juventus è una grande squadra, con un grande allenatore: è stata una decisione facile quella di scegliere la Juve, uno dei migliori club al mondo.

 

Presentazione di Cristiano Ronaldo allo Juve Stadium. “E’ stata una decisione che ho preso da tanto tempo: la Juve e’ uno dei migliori club al mondo, sceglierla e’ stato facile”: queste le prime parole di Cr7 da neobianconero. “La mia carriera e’ stato un sogno, ho vinto tutto. Ma sono ancora giovane, sono pronto a questa nuova sfida e sono sicuro che alla Juve faro’ benissimo. Lascero’ un segno anche nella storia di questa squadra”. “Cercherò di dimostrare agli italiani – ha aggiunto – che sono un giocatore ancora al top, anche se penso di non dover dimostrare nulla a nessuno”.

“So che tutte le squadre vogliono vincere la Champions: la Juve può raggiungerla”, così Cristiano Ronaldo risponde alle richieste dei tifosi juventini che a migliaia lo hanno accolto chiedendo la vittoria in Champions. “Lotteremo per tutte le competizioni, la Champions e’ molto difficile da vincere ma io penso di poter aiutare questa squadra che negli ultimi anni e’ andata molto vicina – le sue parole -. Le finali sono molto difficili, spero di portare fortuna alla Juve in Europa”.

E i tifosi bianconeri in delirio per Cristiano Ronaldo. L’attaccante portoghese si è affacciato dall’ingresso della sede della Juventus per salutare i numerosi fan, che lo hanno ricambiato con una autentica ovazione. Il giocatore, che ha sostenuto le visite mediche, “sto bene, sono pronto a giocare”, dice rivolgendosi a mister Allegri, e al suo staff tecnico, come documentato dal video pubblicato dalla Juventus sul suo sito internet. Il video svela il dietro le quinte dell’incontro dell’attaccante portoghese con il tecnico e con i nuovi compagni bianconeri. Abbracci e sorrisi, in particolare, con Pjanic e Chiellini.

 

 

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009