Notizie sportive del giorno

Di , scritto il 17 Luglio 2018

“La Champions è dura, ma la Juve ci è già arrivata vicina: amo le sfide e spero di portarle fortuna io”. Le prime parole da giocatore bianconero di Cristiano Ronaldo sono un´iniezione di fiducia per quello che rimane l´obiettivo più importante del club, che lo ha ingaggiato proprio per vincere la Champions: “Non sono in ferie e voglio fare la storia della Juve, che è una delle migliori squadre al mondo”, l´ulteriore carica di CR7.

 

Dopo aver piazzato nove acquisti, la Roma è alle prese col possibile addio di Alisson: le offerte monstre, soprattutto dal Real Madrid e dal Liverpool non mancano, ma il portiere nel frattempo si rilassa: “La Sardegna è un posto fantastico”, l´unica concessione dal luogo di villeggiatura. Il Napoli invece è pronto a riabbracciare Mertens: “Ha parlato con Ancelotti, resterà e vuole vincere lo scudetto”, ha detto il papà del belga.

 

Sono giorni di attesa e di fibrillazione per il Milan: fra giovedì e venerdì arriverà la sentenza del Tas sull´esclusione dalle coppe europee, sabato verranno nominati i nuovi componenti del cda, ma intanto Gattuso continua a lavorare sul campo, in vista della prima amichevole di venerdì col Novara. Tornerà in campo domani invece l´Inter, per il test match col Sion, con i dirigenti a caccia del sì di Vrsaljko.

 

Ieri sera sono scaduti i termini per regolarizzare le iscrizioni in serie B, e oltre al Cesena, prossimo al fallimento, non ce l´ha fatta neanche il Bari, che dunque dovrà ripartire dai dilettanti. “Questo è un brutto giorno per tutta la città, una sconfitta che brucia più di quelle sul campo. Ci abbiamo provato in tutti i modi, ma ora non bisogna mollare”, ha detto il Sindaco della città pugliese Decaro. Salvo invece l´Avellino.

 

Dopo il giorno di riposo, oggi riparte il Tour de France con la prima delle durissime tappe alpine: si va da Annecy a Le Grand Bornand, con quattro gran premi della montagna e i big, da Nibali a Froome, che potrebbero attaccare il primato di Greg Van Avermaet. “Probabilmente perderà la maglia gialla – ammette il d.s. della Bmc, Fabio Baldato a Sportiva –. Mi aspetto che da stasera la indossi Thomas”.

 

È Aurelio De Laurentiis il protagonista del settimo giorno di ritiro del Napoli in Val di Sole. Il presidente si è presentato di buon mattino al campo di Carciato e si è trattenuto per un quarto d’ora con i tifosi, firmando autografi e concedendosi anche per qualche selfie. Poi ha assistito all’allenamento della squadra dalla panchina e alla fine della seduta di lavoro si è trattenuto a parlare per un po’ con Carlo Ancelotti e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, facendo soprattutto il punto sulle prossime mosse da compiere sul mercato. La priorità è l’acquisto di un esterno difensivo capace di giocare su entrambe le fasce, in attesa del completo recupero di Ghoulam, ancora in convalescenza dopo i gravi infortuni subiti al ginocchio destro.

De Laurentiis ha rilasciato poi alcune dichiarazione a radio Kiss Kiss, l’emittente ufficiale del Napoli. “Sono molto soddisfatto di questo inizio di stagione: la Val di Sole ci ha accolto come sempre nel migliore dei modi e abbiamo trovato tutte le strutture in perfetto ordine. La prima settimana è stata straordinaria, ho già notato la grandissima capacità di Ancelotti nel guidare il gruppo con autorità, ma allo stesso tempo con leggerezza. Ogni allenatore ha il suo modo di gestire la preparazione. Io tengo molto al ritiro, tant’è che ho sempre rifiutato di fare tournée in America e Estremo Oriente, anche se forse nella prossima stagione faremo un salto in Cina. Abbiamo organizzato tre partite ad agosto. Una in Irlanda con il Liverpool, con la finalista della Champions League. La novità è che i possessori di smartphone e tablet potranno vederla tramite Tim Visione, per noi nasce una nuova collaborazione. Spero che possano vederla tantissimi tifosi azzurri, 10 euro non sono poi così tanti. Invece le altre gare che giocheremo qui in Trentino saranno tutte visibili in chiaro”. Napoli, cena con karaoke nel ritiro: Ancelotti canta ‘O surdato ‘nnammurato’

