Ancora News Sportive !

Di , scritto il 12 Giugno 2018

Il Napoli, secondo Gianluca Di Marzio, sarebbe vicinissimo all’acquisto di Lainer, terzino destro del Salisburgo.

 

Torreira vede l’Arsenal: accordo sull’ingaggio (3 milioni a stagione più bonus) e sulle commissioni

 

Mertens domani partirà verso la Russia insieme ai suoi compagni del Belgio. Non manca la fiducia nell’attaccante del Napoli.

 

Il terreno di gioco del San Paolo ha subito diversi danni in occasione del megaconcerto in memoria di Pino Daniele che si è tenuto due giorni fa, ospitando il pubblico anche sul prato. Oggi il Napoli ha effettuato un sopralluogo da cui è emerso che diverse zone del terreno di gioco sono rovinate e dovranno subire una rizollatura, in particolare nei pressi delle panchina. I provvedimenti per il terreno di gioco saranno decisi dall’agronomo di fiducia del Napoli, Castelli, che effettuerà un sopralluogo a inizio settimana prossima. Intanto torna d’attualità il problema dei sediolini degli spalti dello stadio che non sono rispettano gli standard Uefa per la Champions. Dal Comune di Napoli assicurano che anche quest’anno arriverà una deroga dalla federazione europea.

Come scrive La Repubblica esiste un serio rischio che riguarda le gare di Champions League ma anche quelle del prossimo campionato. La Lega Calcio, infatti, si è allineata alla UEFA e chiede appunto sedute a norma che da anni mancano al San Paolo. Il Comune, che si era impegnato a sostituirli entro la fine del 2017, non ha ancora provveduto a portare a norma i posti e adesso, a due mesi dal via della nuova stagione, il tempo si è ridotto. Il rischio, è quello di vedere alcuni settori chiusi per le prime partite con evidenti danni economici e di immagine per il club partenopeo. Entro il 20 giugno bisognerà intervenire per garantire l’agibilità del San Paolo. Dovrebbero essere installati 16 mila nuovi sediolini con spalliere da 30 centimetri che al momento non sono appunto a norma. Nella peggiore delle ipotesi la UEFA potrebbe non concedere deroghe al club di De Laurentiis e così la Champions League potrebbe essere giocata altrove. Uno scenario brutto, ma che avrebbe già trovato una possibile soluzione. Infatti, il presidente De Laurentiis si sarebbe cautelato chiedendo l’eventuale disponibilità dello stadio Barbera di Palermo.

 

Pierpaolo Marino parla ai microfoni di Marte Sport Live: “Cosa fare con Hamsik? Dipende molto dalla volontà del calciatore che si è sempre comportato benissimo. E’ intervenuto pure il papà, quindi vuol dire che la cosa è molto seria. Parliamo di un ingaggio davvero forte considerando che Marek ha 31 anni e probabilmente tra qualche anno chiuderà la carriera in Slovacchia. Non mi esprimo sulla scelta del Napoli di vendere il cartellino e non di liberarlo. Per i soldi che Marek prenderà, è giusto fare una trattativa, ma non bisogna tirare troppo la corda, altrimenti si penalizza il giocatore. Hamsik ha fatto tantissimo al Napoli, ha stabilito tutti i record. Lo scudetto? Il Napoli per me lo ha regalato quest’anno nel finale di campionato. Dopo la partita di Torino con la Juve, pensavo che gli azzurri avrebbero vinto sicuramente. Il sostituto naturale è Zielinski: ha le giuste qualità per mettersi in mostra. Ancelotti? Ora bisogna vedere cosa succederà sul mercato dopo la grande stagione che si è appena conclusa. Sono convinto che il Napoli continuerà col 4-3-3 anche per valorizzare al meglio Insigne. Il portiere? Avrei preso Perin o Meret, avresti risolto per 10 anni. Ora bisogna pescare all’estero e bisogna ambientarsi. Mi piace Rui Patricio”.

 

Adesso è ufficiale. Il Napoli ha definito la trattativa per Simone Verdi con il tweet di Aurelio De Laurentiis. “Benvenuto Simone”. Verdi ha firmato un quinquennale a 1,8 milioni di euro d’ingaggio.

