Inghilterra-Spagna 1-2. Zielinski rinnova col Napoli. Chiriches infortunio serio.

Di , scritto il 09 Settembre 2018

“Buongiorno. Non rovinare una buona giornata, pensando che ieri ne hai avuta una pessima. Lascia andare. Io sono forte e voi?”. Un ‘criptico’ Mario Balotelli, su Instagram, prende in prestito una citazione con tanto di foto di Denzel Washington per rispondere indirettamente alle critiche piovutegli addosso dopo l’opaca prestazione contro la Polonia. Parole che qualcuno ha letto come una indiretta risposta all’ex ct Sacchi che ieri commentato duramente la prestazione dell’attaccante azzurro l’altro ieri (“Il calcio e’ uno sport di squadra, e l’intelligenza conta più dei piedi”).

 

Napoli-Zielinski, avanti insieme. Come si legge sulle colonne de Il Mattino, il suo rinnovo è in fase avanzatissima. Lui ha deciso di restare ancora al Napoli e i tentativi di Liverpool, Manchester City e anche del Milan sono stati vani. Firmerà entro ottobre il suo prolungamento del contratto, con inserimento di una clausola rescissoria monstre, compresa tra i 100 e i 120 milioni di euro.

 

Intervistato da Tuttosport, il terzino brasiliano del Sassuolo Rogerio parla del suo compagno di squadra, Kevin-Prince Boateng: “È un campione semplice e umile, è un onore giocare con lui. Tornare in Europa? Le prime tre gare ci hanno trasmesso entusiasmo e la consapevolezza di poter ambire a qualcosa di grande ma è ancora troppo presto. Pensiamo solo alla gara con la Juventus”.

 

 

Convocato dal ct della Romania Cosmin Contra nonostante non abbia ancora visto il campo in partite ufficiali nel primo scorcio di stagione con il Napoli, Vlad Chiriches è dovuto uscire dal campo anzitempo durante l’amichevole contro il Montenegro, dopo appena trentuno minuti. L’ex difensore del Tottenham ha subito un infortunio al ginocchio destro ed è stato costretto alla sostituzione, lasciando il campo visibilmente zoppicante e con il ginocchio destro fasciato, anche se con le proprie gambe. Ancelotti trema in vista della ripresa delle attività dopo la sosta per le Nazionali, quando per il Napoli inizierà il tour di impegni ravvicinati tra campionato e Champions League e il turnover anche in difesa diventerà necessario.

 

A Marte Sport Live su Radio Marte è intervenuto Antonio Giordano, giornalista: “La contestazione sul caro biglietti per Napoli-Fiorentina? Sono andato a vedere un po’ i prezzi delle altre squadre e ad esempio la Juve vede le curve 50 euro per cui a livello nazionale ed internazionale non c’è grande differenza col Napoli. Sono dell’idea che 35 euro siano troppi per un settore popolare, ma capisco che le società di calcio costano troppo e da qualche parte poi i soldi devono arrivare. Va trovata una soluzione che si traduca in un’apertura verso i settori popolari. Siamo dentro una polemica stucchevole e vergognosa per ciò che concerne il San Paolo e questo accade non solo per una sola volontà. De Laurentiis è il nemico di Sarri e Sarri è il nemico di De Laurentiis per cui i due giocano molto con le parole.L ‘intervista di Taormina è molto bella, ma non entro nelle dichiarazioni del tecnico. Ricordo però che Sarri ci rimase male dopo l’addio di Higuain perchè il Pipita andò via senza salutarlo”.

 

“Dispiace solo essere passato a volte per infortunato perché non lo sono mai stato, ma questo fa parte del nostro lavoro. Quindi spetta soltanto a me iniziare questa nuova avventura e allenarmi come ho sempre fatto e dimostrarlo poi sul campo”. Lo ha detto l’ex centrocampista della Juventus, Claudio Marchisio, prima di imbarcarsi da Torino Caselle alla volta di San Pietroburgo per iniziare la nuova avventura con lo Zenit.

“Per me la Juve è sempre stata la mia famiglia – ha aggiunto il ‘Principino’-. Ho iniziato nel 1993 e mi ha dato la possibilità di vivere un sogno vincendo veramente tanto. Quindi ho talmente tante emozioni dentro che non posso dimenticarle. Sono stato tanto fortunato, perché oltre ad esaudire il mio sogno di giocare con la maglia della Juventus, ho avuto la possibilità di vincere tanto e di fare tanti record”.

Quello che ti rimane di emozioni non sono soltanto le vittorie ma sono anche i rapporti umani, quello con la città e con i tifosi e non soltanto qua di Torino e dell’Italia, ma anche del mondo. Questa estate ho avuto l’opportunità di viaggiare abbastanza e di viverla al di fuori, quindi sono emozioni che porterò dentro di me e che mi hanno regalato tanto”, ha concluso Marchisio.

 

Vittoria in rimonta per la Spagna, che all’esordio nella Nations League vince per 2-1 a Wembley contro l’Inghilterra. A iniziare meglio sono i Tre Leoni, che passano all’11’ grazie al destro di Rashford. Le Furie Rosse reagiscono subito e trovano il pari con Saul (13′), prima dell’1-2 firmato da Rodrigo sugli sviluppi di una punizione (32′). Luis Enrique comincia con un successo sulla panchina degli spagnoli.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009