Il nuovo Napoli ha già debuttato contro il Gozzano, con buone sensazioni. “Non si può ancora giudicare, però – ammonisce De Laurentiis – A breve torneranno i cinque giocatori reduci dal Mondiale, i primi il 22 luglio e Mertens per ultimo il 2 agosto. È presto dunque per esprimere giudizi e uno serio come Ancelotti ha bisogno di altro tempo per valutare il valore dell’organico. Carlo si è subito innamorato dei nostri colori in modo esemplare e mi sembra felice di essere tornato finalmente in Italia”. Il presidente ha poi raccontato di nuovo il retroscena sulla trattativa per CR7, offerto al club azzurro prima di passare alla Juve. “Il procuratore di Ronaldo, Jorge Mendes, è un nostro amico: eravamo stati a casa sua due mesi fa per parlare di Rui Patricio, poi non ci siamo messi d’accordo per i problemi tra il portiere e lo Sporting Lisbona. In più occasioni abbiamo parlato di tante cose e chiaramente anche di Cristiano. Si era fratturata la chimica con il Real Madrid e Mendes in una chiacchierata ci chiese se lo potevamo prendere noi. Io gli ho detto che ero spiazzato, gli avrei detto subito di sì. Poi riflettendo gli ho fatto una proposta, chiedendogli di lasciarmi i primi 250 milioni di fatturato, mentre io gli avrei ceduto i successivi 100. Con la potenza di Ronaldo si fanno in un secondo tanti soldi. Dopo i primi 350 milioni gli altri sarebbero tornati a Napoli. Ma Mendes è un uomo molto veloce, vuole bruciare il tempo e ho capito che non poteva aspettare. L’arrivo di Ronaldo al Napoli avrebbe portato un effetto che non si vede da molto, così come sarà alla Juve ovviamente, un effetto stordente. Però poi bisogna anche saper riflettere, pensare al monte ingaggi. Quest’anno abbiamo già fatto quattro innesti. E allora io che faccio, sacrifico tutto per Ronaldo? Perché poi tutti devono giocare per Ronaldo. I tifosi avrebbero solo voluto CR7 in campo. E allora ci saremmo ritrovati a dover schierare sempre Ronaldo e non gli altri. Fabian Ruiz, per esempio. Tutti quelli che noi scegliamo alla fine sono dei top player. Vengono selezionati con grande cura anche sul piano dell’immagine. Lo spagnolo è un centrocampista straordinario, perché può essere estremamente potente sia a destra che a sinistra”.

De Laurentiis si è infine soffermato sugli sviluppi del mercato. “Callejon per Suso è un’ipotesi? A me non risulta. Fino all’8 agosto, tra allenamenti e amichevoli, Ancelotti avrà il tempo che gli serve per fare le sue valutazioni. Poi ci resteranno dieci giorni per fare gli interventi che ci chiederà l’allenatore e riterremo necessari”. L’osservato speciale sarà Milik, reduce da due stagioni condizionate da gravi infortuni. Il rebus del centravanti agita i pensieri del Napoli e continua a far sognare i tifosi, che anche a Dimaro hanno chiesto a gran voce al presidente di tentare un assalto per Cavani.

La Repubblica

 

E’ stato il giorno di CR7 a casa Juve, ma il mercato non si ferma certo qui. Ora il club campione d’Italia (che sogna sempre MARCELO e il ritorno di POGBA) deve pensare anche a vendere per rendere sostenibile l’acquisto del fuoriclasse portoghese 5 volte Pallone d’Oro. I primi nomi sulla lista sono due, HIGUAIN e RUGANI, che in molti vedono al Chelsea anche se in realtà la società londinese non è ancora certa di farsi avanti. “Un paio di acquisti e siamo a posto”, avverte Sarri da Londra. Oltre al ‘Pipita’, che ebbe a Napoli, al successore di Conte piace molto anche MORATA e quindi alla fine potrebbe tenersi lo spagnolo, che è più giovane dell’argentino, mentre per il difensore ex Empoli secondo il suo agente Davide Torchia non sono ancora arrivate offerte dall’Inghilterra, “e non mi risulta che la Juve abbia intenzione di cederlo”. Un obiettivo certo del Chelsea è invece un portiere, e in pole position c’è il romanista ALISSON.