 

Carlo Pallavicino parla ai microfoni di Marte Sport Live: “La capacità del Napoli di gestire il bilancio è unica nel suo genere. Ancelotti? Il mio gruppo non lo gestisce, in passato abbiamo contribuito al passaggio al Bayern Monaco, così come avevamo fatto – attraverso Branchini – con Guardiola sempre al Bayern. Carlo si muove in assoluta autonomia e sono convinto che abbia accettato perché ha la possibilità di fare bene. Avrà avuto sicuramente garanzia. Sirigu? L’ho preso che era un ragazzino alla Cremonese e poi l’ho portato al Psg. Ancelotti lo conosce molto bene e ha capito che potrebbe essere il portiere più affidabile per il dopo Reina. E’ una mia valutazione ovviamente. A Torino ha disputato una grande stagione. A Parigi l’allenatore lo mise in panchina di punto in bianco dopo quattro anni in cui fu il titolare. Non sarà a Buffon, ma non lo vedo inferiore a nessuno in Italia. Una squadra come la Juve, ad esempio, poteva essere molto garantita con Sirigu. Mi risulta che abbia una corsia preferenziale per lasciare il Toro, qualora lo chiamasse una grande squadra”.

 

 

Justin Kluivert si appresta a diventare il quarto acquisto della Roma targata Monchi. Il giocatore olandese atterrerà all’aeroporto di Fiumicino alle 22:10 e domani si sottoporrà alle visite mediche. Da Trigoria sottolineano come la trattativa non sia ancora chiusa. Mancano infatti alcuni dettagli (l’operazione sarà chiusa sulla basa di circa 20 milioni di euro più una percentuale sulla futura rivendita del giocatore) ma nel frattempo l’Ajax ha dato il via libera per il volo e per le visite mediche.

 

 

“Non vorrei parlare di un singolo giocatore sul mercato, come Nainggolan. L’obiettivo sul mercato è di rinforzare la squadra, siamo l’Inter e dobbiamo avere una squadra competitiva per il campionato e anche per la Champions League”. L’ad dell’Inter, Alessandro Antonello, ha fatto il punto sul mercato del club nerazzurro, a margine della presentazione del libro di Marco Bellinazzo, ‘La fine del calcio italiano’.

 

“Ferrero non ci rappresenti”.
Questo lo striscione che campeggiava sotto la sede della Sampdoria, durante la manifestazione di protesta organizzata dalla tifoseria blucerchiata contro il massimo dirigente della Samp. Circa 400 persone si sono date appuntamento per il presidio che era stato convocato lo scorso 22 maggio, dopo l’assemblea dei supporter nella sala chiamata del porto. “Noi non contestiamo la società, ma il Ferrero presidente che, in diverse occasioni, ha mancato di rispetto alla storia della Samp”, hanno ripetuto i tifosi, che hanno preso la parola. La rottura era avvenuta dopo la partita di campionato contro il Napoli, quando l’arbitro sospese il gioco per alcuni minuti a causa dei cori discriminatori dei tifosi della Samp nei confronti dei partenopei. In quell’occasione Ferrero aveva parlato di “quattro scappati di casa”.

 

 

Il Napoli è sempre più vicino a Stefan Lainer del Salisburgo, terzino destro tra le rivelazioni dell’ultima Europa League e inserito nella squadra ideale della competizione dall’Uefa. Per lui 33 presenze nel campionato austriaco e soprattutto 14 presenze, 1 gol (contro la Lazio) e 5 assist in Europa League. A riferirlo è Gianluca Di Marzio di Sky Sport, ma sono in arrivo ulteriori aggiornamenti.

 

 

“Pronto per questa nuova avventura! Non vedo l’ora di iniziare!”. Con questo messaggio pubblicato su Instagram, accompagnato dalla foto che lo ritrae al momento della firma del contratto con Aurelio De Laurentiis, Simone Verdi ha voluto salutare i suoi nuovi tifosi. L’esterno offensivo ieri è diventato ufficialmente un nuovo giocatore del Napoli, Verdi ha dedicato anche un messaggio di ringraziamento ai tifosi del Bologna per il sostegno avuto: “Grazie di tutto Bologna! Vi porterò sempre nel cuore!”.

 

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloPallone.it – il blog sul mondo del calcio supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009