Calciomercato: Manolas sta cercando casa a Napoli? Analisi e commenti.

Di , scritto il 22 Giugno 2019

Si è svolto in Costa Azzurra, e non in Grecia, il tanto atteso incontro tra Cristiano Ronaldo e Maurizio Sarri. Come riportato da alcuni media, il campione portoghese, attualmente in vacanza sul suo yacht a Villefranche, ha incontrato il nuovo allenatore bianconero accompagnato da Fabio Paratici: una riunione conoscitiva in cui l’allenatore ex Napoli ha espresso le sue opinioni sul gioco che intende dare alla Juventus e di cui Cristiano Ronaldo sarà il perno offensivo.La missione è servita anche per compiere nuovi passi verso l’ingaggio del centrale olandese De Ligt, corteggiato anche da Psg e Barcellona. Passi in avanti nelle ultime ore anche per Rabiot, con all’orizzonte il grande sogno del ritorno di Paul Pogba. In uscita, invece, Mandzukic, Khedira e Matuidi, tra i fedelissimi di Massimiliano Allegri. (ilmattino.it)

Non meno di 60 milioni, con la voglia del Napoli di valutare Allan anche molto di più. Questa l’ultima notizia che arriva dalla Francia dove L’Equipe fa il punto della situazione su tutti i possibili obiettivi di mercato che riguardano il Paris Saint Germain. Impossibile per il nuovo direttore sportivo Leonardo non guardare all’Italia e alla Serie A con il centrocampista azzurro che poteva essere uno degli obiettivi principale di questa infuocata estate di trattative.Per Allan ci sarebbe tutta la volontà del Paris Saint Germain di portarlo sotto la Tour Eiffel, ma il prezzo richiesto dal Napoli è altissimo e, nonostante le volontà del calciatore che direbbe subito sì all’offerta francese, la trattativa resta complicata. Il rapporto tra De Laurentiis e la società parigina è ottimo, ma la richiesta azzurra è tra i 60 e gli 80 milioni di euro, con Leonardo che avrebbe a disposizione un tesoretto da 150 milioni in tutto per questa estate. (ilmattino.it)

Uno scatto dal sapore di sorpasso. Ieri sera, la Juventus ha presentato un’offerta da circa 70 milioni di euro all’Ajax per sbaragliare la concorrenza di Psg e Barcellona ed arrivare al primo obiettivo per la difesa: Matthijs De Ligt. Con il classe ’99, gestito tra l’altro dall’agente Mino Raiola, ci sarebbe – scrive De Telegraaf – un principio di accordo sui 15-20 milioni di euro lordi stagione. «Cristiano Ronaldo mi ha chiesto di raggiungerlo a Torino», svelò il giovane centrale lo scorso 9 giugno, al termine della sfida contro il Portogallo. (ilmattino.it)

Sicuro che il Napoli ha rinunciato a Zapata? Occhio, perché una volta fatto cassa cedendo gli esuberi, ecco che De Laurentiis potrebbe tornare alla carica per il colombiano dell’Atalanta. Di certo, ne ha già lungamente parlato, anche recentemente, con Percassi ma l’Atalanta, che prenderà parte alla Champions, vende solo a un prezzo stellare. Insomma, operazione complicata. Ma Zapata è proprio quel tipo di punta che ad Ancelotti non dispiacerebbe disporre.Non impressioni il fatto che De Laurentiis stia scaricando per intero sulle spalle di Ancelotti la scelta di James Rodriguez. Non è che non gli piaccia, di lui sa tutto, ma solo non vuole far lievitare in maniera particolare il tetto degli ingaggi: al Bayern il colombiano percepiva 6,5 milioni netti a stagione ed è quello che ha chiesto di guadagnare a Napoli. L’affare è vicino alla sua conclusione ma è evidente che il suo arrivo potrebbe scatenare le richieste di rinnovo degli altri. Ed è quello che teme il club sempre assai attento a certi equilibri nello spogliatoio. In linea di massima, invece, l’intesa con il Real non è assai distante: il Bayern Monaco ha pagato in due rate 13 milioni per il prestito oneroso biennale del numero 10. Con riscatto, non esercitato, di 42 milioni. Ecco: diciamo che è questa è la richiesta di Florentino a Mendes (circa 45 milioni). Ancelotti vuole a tutti i costi James Rodriguez e il Napoli è sicuro che alla fine riuscirà ad accontentarlo. Il tecnico di Reggiolo prenderebbe davvero assai male il mancato attivo di James. (ilmattino.it)