Tutto nasce dal fatto che il Real Madrid, con cui il brasiliano aveva un accordo di massima, sembra ora intenzionato a farsi da parte perché il presidente Florentino Perez non vuole investire per questo affare una cifra superiore ai 50 milioni mentre la Roma parte da un minimo di 65. Così ora gli spagnoli hanno virato sul n.1 del Chelsea, COURTOIS, appena eletto miglior portiere del Mondiale. Costa 40 milioni, causa contratto in scadenza tra un anno, ne chiede 7 di stipendio. Ma dal Chelsea dovrebbe arrivare, secondo i desideri di Perez, anche HAZARD, per il quale il Chelsea avrebbe però ‘sparato’, secondo la stampa belga, una richiesta di 225 milioni.

Intanto, i campioni d’Europa, che sembrano aver rinunciato a NEYMAR, pensano anche a MILINKOVIC-SAVIC, obiettivo del Manchester United se partisse Pogba. In mezzo a tutto questo giro, tra pali del Chelsea dovrebbe finire Alisson, che piace sempre anche al Liverpool. La Roma intanto studia come sostituire il suo n.1 brasiliano. Mino Raiola, con cui Monchi ha concluso l’affare Kluivert e il rinnovo del giovane Luca Pellegrini, offre AREOLA che è in uscita dal PSG, mentre con il Barcellona si è parlato di CILLESEN, stanco di fare da ‘secondo’ a Ter Stegen. Ma il nome più forte in questo momento è quello dello svedese OLSEN, del Copenaghen. Costa poco e consentirebbe a Monchi di conservare un margine importante per dare la caccia a un attaccante esterno: Di Francesco vuole BERARDI, ma il Sassuolo chiede 30 milioni. Il Manchester United continua il suo pressing su BONUCCI, ma il Milan, che cederà KALINIC all’Atletico Madrid, continua a prendere tempo. Sulla sponda nerazzurra di Milano il ds Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è DEMBELE’, fortemente tentato dalle proposte interiste. L’altro tassello che manca è l’esterno destro, leggi VRSALJKO: i contatti con l’Atletico Madrid vanno avanti, c’è l’ok del giocatore, non ancora quello della società spagnola. L’Inter punta al prestito oneroso con diritto di riscatto. L’alternativa è DARMIAN.

Al Napoli serve un colpo per eccitare la piazza. Il presidente De Laurentiis, dopo una attenta analisi della situazione, si è convinto che solo il nome di CAVANI può tornare a infiammare il San Paolo. ‘ADL’ ci sta lavorando e ha l’ok di Ancelotti. La trattativa con il Paris SG è stata imbastita, con i francesi partiti da una richiesta di 50 milioni, secondo il Napoli troppi per un giocatore di 31 anni pagato 70 quando aveva 26 anni. De Laurentiis replica quindi con una proposta di 35 milioni, e sui 40 potrebbe esserci un punto d’incontro. per l’ingaggio del giocatore (a Parigi Cavani prende 12 milioni all’anno) si sta lavorando su una spalmatura e il giocatore è sostanzialmente d’accordo. Ma il Napoli è in movimento anche per un difensore: piacciono SABALY del Bordeaux e ARIAS, esterno del Psv Eindhoven e della nazionale colombiana. L’infortunio di Meret non dovrebbe portare all’acquisto di un altro portiere. Il Frosinone è sempre più vicino all’attaccante croato dell’Udinese PERICA. C’è l’accordo tra le parti, ma il club laziale non vuole fermarsi e punta anche LAZOVIC, esterno del Genoa. Ancora niente da fare, invece, per il difensore della Roma LEANDRO CASTAN.

ANSA

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009