Il Cile si unisce alla festa della Colombia e avanza ai quarti di finale, superando 2-1 l’Ecuador. L’ultimo match del girone C, contro l’Uruguay, servirà solo per stabilire se si qualificherà come prima oppure come seconda. L’Ecuador, alla seconda sconfitta su due, non è invece ancora fuori dai giochi. Se Valencia e compagni dovessero vincere contro il Giappone e Argentina-Qatar dovessero pareggiare, l’Ecuador si qualificherebbe. Senza i tre punti dovrebbe invece tifare per combinazioni di risultati differenti. Il Cile – campione in carica – parte forte. Rueda punta sul tridente Sanchez-Vargas-Fuenzalida, con quest’ultimo che, approfittando di una serie di rimpalli su calcio d’angolo, firma l’1-0 con un diagonale che sbatte sul palo.Dopo sette minuti la gara è già in discesa per la Roja, ma l’Ecuador trova il pareggio su rigore. Il Var giudica fallosa un’uscita di Arias su Méndez e Valencia trasforma dal dischetto. All’inizio del secondo tempo, Sanchez riporta avanti il Cile con un drop su suggerimento di Aranguiz. L’Ecuador, come contro l’Uruguay, finisce la partita in dieci dopo l’espulsione di Achilier. L’ex interista Medel, con la fascia da capitano e impiegato come centrale di difesa, non nasconde le ambizioni e gli sforzi: «Ci stiamo rompendo il c… e lo stiamo dimostrando. Non ci dobbiamo sentire inferiori a nessuno. L’obiettivo è vincere la Coppa, ma andiamo avanti partita dopo partita», ha detto nel post-match. Terminate tutte le seconde partite della fase a gironi, oggi si comincia con gli ultimi incontri. In campo, alle 21 italiane, Perù-Brasile e Bolivia-Venezuela. A Tite basterà un pareggio per garantire la qualificazione. Se dovesse passare in prima posizione, affronterebbe la terza del gruppo B o C. (ilmattino.it)

Dopo solo sei mesi Marek Hamsik si è già stancato della Cina, dove non si è ambientato, e potrebbe tornare in Italia. A farci più di un pensierino, come riporta ‘La Repubblica’, è la nuova Roma di Fonseca, che avrebbe messo sul tavolo il cartellino di Javier Pastore per convincere il Dalian Yifang. I giallorossi beneficerebbero anche di un conguaglio, con i cinesi che coprirebbero parte dell’ingaggio da 9 milioni dello slovacco.Dopo Sarri alla Juventus, i tifosi del Napoli temono ora un’altra delusione, ovvero quella di vedere nuovamente in Italia l’ex capitano di mille battaglie ma con una maglia diversa, dall’azzurro al giallorosso. Hamsik, che aveva lasciato Napoli nella sessione di mercato invernale attratto dalla montagna di soldi cinese, avrebbe nostalgia del nostro paese, anche perché l’ambientamento in un terra così culturalmente diversa non sarebbe andato secondo i piani. Un solo gol in 11 partite il suo magro bottino, numeri che non giustificano lo stipendio da 9 milioni all’anno. Da qui l’idea giallorossa di uno scambio con Pastore, reduce da una stagione deludente e che non sembra rientrare nei piani di Fonseca. (sportmediaset)

Kostas Manolas a breve diventerà un difensore del Napoli, che s’è portato avanti, sa bene a cosa aspiri l’obiettivo. E ha già l’accordo per un quinquennale da tre milioni e mezzo netti a scalare. C’è stata una stretta di mano, con tanto di penna sul tavolo pronta per l’uso, ma va formalizzato il tutto.
VISITA – Intanto il giocatore classe ’91 – riferisce il Corriere dello Sport – è stato già in città per trovare casa. “Io vado solo al Napoli”, è il virgolettato riportato dal quotidiano, riferito ad indiscrezioni su questo presunto avvistamento. Il difensore sarebbe stato a Napoli con un amico fidato e avrebbe cominciato a vedere qualche posto per la sua nuova dimora. (tuttonapoli.net)

La Francia ha battuto la Croazia 1-0 (1-0) in un incontro della seconda giornata del girone C all’Europeo di calcio Under 21, giocato a San Marino. La rete decisiva è stata segnata da Dembelè all’8′ pt. La classifica del girone vede Romania e Francia appaiate a 6 punti – con i romeni al primo posto per la miglior differenza reti (+5 contro +2) -, Inghilterra e Croazia a 0, ormai eliminate. Una situazione che mette a rischio l’Italia di Di Biagio, che se non riuscisse a vincere il proprio girone potrebbe essere esclusa dalle semifinali da un eventuale pareggio tra le stesse Romania e Francia che si incontrano lunedì e con 7 punti a testa passerebbero entrambe, come prima del girone e migliore seconda. (ansa)

La Romania batte l’Inghilterra 4-2 (0-0) in un incontro della seconda giornata del girone C all’Europeo di calcio Under 21, giocato al ‘Manuzzi’ di Cesena. Il match ha avuto un finale bollente, con tutte le sei reti realizzate dalla mezzora della ripresa. Ha aperto le marcature un rigore di Puscas al 31′, al quale ha risposto Gray al 34′ ma la Romania è tornata avanti al 40′ con Hagi due minuti prima del nuovo pareggio di Abraham. L’incontro è stato deciso da una doppietta di Coman, in gol al 44′ e al 48′. La Romania sale a sei punti in classifica e momentaneamente al primo posto del girone in attesa dell’altra sfida, Francia-Croazia, in programma stasera. Gli inglesi sono terzi con un punto. (ansa)


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2022, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009